News 21 ottobre 2021

Green Pass per le aziende altre i 50 dipendenti, l’INPS  e il nuovo servizio online –

L’INPS ha reso disponibile il nuovo servizio di verifica del Grenn Pass per le aziende oltre i 50 dipendenti, Il software e’ stato realizzato da Sogei con il ministero dalla salute.

Il servizio e’ raggiungibile dal sito dell’INPS (www.inps.it) , andando in Prestazioni e Servizi e poi Servizi e selezionare la lettera G oppure cliccando su questo link passando per l’autenticazione. Il nome del servizio reso disponibile e’ Green pass 50+.

Il funzionamento di GrennPass 50+ e’ articolato su 3 principali passi:

  • La verifica   non e’ immediata, quindi le richieste vanno inviate anticipatamente rispetto al momento dell’accesso dei dipendenti
  •  le attività di verifica devono essere “effettuate esclusivamente nei confronti del personale effettivamente in servizio per cui è previsto l’accesso al luogo di lavoro nel giorno in cui è effettuata la verifica, escludendo i dipendenti assenti per specifiche causali (es. ferie, malattie, permessi) o che svolgano la prestazione lavorativa in modalità agile”. 
  • in caso di verifica negativa  il lavoratore  ha comunque “diritto di richiedere che la verifica della propria Certificazione verde COVID-19 sia nuovamente effettuata al momento dell’accesso al luogo di lavoro mediante l’applicazione mobile già disponibile (VerificaC19)

Operativamente ci sono 3 fasi: Fase di accreditamento, fase di elaborazione, fase di verifica.

News 19 ottobre 2021

Fino a 20.000 per la registrazione dei marchi aziendali –

Dalle 9,30 del 19 ottobre sono attivi gli “sportelli” per la richiesta di finanziamenti per la registrazione di Marchi. Si tratta di un bando a “sportello” cioe’ fino ad esaurimento fondi. I beneficiari possono essere piccole e medie imprese, e l’importo messo a disposizione dal governo e’ di 3.000.000 di euro.

Il bando prevede agevolazioni per favorire la registrazione di marchi

  • presso l’EUIPO (Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale)
  • presso l’OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale)

Seguito dal MISE (Ministero dello Sviluppo Economico – Direzione Generale per la Tutela della Proprietà Industriale – Ufficio Italiano Brevetti e Marchi) ha delegato all’Unioncamere il compito di seguire un intervento per sostenere le PMI nella tutela dei marchi all’estero

Chiamato MARCHI+2021, prevede in particolare:

  • MISURA A – agevolazioni per favorire la registrazione di marchi dell’Unione europea presso EUIPO (Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici.
  • MISURA B – agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici.

La concessione va sul conto “de minimis” ed e’ fornita in conto capitale, le misure di supporto arrivano a :

  • per la Misura A di euro 6.000,00,
  • per la Misura B di euro 8.000,00.

In totale non puo’ essere richiesto un ammontare superiore ai 20.000

News 18 ottobre 2021

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto sul Fondo investimenti innovativi  per l’agricultura –

Pubblicato il 14 ottobre pe le imprese agricole le indicazioni per l’uso dei fondi messi a disposizione del governo.

Si tratta di oltre 5 milioni di euro che potranno essere usate da piccole, PMI e medie imprese che sono direttamente coinvolte nel settore agricolo. Tali fondi sono a disposizione delle strutture che vogliono fare investimenti nel settore tecnologico per l’innovazione.

Le agevolazioni, nella forma di contributo a fondo perduto per l’acquisto e l’installazione di nuovi beni strumentali, materiali e immateriali, che dovranno essere utilizzati esclusivamente nelle sedi o negli stabilimenti dell’imprese situate sul territorio nazionale. In dettaglio sono a fondo perduto i contributi tra il 30 e il 40% per l’acquisto di beni strumentali, materiali o immateriali. Le agevolazioni sono riconosciute nel limite di euro 20.000,00 per soggetto beneficiario.

I beneficiari di questi fondi devono essere :

  • essere di micro, piccola e media dimensione
  • essere regolarmente costituite e iscritte come attive nel Registro delle imprese
  • avere la sede legale in Italia
  • non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali con finalità liquidatorie
  • non essere in condizioni tali da risultare impresa in difficoltà
  • non rientrare tra le imprese che hanno ricevuto, non rimborsato, gli aiuti individuati quali illegittimi o incompatibili dalla Commissione europea.

News 14 ottobre 2021

Nuove regole per le politiche attive del lavoro, un accordo con le regioni  –

Nel piano del governo il PNRR sono previsti oltre 4.5 miliardi per le politiche attive del lavoro, in questo quadro si inserisce anche il piano per le politiche attive del lavoro. In questa fase sono stati stanziati quasi 900 milioni nel programma GOL (Garanzia occupabilita’ lavoratori). Le regioni sono parte centrale in questo programma spiccano le seguenti regioni per i fondi:

  • Campania con 119,4 milioni
  • Lombardia con 101 milioni
  • Sicilia con 94,8 milioni
  • Lazio con 83,7 milioni

Il programma GOL riguarderà  i lavoratori in:

  • Le persone in cassa integrazione
  • beneficiari di Naspi e DISColl
  • Reddito di cittadinanza
  • giovani NEET
  • donne svantaggiate
  • persone con disabilità o fragilità
  • over 55

News 13 ottobre 2021

Avvocati e uffici giudiziari, il green pass e le nuove regole  –

Il mondo giudiziario vive il green pass in modo bivalente, da una parte gli avvocati e i magistrati dall’altra i dipendenti e gli associati. Il decreto 127/2021 ha introdotto vari obblighi, in dettaglio:

il personale amministrativo e i magistrati per entrare nei locali adibiti al loro lavoro devono mostrare  le certificazioni COVID 19   mentre  sono libero dall’obbligo gli  avvocati, collaboratori della difesa consulenti periti e ausiliari del magistrato, per loro non c’e’ questa necessita’, come anche i  testimoni e parti del processo .

E’ obbligatorio per :

  • magistrati ordinari  e onorari
  • amministrativi, contabili e militari
  • personale amministrativo
  • dipendenti di imprese esterne (pulizie, bar, mense, ecc.)

Il decreto cita che “ l’assenza dall’ufficio conseguente alla carenza o alla mancata esibizione della certificazione verde COVID-19 da parte dei soggetti di cui al comma 1 e’ considerata assenza ingiustificata con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro e non sono dovuti la retribuzione ne’ altro compenso o emolumento, comunque denominati.”

la violazione da parte  dei soggetti  indicati agli uffici giudiziari rispetto alla disposizione  si ravvisa come illecito disciplinare ed e’ sanzionato:

  • per i magistrati ordinari ai sensi dell’articolo 12, comma 1, del decreto legislativo 23 febbraio 2006, n. 109,
  • per gli altri soggetti  secondo i rispettivi ordinamenti di appartenenza.

l verbale della violazione verra’ quindi trasmesso al magistrato o alla figura che abbia violato l’ingresso senza green pass.  Il responsabile della sicurezza delle strutture sara’ l’incaricato di operare i controlli nel luoghi sopracitati.

News 12 ottobre 2021

Buone notizie per le Associazioni sportive, in arrivo i fondi a fondo perduto per il 2021  –

Sta partendo l’erogazione in automatico dei fondi previsti per il supporto alle Associazioni sportive e alle societa’ sportive per il 2021. Il 7 ottobre e’ stato pubblicato  e poi registrato il decreto del 20 settembre 2021, che inserisce il fondo unico per le ASD e per le AS. I beneficiari sono oltre 35.000 ASD e SSD, in dettaglio:

  • le ASD/SSD ammesse al contributo a fondo perduto per i  canoni di locazione potranno ricevere 1.5 volte il valore della mensilita’, quindi un caso di un affitto di 2000 € mese ne riceveranno 3.000 fino ad un massimo di un valore di 30.000, questo importo partira’ in automatico sulla base della domanda fatta nel 2020.
  • le ASD/SSD ammesse al contributo “forfettario” riceveranno ciascuna un contributo forfettario pari a € 2.200,00.

Gli importi dovrebbero essere erogati alle strutture entro il mese di ottobre. Il valore complessivo messo in piedi dal governo e’ di 190.000.000 €. Maggiori informazioni potranno essere trovati sul sito www.sport.governo.it

News 11 ottobre 2021

Rinuncia all’eredita’, cosa accade se arriva dopo la successione? –

L’agenzia delle entrate, il 7 ottobre risponde al seguente quesito, come comportarsi in caso “rinuncia alla eredità avvenuta dopo la presentazione della dichiarazione di successione.” L’assolvimento di tale obbligo  è permesso esclusivamente al soggetto che ha presentato la dichiarazione di successione oggetto di sostituzione, quindi al suo erede. Il soggetto, quindi , ha provveduto al pagamento delle somme dovute in occasione della presentazione della dichiarazione che si intende cambiare.

Dato che ai sensi dell’articolo 27, comma 2 del d.lgs. 31 ottobre 1990, n. 346 (TUS) « L‘imposta (di successione) è liquidata dall’ufficio in base alla dichiarazione della successione, a norma dell’articolo 33, ed è nuovamente liquidata, a norma dello stesso articolo, in caso di successiva presentazione di dichiarazione sostitutiva o integrativa di cui all’art. 28, comma 6»;

si aggiunga che in considerazione del disposto di cui al sopracitato articolo 33, «L’Ufficio del registro liquida l’imposta in base alla dichiarazione della successione, anche se presentata dopo la scadenza del relativo termine ma prima che sia stato notificato accertamento d’ufficio, tenendo conto delle dichiarazioni integrative o modificative già presentate a norma dell’art. 28, comma 6 e dell’art. 31, comma 3»;

La soluzione interpretativa dell’erede sulla possibilità di scomputare dalle imposte da lui dovute per la nuova dichiarazione di successione.

L’agenzia delle  Entrate evidenziano infatti che, non avendo il soggetto provveduto a presentare la prima dichiarazione di successione, potrà presentare una nuova dichiarazione, per il tramite dell’ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate, corrispondendo le relative imposte.

News 7 ottobre 2021

NUove linee guida per il coinvolgimento nel mondo del sociale per i lavoratori –

Il  ministero del lavoro ha pubblicato un documento che detta le nuove indicazioni per il coinvolgimento deli lavoratori nella vita aziendale rispetto alle imprese sociali. Si tratta di un testo che ha come obiettivi ridurre il divario che spesso si crea tra impresa e lavoratore, il tutto viene fatto tramite una maggiore partecipazione e una totale trasparenza verso i lavoratori e gli utenti coinvolti in questo ambito, in dettaglio:

Con cadenza almeno annuale  svolgere degli incontri,  assemblee , webinar o altri eventi che permettano di informare  su cosa accade nell’attività  dell’attività dell’impresa,  in modo da unire il mondo dirigenziale a quello dei lavoratori.

Fornire attraverso internet delle informazioni che siano attinenti allo svolgimento delle azioni della struttura, queste potranno essere fruite o via web, esempio con un newsletter, ma anche in sede rispetto al luogo fisico dell’impresa. Il dettaglio di queste informazioni devono essere relative alla vita dell’impresa e dei lavoratori, esempio le condizioni di vita o i piani di welfare.

Anche negli statuti dovranno essere previste strumenti di  coinvolgimento con criteri quali  comitati o assemblee rappresentative  che potranno :

    •  esprimere pareri sulle materie oggetto di informazioni;
    • nominare un rappresentante   delegato a partecipare all’organo assembleare o nell’organo direttivo .

News 6 ottobre 2021

Approvazione della legge delega per la riforma fiscale –

La riforma fiscale e quella del catasto sono uno dei punti del governo Draghi. Il 5 ottobre il consiglio dei ministri ha approvato la legge delega per questo settore. Si tratta di una legge generale che traccia le linee guida dentro la quale si andranno ad innestare i singoli emendamenti, ma da un chiaro segnale della direzione che il governo vuole dare a questo settore, in dettaglio:

  • Il lavoro,  avra’ come base la Relazione delle Commissioni Finanze sullo stato del sistema fiscale, diffusa lo scorso 30 giugno 2021 e contenente indicazioni sulle riforme necessarie in tema di IRPEF, IRES, IRAP, Catasto
  • I tempi non brevissimi saranno di 18 mesi, e si formerà una commissione che lavorerà presso il MEF
  • progressiva evoluzione  verso un modello di tassazione duale
  • Revisione dell’IRPEF, in particolare uil ministro Franco afferma “bisogna ridurre il cuneo fiscale sul lavoro che in Italia è relativamente elevato, per un lavoratore di reddito medio è di 5 punti superiore a quello degli altri paesi europei e di 11 punti rispetto alla media del paesi Ocse”. Inoltre ha affermato “larga parte del cuneo è imputabile all’imposta sulle persone fisiche”

Come obiettivi si avranno:

  • la crescita dell’economia, attraverso l’aumento dell’efficienza della struttura delle imposte e la riduzione del carico fiscale
  • la e semplificazione del sistema tributario, preservandone la progressività, da attuarsi anche attraverso, la riduzione degli adempimenti a carico dei contribuenti
  • la riduzione dell’evasione ed elusione fiscale

News 5 ottobre 2021

Fondo impresa donna, firmato il decreto che stanzia i primi 40 milioni  –

Il 2 ottobre il ministro Giancarlo Giorgetti ha firmato per il MISE il progetto “Fondo impresa donna”, questo fondo ha lo scopo di incentivare la presenza delle donne nel nostro tessuto economico. A tal fine viene stanziato un fondo di 40 milioni di euro, a cui poi seguiranno altri fondi nel PNRR. Il progetto e’ uno dei principali punti del PNRR e si inserisce nell’ambito della parte di “Inclusione e Coesione”.

I beneficiari di questo finanziamento possono essere:

  • cooperative e società di persone con ameno il 60% di donne nella compagine sociale
  • società di capitale con due terzi di donne nel CdA
  • Donne che sono titolari si un’impresa individuale
  • lavoratrici autonome

I budget messi a disposizione sono di di 250mila euro per nuove imprese e 400mila per quelle già attive, inoltre le imprese dovranno avere le le seguenti specifiche:

  • sede legale e/o operativa in Italia
  • essere costituite da meno di un anno
  • sono incluse  anche le persone fisiche che apriranno la struttura entro 60 gg dalla data di comunicazione del finanziamento
  • per le  lavoratrici autonome, l’apertura della partita Iva va presentata entro i 60 giorni dalla valutazione positiva della domanda

News 30 settembre 2021

Proroga IRAP e Assegno temporaneo, situazione NADEF 2021   –

Ieri, il 29 settembre 2021 ci sono state delle proroghe circa IRAP, che e’ passata al 30 novembre per la regolarizzazione del 2019 e l’acconto del 2020. Il tutto e’ stato fatto via comunicato stampa e con una conferenza del presidente Mario Draghi.

Nella conferenza si sono illustrati i nuovi punti all’ordine del giorno del governo, in dettaglio:

  • Proroga IRAP – al 30 novembre 2021
  • Assegno temporaneo – Il Consiglio dei Ministri ha prorogato alla data del 31 ottobre 2021 che prima erano  al 30 settembre 2021, per la presentazione delle domande di assegno temporaneo
  • NaDef 2021 – L’ aumento del prodotto interno lordo (PIL) per l’anno 2021 sale al 6%, dal 4,5% previsto nel DEF in aprile, mentre la previsione di indebitamento  scende dall’11,8% del PIL nel DEF al 9,4% della NADEF. La riduzione del debito e l’aumento del PIL porteranno ad avere un “tesoretto” a disposizione del governo di circa 18 miliardi di euro

    Per  la programmazione delle finanze pubbliche, per il 2022 la NaDef  punta ad un deficit pari al 5,6% del PIL, che si confronta con un saldo a legislazione vigente pari al 4,4%. La NaDef  definisce una riduzione dell’indebitamento netto, che si attesterà al 3,3% del PIL nel 2024.

News 29 settembre 2021

Verso il riconoscimento del ruolo dell’influencer   –

In audizione alla camera il rappresentante degli influencer ha richiesto il riconoscimento di una categoria ATECO apposita per questo tipo di figure professionali.

Dal sito dell’associazione, nata nel giugno 2019, www.assoinfluencer.org –  gli influencer sono  “utenti attivi su un qualsiasi social media,  dove godono di una particolare popolarità o autorità nei confronti di un numero elevato di followers, al punto da poterne influenzare il pensiero su determinate tematiche o scelte commerciali tramite la creazione di contenuti di semplice intrattenimento oppure di caratura professionale, artistica, culturale e/o divulgativa, grazie ai quali sono in grado di ottenere un ritorno  di visibilità oltre che di natura economica.”

Il fenomeno è  sempre in maggiore espansione  perchè legato alla digitalizzazione di ampi settori della realtà , come afferma la rappresentante di categoria Berussi, e che richiede effettivamente un adeguamento degli aspetti giuridici rispetto ad una situazione estremamente “fluida”

Nel corso del suo intervento, il rappresentante ha evidenziato che  “buona parte dell’attuale sistema giuridico, è applicabile agli influencer, ma la scelta sul corretto istituto contrattuale è resa difficile dal permanere di zone grigie o tutele non adeguate”. 

per approfondire il tema vi rimandiamo al seguente link 

News 28 settembre 2021

Aggiornamento sulle novita’ del modello 770  –

Il  modello  e la relativa presentazione sono slittati al 2 novembre 2021, entra il TIR ex bnous Renzi e le indennita’ nate a fronte della pandemia del covid.

Nella dichiarazione del Mod. 770/2021  nella sezione REDAZIONE  si sono  le informazioni sulla scelta operata in relazione alla predisposizione e all’invio dei dati ,  mentre il campo Tipologia va indicato uno dei codici

  •  1   nel caso in cui il sostituto opti per trasmettere un unico flusso contenente i dati riferiti ai diversi redditi gestiti
  • 2  nel caso in cui il sostituto opti per inviare separatamente i dati relativi ai diversi redditi gestiti

All’interno della sotto-sezione Quadri compilati e ritenute operate è presente la nuova riquadro Incaricato in gestione separata da barrare a cura dell’intermediario incaricato

  1. nell’ipotesi in cui il sostituto abbia aderito alla gestione separata spedendo lui una parte dei dati e si sia parallelamente avvalso dell’ausilio dell’intermediario per la trasmissione dell’altra parte dei dati
  2.  nell’ipotesi in cui il sostituto abbia aderito alla gestione separata affidando a degli intermediari la trasmissione dei dati della dichiarazione

All’interno della sotto-sezione Gestione separata è presente la casella Sostituto da barrare a cura del sostituto qualora si  decida di effettuare invii separati provvedendovi integralmente.

News 27 settembre 2021

Bonus fino a 2000 € se si cambia la macchina anche se usata –

Da domani 28 settembre sara’ possibile prenotare un sostegno di anche 2000 € per l’acquisto di un’auto usata. Il tutto e’ inserito nel decreto Spostegni Bis. Per informazioni aggiuntive vedere il sito del MISE a questo link.

Grazie al  Decreto Sostegni bis convertito in legge n 106 e in vigore dal 25 luglio 2021 ha previsto  incentivi per l’acquisto di veicoli meno inquinanti.

In particolare, si  prevede lo stanziamento di 40 milioni per erogare contributi destinati alle persone fisiche che acquistano in Italia, un veicolo di categoria M1 usato e di prima immatricolazione in Italia, per il quale non siano già stati assegnati altri incentivi o forme di supporto economico.

I beneficiari possono essere:

  • persone fisiche per l’acquisto in Italia entro il 31 dicembre 2021 di un veicolo categoria M1
  • il prezzo di acquisto risultante dalle quotazioni di mercato non deve essere superiore a 25.000 euro
  • e contestuale rottamazione di un veicolo della medesima categoria, immatricolato in data anteriore al 1° gennaio 2011 ovvero che nel periodo di vigenza dell’agevolazione
  • il contributo e’ assegnato seguendo la seguente tabella, in dettaglio:
CO2 g/km Contributo in eur0
0-60 2.000
61-90 1.000
91-160 750

News 24 settembre 2021

Decreto contro il caro bollette, le mosse del governo Draghi per fermare l’aumento –

In questi giorni il caro bollette e’ stato uno degli argomenti maggiormente discussi, in particolare si e’ posto il problema di come le piccole aziende e le famiglie potessero fronteggiare un aumento cosi’ marcato, si e’ parlato di aumenti che potevano essere a due cifre.

La risposta e’ stata che ieri, 23 settembre Nel consiglio dei ministri n.37  è stato approvato un decreto per le “Misure urgenti per il contenimento degli aumenti dei prezzi nel settore elettrico e del gas naturale e abrogazioni e modifiche di disposizioni di legge (decreto-legge)” Le nuove misure sono in dettaglio:

  1. Eliminati gli effetti dell’aumento per oltre 3 milioni di famiglie che beneficiano del “bonus sociale elettrico”: nuclei che hanno un Isee inferiore a 8265 euro annui;
  2. nuclei familiari numerosi (Isee 20.000 euro annui con almeno 4 figli);
  3. percettori di reddito o pensione di cittadinanza;
  4. utenti in gravi condizioni di salute.
  5. La platea di 6 milioni di piccolissime e piccole imprese (con utenze in bassa tensione fino a 16,5kW) e per circa 29 milioni di clienti domestici, sono eliminate le aliquote relative agli oneri generali di sistema per gli ultimi 4 mesi del 2021
  6. per oltre  2,5 milioni di famiglie che beneficiano del “bonus gas” sono tendenzialmente tolti  gli effetti del aumento della bolletta per gli ultimi 4 mesi del 2021
  7. per tutti gli utenti del gas naturale, Una drastica riduzione dell’iva e quindi dei costi che passa dal 10% al 5%

News 23 settembre 2021

Transizione digitale e responsabile della transizione digitale, le nuove scadenze –

Anche se si parla di transizione digitale e suo responsabile si parla dell’ufficio della transizione digitale, che va a toccare la pubblica amministrazione, in dettaglio:

  • le amministrazioni statali devono dare il compito a un ufficio dirigenziale di livello generale
  • le amministrazioni diverse da quelle dello Stato è previsto che l’ufficio venga trovato tra quelli di livello dirigenziale, o in assenza di questi, tra le posizioni apicali della struttura

Per capire meglio chi e’ la figura del Responsabile della transizione digitale part iamo dall’articolo 17 del D.lgs. 82/2005, definendo le caratteristiche dell’Ufficio per la transizione alla modalità operativa digitale, indicando  le funzioni e inquadrando che la figura del suo responsabile, deve avere:

  •  Le pubbliche amministrazioni garantiscono l’attuazione delle linee strategiche per la riorganizzazione e la digitalizzazione dell’amministrazione definite dal Governo in coerenza con le regole tecniche di cui all’articolo 71. A tal fine, ciascuna pubblica amministrazione affida a un unico ufficio dirigenziale generale dirigenziale generale, fermo restando il numero complessivo di tali uffici, la transizione alla modalità operativa digitale e i conseguenti processi di riorganizzazione finalizzati alla realizzazione di un’amministrazione digitale e aperta, di servizi facilmente utilizzabili e di qualità, attraverso una maggiore efficienza ed economicità”. 
  •  Il responsabile dell’ufficio di cui al comma 1 è dotato di adeguate competenze tecnologiche, di informatica giuridica e manageriali e risponde, con riferimento ai compiti relativi alla transizione, alla modalità digitale direttamente all’organo di vertice politico

Elemento importante di chiarezza e trasparenza e’ che il nominativo del Responsabile per la Transizione al Digitale deve essere riportato:

  • oltre che sul sito istituzionale dell’ente
  • anche nell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA)

Le prossime date importanti per tale figura sono, in dettaglio:

  • il 23 settembre 2021 le PPAA aggiornano la dichiarazione di accessibilità dei siti web
  • il 30 settembre 2021 le PPAA dismettono le credenziali di accesso ai servizi già rilasciate e diverse da SPID, CIE e CNS
  • il 31 dicembre 2021 piena applicazione delle Linee guida sulla formazione, gestione e conservazione dei documenti informatici, adottate dall’AgID

News 22 settembre 2021

Nuova opportunita’ per gli studenti,  10.000 € per il prestito studentesco –

Sono ben 63 milioni di euro il budget messo a disposizione in questo fondo mirato agli studenti ed in particolare per studiare nel sud italia.  Si tratta di un fondo universitario per gli studenti del sud oppure per studenti che si iscrivono alle università’ del mezzogiorno (Campania, Calabria, Puglia, Sicilia, Basilicata, Sardegna, Abruzzo e Molise).

Il prestito rimborsabile in 20 anni puo’ arrivare fino a 50,000 € , per 5 anni e puo’ essere richiesto senza garanzie personali.

Le voci coperte sono:

  • rette
  • tasse universitarie
  • spese correnti affitto
  • vitto
  • trasporto

Gli ambiti di applicazione rispetto alle materie di studio (Strategia Nazionale di Specializzazione intelligente SNSI) sono 12, in dettaglio:

Aerospazio – Agrifood – Blue Growth – Chimica verde – Design, creatività e made in Italy – Energia – Fabbrica intelligente – Mobilità sostenibile – Salute – Comunità intelligenti, sicure e inclusive – Tecnologie per gli ambienti di vita – Tecnologie per il patrimonio culturale.

Per il bando si puo’ accedere da questo link, oppure

http://www.ponricerca.gov.it/media/395896/avviso_studios%C3%AC.pdf

News 21 settembre 2021

La pubblica Amministrazione (PA) apre ai revisori contabili, nuove opportunita’  –

La pubblica amministrazione ora ha una strada in piu’ per assunere e usare i servizi dei revisori contabili. L’istituto nazionale dei revisori legali con un cmunicato il 17 settembre ha annunciato che ci si potra’ registrare sul portale per offrire i propri servizi al mondo della PA, questo interessa 62 mila revisori non iscritti all’ordine.

Dal Portale  sarà possibile avere le informazioni di tutti quei revisori interessati ad operare negli enti locali in base alle loro caratteristiche e alle loro professionalita’. Il merito di questa zione va alla  collaborazione tra il Ministero della Funzione Pubblica e l’INLR Istituto Nazionale Revisori legali.

Ciro Monetta presidente dei Revisori ha annunciato l’evento dicendo: “Ringrazio il Dicastero presieduto dal Ministro Renato Brunetta per aver tempestivamente accolto le nostre istanze che avevamo inviato con una lettera nella quale richiedevamo un legittimo riconoscimento dei professionisti contabili non iscritti agli ordini, i quali a pieno titolo possono essere inseriti nel portale del reclutamento.”

News 20 settembre 2021

Errori da parte dell’INPS su alcuni ticket licenziamenti  –

Con la circolare dell’INPS del 17 settembre 2021, sin sono chiariti alcuni dubbi su dei presenti errori fatti rispetto ai ticket di licenziamento. Grazie a dei controlli svolti dall’istituto ci sono state delle correzioni rispetto a 2 tipologie, in dettaglio:

  • delle aziende hanno versato importi superiori di quelli dovuti nei casi di interruzioni di rapporto di lavoro
  • nelle  interruzioni dei rapporti di lavoro avvenute a decorrere dal 1° maggio 2015, data di istituzione della NASPI, ci sono stati dei versamenti infeiori a quelli previsti

Cira la circolare: “Nei casi di interruzione di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato per le causali che, indipendentemente dal requisito contributivo, darebbero diritto all’ASpI [oggi NASpI], intervenuti a decorrere dal 1° gennaio 2013, è dovuta, a carico del datore di lavoro, una somma pari al 41 per cento del massimale mensile di ASpI [oggi NASpI] per ogni dodici mesi di anzianità aziendale negli ultimi tre anni. Nel computo dell’anzianità aziendale sono compresi i periodi di lavoro con contratto diverso da quello a tempo indeterminato, se il rapporto è proseguito senza soluzione di continuità o se comunque si è dato luogo alla restituzione di cui al comma 30”.

Ecco un dettaglio del ticket licenziamento:

Anno

Circolare INPS

Retribuzione imponibile

Massimale

2013 (ASpI)

14/2013

1.180,00

1.152,90

2014 (ASpI)

12/2014

1.192,98

1.165,58

2015 (ASpI)

19/2015

1.195,37

1.167,91

2015 (NASpI)

94/2015

1.195,00

1.300,00

2016 (NASpI)

48/2016

1.195,00

1.300,00

2017 (NASpI)

36/2017

1.195,00

1.300,00

2018 (NASpI)

19/2018

1.208,15

1.314,30

2019 (NASpI)

5/2019

1.221,44

1.328,76

2020 (NASpI)

20/2020

1.227,55

1.335,40

2021 (NASpI)

7/2021

1.227,55

1.335,40

News 17 settembre 2021

Invitalia, oltre 1 milione di euro per Start-up  –

Premio 2031 è una competizione gratuita aperta a:

  • persone fisiche,
  • team di progetto,
  • startup e imprese già costituite

Invitalia apre il bando il 14 ottobre per la Call 2031, mettendo sul tavolo oltre 1.000.000 € per PMI e startup innovative. Il progetto “premio 2031” vanta oltre 4o partner , tra cui imprese, incubatori, acceleratori e poli scientifici, tutto questo in linea con ministero del Lavoro e politiche sociali e AGID – Agenzia per l’Italia Digitale.

Il bando lavora su 5 linee di azione con un budget di 50,000 €, le linee sono:

  • Clean/Energy Tech,
  • FinTech/RegTech,
  • Life Science,
  • Industry 4.0,
  • Transportation/Logistic, 

per partecipare ecco il link a progetto: premio 2031

News 16 settembre 2021

130 tirocini per laureati sotto i 29 anni presso i beni culturali –

Il  ministero dei beni culturali ha pubblicato il bando, il 13 settembre, per dei tirocini, in dettaglio 130, per il giovani sotto i 29 anni. La durata del tirocinio e’ cdi 6 mesi.

Il termine ultimo per la domanda e’ il 31 ottobre ed e’ prevista una borsa di studio di 1000 €, in dettaglio sono previsti i seguenti posti:

  1. 40 posti presso la Direzione generale Archivi
  2. 30 posti presso la Direzione generale Biblioteche e diritto d’autore
  3. 10 posti presso la Direzione generale Archeologia, belle arti e paesaggio
  4. 10 posti presso l’Istituto Centrale per la digitalizzazione del patrimonio culturale
  5. 10 posti presso la Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali
  6. 30 posti presso la Direzione generale Musei

I vincoli per poter accedere al seguente bando sono:

  1. limite di età 29 anni
  2. cittadinanza italiana, ovvero cittadinanza degli Stati membri dell’Unione europea
  3.  cassenza di precedenti penali incompatibili con l’esercizio delle attività
  4.  Titolo di studio e votazione
  5. almeno un titolo di studio, conseguito entro i 12 mesi precedenti la data di pubblicazione dell’Avviso  I titolo sono specificati nel bando in relazione a ciascuna direzione

Per maggiori informazioni e’ possibile consultare il sito dei beni culturali.

News 15 settembre 2021

Conteggio degli anni di laurea, il nuovo servizio dell’INPS –

In controtendenza rispetto agli ultimi servizi presentati dall’istituto che richiedeono tutti lo SPID, questa volta lINPS ha messo a disposizione una simulazione senza accesso che permette di operare rispetto agli anni di studio il tutto attraverso il messaggio  INPS n. 3080/2021, ecco i dettagli.

Per accedere al servizio dal sito dell’INPS si deve seguire il seguente percorso,   “Prestazioni e servizi” > “Servizi” > “Riscatto Laurea – Simulatore” , opure cliccare direttamente su questo link.

Il servizio molto semplice e in forma anonima chiarisce:

  •  le varie tipologie di riscatto di laurea disponibili per  le diverse  platee di contribuenti
  • i possibili vantaggi fiscali
  •  una simulazione del costo del riscatto, della sua rateizzazione, della decorrenza della pensione

Alla fine della simulazione verrà fornita  una versione del servizio che comprende anche  il calcolo del riscatto  di laurea con il criterio della riserva matematica ,  metodo che riguarda  i soggetti con piu’ anni di anzianita’, in dettaglio:

  •  con periodi lavorativi e/o da riscatto anteriori al 1996 oppure
  • in possesso di 18 anni di anzianità al 1996 e periodi lavorativi e da riscatto anteriori al 2012)

Ovviamente l’INPS permette anche di accedere al servizio con le proprie credenziali, nel caos la simulazione fornita sara’ molto piu’ accurata e tarata sui dati reali che l’INPS ha in suo possesso.

News 13 settembre 2021

Firmato il nuovo contratto per le scuole laiche non statali (ANINSEI) –

Il CCNL per le scuole che aderiscono all’ANINSEI e’ stato firmato il 2 settembre, un passo importante, visto che va a toccare anche la retribuzione, l’ultima modifica era stata fatta oltre 6 anni orsono. I livelli di retribuzione sono cambiati in base al seguente schema:

 LIVELLI / RETRIBUZIONE

  • VIIIB / 1.621,30
  • VIIIA / 1.537,49
  • VII / 1.466,75
  • VI / 1.444,64
  • V / 1.444,64
  •  IV / 1.355,34
  • III / 1.289,97
  • II / 1.230,55
  •  I / 1.201,87

Oltre questo adeguamento del livello retributivo dal 1 settembre 2022, ci sara’ una ulteriore aumento di 15 € per tutti i livelli.

L’ articolo 1del CCNL 2006/2009 si intendono per attivita’ scolastiche tutte  quelle che cadono in questa categorie: asili nido, micro-nidi e ludoteche, scuole materne, scuole elementari, scuole secondarie di 1° e 2° grado legalmente riconosciute e paritarie, conservatori musicali, accademie di belle arti, corsi di preparazione agli esami, scuole e corsi di istruzione professionale, scuole e corsi di formazione professionale non convenzionate, scuole e corsi di lingue, corsi di cultura varia, scuole di danza, scuole e corsi di libera arte, scuole e corsi di attività integrative scolastiche, corsi di doposcuola, scuole speciali per minori, scuole per corrispondenza, scuole e corsi a distanza, scuole interpreti e traduttori, scuole e corsi post-secondari, scuole e corsi parauniversitari e accademie.

News 10 settembre 2021

Prestiti a supporto della internazionalizzazione delle PMI. Al via le domande dal 28 ottobre al 3 dicembre –

Sul portale Simest si legge “Ti supportiamo in tutte le fasi di crescita sui mercati esteri, anche all’interno dell’Unione Europea. Con noi puoi accedere a liquidità a Tasso Agevolato e, fino a fine 2021, puoi richiedere una quota del finanziamento a fondo perduto fino al limite del 25% (*), nel limite di € 800.000 di agevolazioni pubbliche complessive concesse da SIMEST, entro i limiti previsti dal regime di Temporary Framework.”

Si tratta di un’iniziativa per supportare le PMI nella loro internazionalizzazione fornendo delle agevolazioni su vari ambiti, in particolare:

Si potra’ quindi da 28 ottobre accedere a queste 2 linee di finanziamento:

  • finanziamento agevo­lato (fondo 394/1981)
  • cofinanziamento a fondo perduto a valere sulla quota di risorse del fondo per la promozione integrata (fondo n. 295/1973) .

News 9 settembre 2021

Nessuna copia da conservare del green pass in palestra, lo dice il  garante della privacy –

Molte palestre e centri sportivi stanno raccogliendo e tenendo i green pass dei propri associati. Il garante della privacy per la protezione dei dati personale , M. Scorza ha dichiarato vietato a chiunque,  farne  una copia da conservare  per evitare di ripetere i  controlli negli accessi successivi dei clienti. Il green pass puo’ solo essere richiesto per l’accesso al locale nei casi previsti per legge, usando l’APP di verifica Covid-19.

Il controllo permette di avere un feedback immediato se il green pass e’ valido e non ha nessuna forma di contraffazione. Il tenere il green pass nella propria sede costituisce una violazione in materia dei dati personali.

Ovviamente il consigliere del garante della privacy riconosce che il sistema e’ piu’ snello ma,  afferma che “al tempo stesso, frustra gli obiettivi di bilanciamento tra privacy, tutela della salute e riapertura del Paese che si sono perseguiti con il Green Pass giacché mette in circolazione una quantità di dati personali superiori a quelli necessari e, soprattutto, ne determina la raccolta e la moltiplicazione in una serie di banche dati diversamente sicure.”

News 8 settembre 2021

Si introduce il GOL Garanzia Occupabilita’ Lavoratori , che potrebbe trasformare il  reddito di cittadinanza –

In questi giorni ci sono stati dei colloqui tra le parti sociali e il governo per rivedere il reddito di cittadinanza e le politiche attive del lavoro. Si sta introducendo un nuovo strumento il GOL (Garanzia Occupabilita’ Lavoratori) si tratta di una misura per incentivare la formazione e la riqualificazione dei benficiari del reddito ma non solo.

Il tavolo di lavoro sara’ composto da  il Ministro del lavoro Orlando, il direttore dell’ANPAL Tangorra, Confindustria Confcommercio  sindacati  le regioni e le agenzie del lavoro.

l progetto punta a  fornire un  nuovo strumento di formazione dei lavoratori per migliorarne le possibilità di trovare una occupazione.  Queste le caratteristiche progetto, che rientra nel PNRR, in dettaglio

  1. Risorse disponibili 4,9 miliardi di euro del Recovery Fund
  2. destinatari almeno 3 milioni di lavoratori entro il 2025

Ecco le azioni del GOL:

  • reinserimento lavorativo
  • aggiornamento delle competenze dei lavoratori
  • riqualificazione con formazione (previste fino a 300 ore)
  • percorsi di lavoro e inclusione  in collaborazione con i servizi sociali dei Comuni
  • per aziende in crisi ricollocazione collettiva

News 7 settembre 2021

EQUIPRO, uno strumento in piu’ per i commercialisti –

L’agenzia delle entrate -riscossion- mette a disposizione uno strumento per i professionisti che vogliono dare dei servizi aggiuntivi e diretti ai loro assistiti, si tratta di EQUIPRO, questo e’ indirizzato a :

  • commercialisti,
  • tributaristi,
  • consulenti del lavoro,
  • centri di assistenza fiscale (Caf)
  • e associazioni di categoria

al fine di poter utilizzare i servizi on-line di Agenzia delle entrate-Riscossione questo permette di avere una visione costante e globale delle azioni relative a tutto l’aspetto della riscossione. In dettaglio i professioni possono vedere per i loro assistiti la situazione debitoria, ma anche i piani di rateizzazione.

Per accedere al servizio gli assistiti devono fornire una delega ai professionisti, questi da parte loro devono essere abilitati:

  • al servizio Entratel di Agenzia delle entrate (ex art. 3 comma 3 DPR n. 322/1998) oppure avere l’identità digitale SPID
  • alla funzione denominata “servizi on-line Agenzia delle entrate-Riscossione”

E’ possibile accedere la servizio da questo link

News 6 settembre 2021

Informazioni aggiuntive sulle scadenze 2020 della “pace fiscale”. –

Il 3 settembre attraverso un comunicato stampa l’agenzia delle entrate ha dato delle indicazioni aggiuntive per la “pace fiscale”, in particolare per restare nel regime agevolato i pagamenti andranno effettuati entro 5 giorni, limite massimo di tolleranza, rispetto alla scadenza.

  • entro il 31 luglio 2021  per le rate in scadenza il 28 febbraio e il 31 marzo 2020;
  • entro il 31 agosto 2021, per la rata in scadenza il 31 maggio 2020;
  • entro il 30 settembre 2021, per la rata in scadenza il 31 luglio 2020;
  • entro il 31 ottobre 2021 per la rata in scadenza il 30 novembre 2020;

Resta fisso il termine del 30 novembre 2021 come termine ultimo per il pagamento delle rata del 2021 gia’ indicato nel decreto sostegni n. 41/2021.

News 2 settembre 2021

Nuovi fondi per le assunzioni con il fondo disabili per il 2021 –

Il ministero del lavoro ha stanziato oltre 74 milioni di Euro per supportare le aziende nell’assunzione di persone con disabilita’, il decreto e’ stato emanato il 31 agosto 2021, i fondi sono gestiti direttamente dall’INPS e hanno i seguenti obiettivi:

  • incentivare assunzioni di persone disabili
  • progetti sperimentali di inclusione lavorativa

Lo strumento a supporto e’ l’esonero dei contributi per le aziende che assumono persone con disabilita’. Ovviamente questi incentivi non sono indicati per le quote di assunzioni obbligatorie.

In dettaglio la misura a supporto richiede i seguenti requisiti:

a) Lavoratore disabile con riduzione della capacità lavorativa superiore al 79% o minorazioni ascritte dalla I alla III categoria delle tabelle annesse al D.P.R. n. 915/78  con contratto lavoro a tempo indeterminato → Incentivo pari al 70% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali per 36 mesi;

b) Lavoratore disabile con riduzione della capacità lavorativa tra il 67% e il 79% o minorazioni ascritte dalla IV alla VI categoria delle tabelle annesse al D.P.R. n. 915/78  con contratto lavoro a tempo indeterminato → Incentivo pari al   35% della retribuzione  mensile lorda imponibile ai fini previdenziali per 36 mesi;

c) Lavoratore con disabilità intellettiva e psichica che comporti una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45% con contratto lavoro a tempo indeterminato → Incentivo pari al 70% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali per 60 mesi;

d) Lavoratore con disabilità intellettiva e psichicache comporti una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%  con contratto a tempo determinato → Incentivo pari al 70% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali per tutta la durata del contratto.

News 30 agosto 2021

31 agosto  termine ultimo per il pagamento della rata di maggio 2020-

Martedi’ scade il temine della rata 2020, che e’ stata prorogata in base al decreto sostegni, il famoso “rottamazione TER”. Questa e’ la rata che andava pagata in origine il 31 maggio dell’anno passato il 2020. I cinque giorni di tolleranza (articolo 3, comma 14-bis, del DL n. 119 del 2018), di conseguenza per la scadenza del 31 agosto 2021, il pagamento potrà essere fatta entro il 6 settembre 2021, ad oggi non sono previsti ulteriori proroghe della rata di maggio 2020.

I pagamenti possono essere fatti attraverso i bollettini non ancora pagati, contenuti nella comunicazione delle somme dovute. Qualora non si fosse piu’ in possesso si possono scaricare dal portale nell’area riservata oppure tramite form in cui si richiede una copia della comunicazione delle somme dovute.

Operativamente i pagamenti possono essere fatti tramite:

  • utilizzare il servizio “Paga on-line”
  • utilizzare i canali telematici delle banche, di Poste Italiane e di tutti gli altri Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP).  sito di pagoPA.
  • tramite l’addebito diretto sul proprio conto corrente a
    utilizzare l’istituto della Compensazione, effettuando il pagamento utilizzando i crediti commerciali vantati nei confronti della Pubblica amministrazione.(art. 12, comma 7-bis, del D.L. n. 145/2013 convertito, con modificazioni, dalla legge n. 9/2014 e relativi decreti attuativi).

News 27 agosto 2021

Il compenso dell’amministratore, la Cassazione chiarisce –

Con una nota la Corte di Cassazione a luglio, ha chiarito la situazione dell’amministratore di societa’. Indicando che la rinuncia tacita non e’ sufficiente per non attribuire al soggetto una giusta restribuzione.

Per cui, la Corte di Cassazione, con l’ordinanza numero 21172/2021, indica il seguente principio di diritto: “la rinuncia al compenso da parte dell’amministratore può trovare espressione in un comportamento concludente del titolare che riveli in modo univoco una sua volontà dismissiva del relativo diritto; a tal fine è pertanto necessario che l’atto abdicativo si desuma non dalla semplice mancata richiesta dell’emolumento, quali che ne siano le motivazioni, ma da circostanze esteriori che conferiscano un preciso significato negoziale al contegno tenuto”.

Come logica l’incarico di  di amministratore di società, ove ncolui che l’assume sia estraneo alla compagine sociale, rappresenta una situazione idonea alla percezione del compenso.

Vista la natura e le responsabilita’ dell’incarico assunto, dal quale scaturisce “un rapporto di tipo societario” che comporta “immedesimazione organica tra persona fisica ed ente”.

Eì possibile che ci sia una situazione di gratuità dell’incarico, ma ciò deve risultare da una apposita clausola iscritta nello statuto, o da una delibera assembleare, perché, in mancanza di esplicita previsione, l’amministratore può legittimamente aspettarsi di essere retribuito.

La Corte indica che il venir meno del compenso  dalla rinuncia dell’amministratore e’ un suo diritto, “in quanto il diritto è senz’altro disponibile”, ma bisognerà fare attenzione alle modalità con cui questa si realizza.

La rinuncia espressa oltre che possibile è inequivocabile,  è l’eventualità che questa avvenga in modo tacito che puo’ creare una situazione equivoca, in particolare se il soggetto risulta esterno alla struttura.

News 26 agosto 2021

L’INPS pubblica i dati aggiornati delle misure di sostegno, tra cui il reddito di cittadinanza –

I dati diffusi dell’INPS sono aggiornati al 10 agosto 2021 (Reddito e Pensione di Cittadinanza per il periodo gennaio 2021 – luglio 2021  e del Reddito di Emergenza  nei periodi  marzo 2021 – maggio 2021; periodo maggio 2020 – agosto 2020; periodo settembre 2020 – dicembre 2020; Reddito di Emergenza (articolo 14, comma 2, decreto-legge 137/2020) per il periodo novembre-dicembre 2020).

E’ possibile scaricare i dati direttamente dal sito attraverso questo link

Sul fronte del reddito di cittadinanza si evidenzia  nel periodo gennaio – luglio 2021 hanno fatto richiesta  di Reddito/Pensione di Cittadinanza all’INPS quasi 850.000 nuclei familiari.

Hanno ricevuto il Reddito di Cittadinanza   quasi un milione e mezzo di nuclei familiari, con   un importo medio a nucleo pari a 579,01 euro.

La  Pensione di Cittadinanza oltre 150.000 famiglie , con 176.771 persone coinvolte e un importo medio di 267,29 euro.

Il reddito di emergenza,

Le mensilità di Reddito di emergenza, introdotto  a seguito della pandemia da Covid 19,  attivato ad aprile 2020.

  • I riceventi del reddito di emergenza nel 2021 (Decreto Sostegni)  ammontano a 573.007, con 1.303.750 persone coinvolte e un importo medio a nucleo pari a 543,71 euro.
  • Per il Reddito di Emergenza  istituito dal decreto Rilancio a maggio 2020 sono stati raggiunte  292.150  famiglie con 702.642 persone coinvolte e un importo medio a nucleo pari a 558,67 euro.
  • Per il Reddito di Emergenza  istituito dal decreto Agosto e decreto Ristori   i nuclei percettori ammontano a 254.755, con 584.573 persone coinvolte e un importo medio a nucleo pari a 550,49 euro.

News 25 agosto 2021

Riapertura per i dipendenti pubblici di fondi per welfare e credito –

Con la pubblicazione di maggio 2021, si sono riaperti  i fondi per il mondo dei dipendenti pubblici, in particolare si tratta di varie  agevolazioni, le principali sono per la gestione dei mutui e per i centri estivi, ecco un elenco:

  • mutui e  a tassi agevolati
  • borse di studio e agevolazioni per formazione
  • prestazioni per persone non autosufficienti
  • servizi a  favore dell’occupazione
  • soggiorni benessere estivi

Per poter beneficiare di questi fondi si deve fare la richiesta entro il 20 febbraio del 2022 all’INPS

News 22 luglio 2021

Chiarimenti sul fotovoltaico circa il 110% quando viene installato sui nuovi edifici  –

In una nota di chiarimento dell’agenzia delle entrate, si specifica che il superbonus del 110% viene erogato rispetto al fotovoltaico, se l’edificio e’ gia’ accatastato o se ci sono lavori trainanti a cui si puo’ agganciare.

In virtu’  dell’art 119 comma 5 del DL 34/2020 il superbonus e’ utilizzabile per gli impianti fotovoltaici  su edifici di nuova costruzione. Indi, per i fotovoltaici, come chiarito dalla circolare 19 del 2020, non c’e’ la condizione che deve trattarsi di edifici già esistenti, la condizione che l’installazione sia svolta parallelamente a interventi trainanti (non per i trainanti non spetta il 110% perchè eseguiti su edificio ancora non esistente, non accatastato).

Con la Risposta n 488 del 20 luglio l’agenzia delle entrate  dettaglia che, considerato che nel caso di specie, l’impianto verrà montato successivamente all’accatastamento dell’edificio, quindi, dopo la realizzazione dell’intervento di coibentazione esterna dello stesso, l’Istante NON potrà essere ammesso al Superbonus del 110%.

Diversamente,  quando  l’istallazione dell’impianto sia eseguita insieme agli interventi “trainanti “, prima dell’accatastamento dell’edificio  e le date delle spese sostenute per eseguire l’intervento trainato, siano dentro l’intervallo di tempo dalla data di inizio e dalla data di fine dei lavori per la realizzazione degli interventi trainanti, il richiedente potrà accedere al Superbonus solo per le spese legate all’istallazione dell’impianto fotovoltaico.

News 20 luglio 2021

Dall’agenzia delle entrate l’applicativo gratuito per la nautica –

Nell’ambito dell’ammodernamento della pubblica amministrazione l’agenzia delle entrate presenta il suo applicativo gratuito e online per la compilazione sui servizi di noleggio delle imbarcazioni nel territorio UE.

Il software e’ usabile a questo indirizzo https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/sw-compilaz-percentuale-navi

Dopo il  sessantesimo giorno successivo all’adozione del provvedimento con cui è approvato il modello:

• gli utilizzatori che vogliono fruire di prestazioni di servizi di locazione, a noleggio e simili NON a breve termine di imbarcazioni da diporto possono  inviare telematicamente la dichiarazione per attestare la percentuale  utilizzo nel territorio dell’Unione Europea di tali prestazioni.

• Coloro  che intendono i acquistare navi per uso  alla navigazione in alto mare e/o beni e servizi alle stesse riferibili inviano telematicamente all’Agenzia delle entrate la comunicazione per dichiarare la condizione di navigazione in alto mare ai fini della non imponibilità.

News 16 luglio 2021

NUovi servizi telematici da parte dell’agenzia delle entrate –

Nell’ambito dell’ammodernamento della pubblica amministrazione l’agenzia delle entrate presenta 3 nuovi servizi per i cittadini.  SOno ovviamente servizi telematici per snellire il processo burocratico, e che si svolgono totalmente online, il tutto e’ avvenuto con un comunicato stampa dell’agenzia il 14 luglio 2021, in dettaglio si tratta di:

  1. consegna documenti e istanze
  2. richiesta del certificato di attribuzione del codice fiscale e del certificato di attribuzione della partita Iva
  3. successione web

Il primo servizio e’ accessibile attraverso il sito www.agenziaentrate.gov.it e permette di inviare  documenti ed istanze agli uffici delle Entrate, senza recarsi fisicamente negli uffici. Inoltre e’ stata attivata che il rilascio del codice fiscale e della partita iva, un grande passo in avanti se si pensa che fino a ieri questo processo si poteva solo svolgere in presenza negli appositi uffici.

Il servizio piu’ interessante e’ pero quello della “successione web” dove sempre attraverso internet si possono inviare le domande per le volture catastali, il sitema lavora attraverso una serie di passaggi guidati che assistono il cittadino in tutta la sua navigazione.

Il lavoro svolto dall’agenzia non richiede nessun software particolare per accedere, si potra’ fare attraverso un browser qualsiasi, bastera’ avere una delle seguenti credenziali:

  • credenziali Spi
  • le proprie credenziali Fisconline/Entratel
  • la propria Cie
  • la propria Cns

News 13 luglio 2021

Procede spedita  l’ieda di una tassazione minima per le grandi aziende –

Dopo l’accordo raggiunto al G7 anche il G20 ratifica l’accordo per una tassazione minima delle grandi aziende, in particolare quelle di internet, la cosiddetta web tax.

Si parla di aziende che hanno un fatturato di oltre 20 miliardi di euro e con una tasso di redditivita’ superiore al 10%, e per queste si sta pensando ad una tassazione minima del 15%.

Le caratteristiche di un accordo così delineato presentino dei lineamenti più politici che effettivamente economici, puntando più a un compromesso che a un effettivo risultato, questo a cause di una serie di norme interne agil stati che dovrebbero essere omogeneizzate rispetto all’idea della tassazione globale. Ovviamente  fatto stesso che ci sia un accordo rappresenta  un grande passo in avanti, dopo decenni di concorrenza fiscale tra Stati, ma la strada per una reale realizzazione del progetto appare impegnativa.

News 12 luglio 2021

Affitto giovani, iniziano le detrazioni nel 730/2021 –

BUone notizie per i giovano che hanno stipulato un contratto di affitto come abitazione principale, ci sono delle detrazioni di imposta in modo forfettario per 991,60 € e spetta per i primi 3 anni di stipula. Le condizioni necessarie per poter usufruire delle agevolazioni sono:

  • avere un età tra i 20 ed i 30 anni,
  • aver stipulato un contratto di locazione come  abitazione principale,
  • l’unità immobiliare deve essere diversa da quella destinata ad abitazione principale dei genitori
  • reddito complessivo (comprensivo del reddito assoggettato al regime della cedolare secca) non è superiore a euro 15.493,71

I documenti per poter avere queste agevolazioni sono molto semplici, in dettaglio:

  • Un contratto di locazione registrato
  • Un’autocertificazione in cui si dichiara che il luogo e’ diverso da quello dei genitori e che e’ l’abitazione principale del giovane.

News 9 luglio 2021

IVA precompilata, al via dal 1 luglio –

Dal 1 luglio grazie alla fatturazione elettronica il terzo trimestre del 2021 si avra’ l’IVA precompilata.

L’8 luglio le Entrate annunciano che è stato firmato il Provvedimento 183994/2021 di ieri 8 luglio :

  • le modalità di predisposizione dei documenti Iva precompilati,
  • le modalità di accesso
  • individuati destinatari  degli operatori interessati dalle novità.

In un’area web dedicata sono disponibili, le bozze dei registri Iva e delle comunicazioni delle liquidazioni periodiche (Lipe) a partire dalle operazioni effettuate dal 1° luglio 2021.   Dal 1° gennaio 2022, sarà disponibile anche la bozza della dichiarazione annuale Iva.

Per i soggetti che accettano, nel caso in cui le informazioni proposte dall’Agenzia delle entrate siano valide e adeguate, oppure integrano nel dettaglio i dati proposti nelle bozze, non sono obbligati ai registri Iva.

Si potra’ accedere tramite un applicativo web dedicato all’interno del portale Fatture e corrispettivi, ai documenti Iva precompilati ed effettuare una serie in dettaglio:

  • visualizzare,
  • consultare,
  • stampare
  • e salvare i dati,
  • estrarre le bozze dei documenti
  • e inviare le comunicazioni delle liquidazioni periodiche e la dichiarazione annuale Iva.

News 7 luglio 2021

Cassa integrazione per “caldo eccessivo” –

Pochio giorni addietro, l’ispettorato del lavoro e’ intervenuto sul rapporto tra il lavoro e le temperature eccessive, puntando a sensibilizzare le aziende e i lavoratori rispetto al tema del caldo eccessivo in particolari ambiti lavorativi, es. quello agricolo e quello florovivaistico.

L’ispettorato evidenzia che in caso di temperature oltre i 35 gradi le imprese possono chiedere la cassa integrazione per “meteo avverso”.

il messaggio INPS n. 1856 del 3 maggio 2017  in tema di cassa integrazione  in cui l’istituto   affermava che :” Le temperature eccezionalmente elevate (superiori a 35°), che impediscono lo svolgimento di fasi di lavoro in luoghi non proteggibili dal sole o che comportino l’utilizzo di materiali o lo svolgimento di lavorazioni che non sopportano il forte calore, possono costituire evento che può dare titolo alla CIGO.

A tal riguardo si chiarisce che possono rilevare anche le cosiddette temperature percepite, ricavabili anch’esse dai bollettini meteo, quando le stesse siano superiori alla temperatura reale.  Al ricorrere delle fattispecie sopra evidenziate, pertanto, possono costituire evento che dà titolo al trattamento di integrazione salariale temperature percepite superiori a 35° seppur la temperatura reale è inferiore al predetto valore.”

News 6 luglio 2021

IVA per le persona con disabilita’ detraibile per l’acquisto della vettura –

UNa persona con disabilita’ con ridotte capacità motorie permanenti (art. 8 della legge n. 449 del 1997) e invalido che  intende acquistare un autoveicolo, usufruendo dell’aliquota IVA al 4% e vorrebbe utilizzare lo stesso per lo svolgimento della propria attività lavorativa professionale

L’agenzia delle Entrate chiarisce che il portatore di handicap, se in possesso della documentazione necessaria, potrà acquistare l’auto con l’aliquota agevolata al 4% .

Queste agevolazioni sono indicate per le seguenti categorie:

  • dei disabili
  • o familiari che li abbiano fiscalmente a carico

Tali agevolazioni sono indicate per le autovetture con i seguenti limiti:

  • di autoveicoli, nuovi o usati, aventi cilindrata fino a 2000 centimetri cubici, se con motore a benzina o ibrido
  • fino a 2800 centimetri cubici, se con motore diesel o ibrido e di potenza non superiore a 150 kW se con motore elettrico

il soggetto disabile, per godere dei benefici fiscali deve essere in possesso di una certificazione risultante da verbale della commissione per l’accertamento dell’handicap.

Nello specifico, l’agenzia ricorda che, nel caso  di beni strumentali alla attività lavorativa, le disposizioni tributarie permettono di poter detrarre l’IVA o dedurre i costi relativi al bene in quanto sussiste un collegamento di “strumentalità” tra l’acquisto del bene e lo svolgimento dell’attività lavorativa.

News 1 luglio 2021

Stop al cashback e proroga alle cartelle esattoriali fino al 31 agosto –

Il 30 giugno il Consiglio dei Ministri a Palazzo Chigi,  ha approvato un decreto-legge che introduce le seguenti misure:

  • in materia fiscale,
  • di tutela del lavoro,
  • dei consumatori
  • e di sostegno alle imprese.

Il Decreto legge lavoro e impresa del 30 giugno 2021 n. 99 è stato pubblicato e punta a incentivare l’uso della moneta elettronica e a combattere l’evasione fiscale, al fine di raggiungere tale scopo si sono inseriti 2 elementi per incentivare l’uso della moneta elettronica

  • crediti d’imposta per l’acquisto, il noleggio e l’uso di tali dispositivi
  • l’azzeramento delle commissioni

News 30 giungo 2021

Bonus ristorazione un aiuto per la dichiarazione del 2020 –

Il bonus ristorazione viene inserito nella legge di bilancio per supportare e aiutare la categoria della ristorazione fortemente colpita del Codiv nell’anno 2020. Il sistema ha funzionato e con un sistema di ristoro automatico l’agenzia delle entrate si occupata di un accreditamento diretto del Bonus sul CC sul quale era stato dato il precedente bonus.

Le categorie Ateco che sono state inserite in questo aiuto sono le seguenti:

  • 56.10.11 – Ristorazione con somministrazione
  • 56.10.12 – Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole
  • 56.10.20 – Ristorazione senza somministrazione con preparazione di cibi da asporto
  • 56.10.30 – Gelaterie e pasticcerie
  • 56.10.41 – Gelaterie e pasticcerie ambulanti
  • 56.10.42 – Ristorazione ambulante
  • 56.10.50 – Ristorazione su treni e navi
  • 56.21.00 – Catering per eventi, banqueting
  • 56.29.10 – Mense
  • 56.29.20 – Catering continuativo su base contrattuale
  • 56.30.00 – Bar e altri esercizi simili senza cucina

I contributi a fondo perduto vanno inseriti  nei Modelli del 2021, compilando il quadro utilizzato per la determinazione del reddito d’impresa quindi:

  • quadro RE,
  • quadro RF,
  • quadro RG,
  • quadro LM.

I contributi dovranno essere inseriti anche nel quadro RS, compilando il prospetto Aiuti di Stato utilizzando il codice Aiuto “28”.

Attenzione  che in questo caso, nel rigo RS401 – Aiuti di Stato non va compilato il campo 29 “Importo aiuto spettante” e, di conseguenza, il campo 17 “Importo totale aiuto spettante.

News 25 giungo 2021

Multa di 84 € al datore di lavoro per violazione della privacy –

E’ stato dichiarato illegittimo il controllo fatto da un datore di lavoro sulla navigazione internet fatta da un suo dipendente nell’orario di lavoro, il datore di lavoro in questione e’ il comune di Bolzano.

In dettaglio è una dipendente del Comune  che aveva fatto un reclamo per  il trattamento dei dati  relativi alla sua navigazione in Internet, durante l’orario di lavoro,  per i quali aveva avuto una comunicazione di avvio di procedimento disciplinare.

Il sistema  sistema utilizzato  permetteva effettivamente  di registrazione degli accessi    ad Internet quindi consentiva di “controllare, tracciare, filtrare in maniera massiva, costante e indiscriminata […] in dettaglio la cronologia dei siti internet visitati e il tempo di navigazione di per ciascun sito”. Inoltre i dati erano legati  a ciascun dipendente per un lungo periodo di tempo.

Risulta, che tale trattamento è lesivo della dignità del lavoratore in contrasto con lo Statuto dei lavoratori.

Anche la Corte europea ha sancito il principio per cui , dato che “la linea di confine tra ambito lavorativo e professionale e quello strettamente privato non può sempre essere tracciata in modo netto, non può essere prefigurato l’annullamento di ogni aspettativa di riservatezza dell’interessato sul luogo di lavoro, anche nei casi in cui il dipendente sia connesso ai servizi di rete messi a disposizione del datore di lavoro o utilizzi una risorsa aziendale anche attraverso dispositivi personali, la protezione della vita privata, secondo l’art. 8 Convenzione europea dei diritti dell’Uomo,  si estende anche all’ambito lavorativo”.

Si rammenta che l’accordo sindacale del 25.10.2010  su questo tema “non indicava  nessun limite e neppure in quali casi possa scattare il controllo e non veniva fatto riferimento alle modalità di rattamento dei dati acquisiti, al soggetto responsabile e alla sua finalità” .

Il Garante nel documento sottolinea che il trattamento deve essere “necessario” rispetto alla lecita finalità perseguita  e avere ad oggetto i soli dati “adeguati, pertinenti e limitati a quanto necessario rispetto alle finalità per le quali sono trattati”. Risulta dagli atti che  il sistema adottato dal Comune  comportava inevitabilmente il trattamento di informazioni non  necessarie e sproporzionate rispetto alla finalità di protezione e sicurezza della rete interna .

News 23 giungo 2021

Green pass Covid 19 il presidente Draghi firma il decreto –

Dal 28 giungo saranno rese disponibili le certificazioni delle vaccinazioni che sono state fatte fino al 17 giugno, circa 10 giorni prima. Lo scopo del green Pass o Certificazione verde Covid 19 ha lo scopo di :

  • la partecipazione ad eventi pubblici,
  • l’accesso alle strutture sanitarie assistenziali (RSA)
  • e gli spostamenti sul territorio nazionale.

Questa azione si sposa con la certificazione voluta della Unione Europea attiva dal 1 luglio, digital COVID certificate e renderà più semplice viaggiare nei Paesi dell’Unione europea e dell’area Schengen. Il decreto firmato disciplina e tutela i seguenti punti:

  1. la raccolta dei dati che alimentano la Piattaforma nazionale-DGC
  2. le caratteristiche e le modalità di funzionamento della Piattaforma nazionale-DGC
  3. la struttura dell’identificativo univoco delle certificazioni verdi COVID-19 e del codice a barre interoperabile che consente di verificare l’autenticità, la validità e l’integrità delle stesse
  4. le specifiche tecniche per assicurare l’interoperabilità delle certificazioni verdi COVID-19 e la Piattaforma nazionale-DGC
  5. le specifiche tecniche per assicurare l’interoperabilità tra la Piattaforma nazionale-DGC e le analoghe piattaforme istituite negli altri Stati membri dell’Unione europea, tramite il Gateway europeo
  6. i soggetti deputati e le modalità per il controllo delle certificazioni;
  7. i tempi di conservazione dei dati trattati ai fini dell’emissione e della verifica delle certificazioni
  8. le misure per assicurare la protezione dei dati personali trattati

News 22 giungo 2021

Dal 30 giungo parte il fondo di intrattenimento digitale per le il mondo dei videogame –

Parte il 30 giugno 2021 alle 12 il fondo per il settore dei videogame, si tratta del primo finanziamento a questo settore.

Si tratta di un contributo a fondo perduto del 50% delle spese e dei costi ammissibili,  nell’ambito dei limiti previsti all’art. 3 del regolamento de minimis, ai sensi del quale l’aiuto massimo concedibile per ciascuna impresa unica non può superare l’importo di euro 200.000,00 nell’arco di tre esercizi finanziari.

Il fondo e’ stato  inserito nell’ambito dall’art. 38, comma 12 del DL n. 34/2020 (Decreto Rilancio) che, al fine di sostenere lo sviluppo dell’industria dell’intrattenimento digitale a livello nazionale, puntando al  sostegno alle fasi di concezione e pre-produzione dei videogiochinecessarie alla realizzazione di prototipi, ha istituito presso il Ministero dello sviluppo economico il fondo per l’intrattenimento digitale denominato «First Playable Fund», con dotazione iniziale di 4 milioni di euro per l’anno 2020.

Possono beneficiare i seguenti soggetti che:

  1. svolgono, in via prevalente, l’attività di «Edizione di software» o «Produzione di software, consulenza informatica e attività connesse»;
  2. sono nello stato della comunita’ europa
  3. sono soggette a tassazione in Italia per effetto della loro residenza fiscale
  4. hanno un capitale sociale minimo interamente versato e un patrimonio netto non inferiori a 10.000 euro
  5. sono regolarmente costituite e iscritte come attive nel registro delle imprese della Camera di commercio territorialmente competente
  6. non sono in liquidazione volontaria e non sono sottoposte a procedure concorsuali con finalità liquidatorie

News 17 giungo 2021

Nasce Agenzia per la cybersicurezza nazionale (ACN) –

Il 10 giugno il consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge che introduce l’Agenzia per la cybersicurezza nazionale (ACN). Si tratta di una struttura che ha  ambiti ben precisi:

  • Svolgere funzione di Autorità nazionale in materia di cybersecurity, per tutelare l’apparato pubblico e non solo dagli attacchi relativi alla sicurezza informatica.
  • migliorare le azioni di prevenzione, monitoraggio, rilevamento e mitigazione, in caso di incidenti informatici o attacchi  anche attraverso il Computer Security Incident Response Team (CSIRT) italiano e relative azioni di monitoraggio e valutazione per evitare che riaccadano incidenti simili.
  • gestire la sicurezza dei sistemi di Information and communications technology (ICT) dei soggetti inclusi nella responsabilità di sicurezza nazionale cibernetica, pubbliche amministrazioni, servizi essenziali (OSE) e dei fornitori di servizi digitali (FSD).
  • ampliare le competenze industriali, tecnologiche e scientifiche, promuovendo progetti per l’innovazione e lo sviluppo rispetto al tema della sicurezza informatica.
  • diventare interlocutore unico nazionale per i soggetti pubblici e privati in materia di misure di sicurezza sempre  negli ambiti del perimetro di sicurezza nazionale cibernetica.

L’agenzia opererà sotto la reponsabilita’ del presidente del consiglio dei ministri e con il Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica.

Rispetto la normativa europea, il Governo ha individuato l’Agenzia ACN il Centro nazionale di coordinamento italiano, che lavorerà con il “Centro europeo di competenza per la cybersicurezza nell’ambito industriale, tecnologico e della ricerca”.

News 16 giungo 2021

Proroga per i commercialisti rispetto ai versamenti contributivi-

Era attesa da un poco, ora e’ confermata la proroga dei versamenti alla cassa dei commercialisti, la nuova proroga ci porta fino al 30 settembre 2021.  Il motivo principale indicato dalla Cassa è l’attesa dei  principi e delle modalità dell’esonero contributivo previsto all’art. 1 co. 20 della L. 178/2020  (già firmato dal Ministro del lavoro ma fermo in Ragioneria).

nella legge di bilancio e’ tato previsto per l’anno 2021 , l’esonero parziale dal versamento dei contributi previdenziali riservato agli iscritti alle Casse che:

  •  abbiano ricevuto nel periodo 2019 un reddito complessivo non superiore 50.000 €
  • e
  •  abbiano avuto  un calo del fatturato o dei corrispettivi nell’anno 2020 non inferiore al 33% rispetto a quelli dell’anno 2019.

Un comunicato della CNPADC avvisa che “per consentire a coloro che non intendessero avvalersi di tale esonero, di versare in anticipo la prima rata dei contributi minimi, nei prossimi giorni sarà resa disponibile all’interno dei servizi online l’autogenerazione del relativo MAV (comprensivo della contribuzione minima sia soggettiva che integrativa).

Si sottolinea anche che “ in caso di pagamento anticipato della prima rata dei contributi minimi mediante MAV, il 30 settembre 2021 non sarà addebitato alcun importo a chi ha già optato per la modalità SDD”.

News 11 giungo 2021

Destinazione del 2 per mille sull’imposta dio reddito alle associazioni culturali –

Da quest’anno per i redditi del 2020 si potrà decidere di devolvere il 2 per mille ad un’associazione culturale che non abbiamo scopo di lucro, in dettaglio l’associazione deve rispettare queste 2 condizioni:

  • seguano da atto costitutivo la finalità di svolgere e/o promuovere attività’ culturali;
  • siano esistenti da almeno 5 anni dal momento della presentazione

Il Ministero della Cultura ha tempo fino al 10 giungo per  trasmette gli elenchi definitivi, relativi ai soggetti ammessi al riparto e a quelli esclusi.

La Presidenza del Consiglio dei ministri provvedera’ alla pubblicazione sul proprio sito web  per la determinazione degli importi spettanti a ciascuna associazione in base alle scelte effettuate dai contribuenti.

Nel momento della presentazione della propria dichiarazione il contribuente effettua la scelta indicando il codice fiscale dell’associazione a cui intende devolvere il proprio contributo, mettendo il codice fiscale dell’associazione e ovviamente la propria firma.

La scelta di destinazione del due per mille dell’Irpef si aggiunge e non sostituisce le scelte di destinazione dell’8 per mille dell’Irpef allo Stato oppure a un’Istituzione religiosa, del 5 per mille dell’Irpef per finalità di interesse sociale.

News 6 giungo 2021

Stesse aliquote nelle universita’ statati e non per i docenti –

La circolare 81 del 8 giugno 2021 l’Inps spiega la novità  in cui è stata prevista l’equiparazione delle quote  contributive di finanziamento del trattamento di quiescenza dei professori delle Università non statali legalmente riconosciute a quelle previste per le medesime categorie in servizio nelle Università statali

L’INPS ricorda che le Università non statali legalmente riconosciute sono previste dalla Costituzione che, all’articolo 33, ultimo comma, assicura loro il diritto di darsi ordinamenti autonomi nei limiti stabiliti dalle leggi dello Stato e ricorda tutta la normativa di riferimento.

In particolare si evidenzia che la legge n. 243/1991 ha previsto la possibilità  per tali enti di inserire, ai fini del trattamento pensionistico, ai professori e ai ricercatori universitari in servizio presso di esse la disciplina prevista per i dipendenti civili dello Stato .

Vari Istituti Universitari non statali legalmente riconosciuti, assicurano ai propri professori  la disciplina, prevista per i dipendenti civili dello Stato, provvedendo al versamento della contribuzione con la stessa aliquota per essi vigente.

Dal 1 gennaio 2021 l’aliquota diventa obbligatoria di equiparazione tra l’università pubblica e quella privata se riconosciuta. Ne risulta quindi come le prestazioni pensionistiche del personale dipendente appartenente alla categoria dei professori universitari e ricercatori è, nei vari Istituti Universitari non statali riconosciuti, fissato nell’aliquota del 33% della contribuzione.

News 3 giungo 2021

Oltre 11.000.000 il montepremi per la lotteria degli scontrini –

Tra pochi giorni, dal 10 giugno iniziano le estrazioni settimanali con premi aggiuntivi. Con la determinazione del 28 maggio 2021 si introducono ulteriori premi rispetto al quelli gia’ stabilito in precedenza, arrivando a 11.000.000 €, in dettaglio:

N. 25 premi settimanali aggiuntivi:

  • pari a 10.000 euro cadauno per gli acquirenti
  • e n. 25 premi settimanali aggiuntivi pari a 2.000 euro per i negozianti

Per ogni estrazione settimanale tra il 12 agosto e fine anno (oltre a quanto già previsto) è prevista l’assegnazione di:

  • n. 5 Maxi Premi di 150.000 euro cadauno per gli acquirenti
  • n. 5 Maxi Premi di 30.000 euro per i negozianti

I premi devono essere reclamati entro di 90 giorni dalla ricezione della comunicazione di vincita.

La lotteria degli scontrini è partita  dal 1° febbraio, consentendo alle persone fisiche che effettuano acquisti di beni e servizi di almeno 1 euro pagati con strumenti elettronici (attenzione ai “furbetti dello scontrino”), presso negozianti  che trasmettono gli scontrini al fine  di ottenere biglietti validi per partecipare alla prima estrazione della lotteria.

News 28 maggio 2021

Per il mondo dello sport viene riconfermato il supporto ai bonus sportivi, si va dai 800 € ai 2.400 € –

Il decreto sostegni Bis, riconferma i bonus che sono messi a disposizione per i collaboratori sportivi. Risulta previsto il rinnovo per i collaboratori di CONI, CIP, Federazioni, enti, società e associazioni sportive riconosciute dal CONI, che abbiamo avuto “problemi”, quindi ridotto, o cessato l’attivita’ a causa del Covid.

Risultano esclusi i percettori di

  • altro reddito sia da lavoro autonomo che dipendente
  • Pensioni
  • reddito di cittadinanza
  • reddito di emergenza

La definizione dell’importo e’ stimata sulla base dei compensi del 2019, in relazione al reddito percepito:

SCAGLIONI COMPENSI SPORTIVI 2019 BONUS
compensi  per attività sportiva superiori ai 10.000 euro annui 2.400 euro
compensi per attività sportiva tra 4.000 e 10.000 euro annui 1600 euro
compensi per  attività sportiva inferiori ad euro 4.000 annui 800 euro

Sport e Salute s.p.a. è incaricata della gestione del bonus  provvederà alla valutazione delle domande per il rispetto del limite di spesa,  comunicando settimanalmente la situazione al Ministro per lo Sport presso la presidenza del Consiglio e  Ministero dell’economia.

News 27 maggio 2021

Parte il progetto Europa Creativa, 2021-2027 con un budget di 2.5 miliardi di Euro –

Il 19 maggio il parlamento europeo ha siglato il programma Europa Creativa. Il budget è aumentato fino a quasi raddoppiare passando da 1.46 a oltre 2.5 miliardi di Euro

I principali assi portanti sono l’inclusione e l’uguaglianza di genere, essendo il genere femminile sottoimpiegato in attivita’ manageriali. sono inoltre stati posti in essere budget dedicati agli spettacoli musicali e non solo, dal vivo, visto il blocco a causa della pandemia.

Europa Creativa prevede tre sezioni: MEDIA, CULTURA e TRANSETTORIALE.

Gli obiettivi del progetto sono:

  • Promuovere la diversità culturale  eil patrimonio culturale europeo.
  • Rafforzare la dimensione internazionale dei settori culturali e creativi europei.
  • Migliorare la competitività dei settori culturali e creativi europei.

La trasformazione digitale interessa i settori culturali e creativi in dettaglio:

  •  forme innovative di narrazione  e alla realtà virtuale
  •  creazione di una rete di piattaforme di video on demand
  •   sviluppo di un maggior numero di opere europee di successo
  •  potenziamento di un repertorio dei film europei
  •  attivazione di una rete di festival europei

Interessanti le novita’ nel settore MEDIA:

– Sviluppo, distribuzione e promozione di film, programmi televisivi e videogiochi europei

– Formazione di qualità per produttori, registi e sceneggiatori

– Trasformazione digitale dell’industria audiovisiva

– Sostegno alle reti di festival del cinema e alle reti di sale che proiettano film europei e che si svolgono a nuove fasce di pubblico.

News 26 maggio 2021

Sostegni per la protezione della proprieta’ intellettuale da parte della Comunita’ Europea –

La comunita’ europea tramite il proprio sito UIPO Ufficio dell’Unione Europea per la proprietà intellettuale rende noto di una  possibilità per le PMI di presentare domanda, entro il 31 maggio  per accedere al fondo dell’iniziativa Ideas Powered for Business.

Ideas Powered for Business e’ un programma di dotato di 20 milioni di euro, creato per supportare le piccole e medie imprese europee ad accedere ai loro diritti di PI, proprietà intellettuale.

Il programma è mirato alle imprese che intendono:

  • sviluppare strategie di PI  (proprieta’ intellettuale)
  • proteggere diritti di PI a livello nazionale, regionale o dell’UE.

Ogni PMI può ricevere  fino a un massimo di 1.500 euro.

sono disponibili due tipi di servizi in questo programma della CE, che prevedono:

  • il rimborso parziale dei costi della pre-diagnosi della PI (IP scan, servizio 1)
  • il rimborso parziale delle domande di marchio e di disegno o modello a livello nazionale, regionale (Benelux) e dell’UE (servizio 2).

Si rimanda al sito per i dettagli: sito dell’ EUIPO

E’ possibile presentare la domanda solo durante le finestre temporali prefissate, la piu’ vicina scade il 31 maggio. Poi occorrerà attendere la finestra successiva,  per le prossime date il sito riportera’ le prossime scadenze.

Elemento molto importante le domande  sono evase per ordine di arrivo.

News 25 maggio 2021

Cambio di rotta, la proroga del blocco dei licenziamenti e’ stata cancellata –

Qualche giorno addietro vi abbiamo parlato della proposta del ministro Orlando di una proroga del blocco dei licenziamenti, questo ha portato ad un duro contro tra le parti sindacali e Confindustria, che lamentava in particolare un cambio di strategia molto rapido e preso in modo totalmente unilaterale.

Il blocco dei licenziamenti per chi usa  ancora  la CASSA COVID resta fissato nei termini previsti dal Sostegni 1, quindi il 30 giugno per le aziende che utilizzano la CIGO e il 30 ottobre per le aziende che utilizzano  FIS e Cassa in deroga.

Cancellata la proroga proposta dal Ministro Orlando che spostava il termine al 28 agosto 2021  per le aziende che utilizzassero la cassa Covid entro giugno 2021.

Resta invece immutata la seconda parte della norma nella quale si prevede  che dal primo  luglio, archiviata la la Cassa Covid,   la Cassa integrazione ordinaria sarà esente dai contributi addizionali  fino a fine 2021 a calcolando un divieto di licenziamento per chi la utilizza.

Il tutto e’ avvenuto in serata tramite un comunicato stampa del governo:

“All’esito di un percorso di approfondimento tecnico , svolto sulla base delle proposte avanzate dal ministro Orlando in consiglio dei ministri che prevedono un insieme più complessivo di disposizioni per sostenere le imprese e i lavoratori nella fase della ripartenza, è stata definita una proposta che mantiene la possibilità per le imprese di utilizzare la cassa integrazione ordinaria, anche dal primo di luglio, senza pagare addizionali fino alla fine dell’anno impegnandosi a non licenziare. Nell’ambito di questo percorso resta aperto il confronto con le parti sociali.”

News 24 maggio 2021

Il decreto sostegni punta anche agli enti territoriali  –

NOn solo cittadini, ma anche comuni ed enti territoriali sono in sofferenza per il Covid e per le mancate entrare, L’ANCI scrive alla ministra Lamorgese per chiedere un supporto. Il presidente Draghi mette a disposizione degli enti territoriali in difficolta oltre 1,9 miliardi per chi e’ in difficolta’ economica. IN dettaglio:

  • 500 milioni per il trasporto pubblico locale
  • 100 milioni per compensare le minori entrate in particolare per l’imposta di soggiorno, tipica delle localita’ turistiche

Istituito un fondo da 500 milioni di euro per il  risanamento dei Comuni in disavanzo strutturale.

Ecco il testo delle lettera dell’ANCI alla ministra

“Cara Ministra, sottoponiamo alla Sua consueta disponibilità ed attenzione una questione di ordine generale che riteniamo non più rinviabile.

La situazione di complessa ed articolata fragilità finanziaria in cui versa un numero significativo di Enti locali necessita di un ampio lavoro di revisione che sia capace di intervenire su vari versanti come riassunti nel documento allegato al fine di definire un orizzonte lineare di azione e limitare i troppi interventi legislativi confusi ed estemporanei.

Le chiediamo pertanto di assicurare un costante confronto presso la Conferenza Stato-Città con obiettivi chiari e specifici, coinvolgendo le Amministrazioni centrali interessate, in particolare il Ministero dell’Economia e la Vice Ministra Castelli.

Allo stesso tempo richiamiamo la Sua attenzione sull’urgenza di adottare una soluzione normativa urgente nel prossimo emanando DL Sostegni bis, per far fronte alle ricadute della Sentenza della Corte Costituzionale 80/2021, anche considerata la ravvicinata scadenza del termine per l’approvazione del bilancio 2021/2023.

Sicuri di trovare urgente accoglimento alla nostra richiesta La salutiamo cordialmente”

News 20 maggio 2021

Attivo il 730/2021 precompilato, dal 19 maggio si puo’ “inviare”  –

UN grande passo avanti per tutti i contribuenti, da ieri 19 maggio e’ possibile modificare o accettare la dichiarazione precompilata.

Ad oggi risulta che oltre 1,8 milioni di cittadini si sono collegati per visualizzare la propria dichiarazione, si rammenta che l’anno scorso erano circa un milione i contribuenti che si erano collegati.

I principali fruitori del servizio sono le seguenti regioni:

  • 220mila del Lazio
  • 430mila della Lombardia
  • 123 mila dell’Emilia-Romagna
  • 165mila del Veneto
  • 162mila Piemonte

La scadenza per l’invio del 730 è fissato a giovedì 30 settembre 2021. Ecco ad oggi i passaggi per il 730

dal 10 maggio i cittadini possono, visualizzare la propria dichiarazione dal 19 maggio possono inviare la dichiarazione:

  • accettandola così com’è
  • oppure apportando eventuali modifiche o integrazioni al modello precompilato proposto.

Altro elemento interessante a disposizione e’ sapere come la distribuzione delle imposte verra’ utilizzata, c’e’ una sezione nel sito che indica proprio questi passaggi.

News 18 maggio 2021

Agenzie di viaggio e calcolo del fatturato medio per le agevolazioni a fondo perduto  –

Con la Circolare  del 14 maggio 2021 l’agenzia delle Entrate risponde ai quesiti posti dai contribuenti circa la fruizione del contributo a fondo perduto previsto dal DL Sostegni, per  agenzie di viaggi  e tour operator.

La  domanda riguarda l’ammontare mensile del fatturato  sia all’anno 2020 sia all’anno 2019, in particolare le prestazioni fatte con riferimento alla data:

  • di incasso integrale del corrispettivo
  • o la data di partenza del viaggio
  • o inizio del soggiorno se antecedente

ai sensi dell’articolo 74-ter, del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633

La risposta dell’agenzia delle entrate afferma che

viene considerato quale momento di partenza dell’operazione, il pagamento del corrispettivo o l’inizio dell’evento o del soggiorno se antecedente, sia nel 2019 sia nel 2020.

Indi in base a quanto stabilito dal comma 4 dell’articolo 1 del decreto-legge n. 41 del 2021, si ritiene vada usata la data di “effettuazione dell’operazione”, nel caso specifico delle agenzie di viaggio e turismo, va individuata secondo quando previsto dall’articolo 1, comma 6, del D.M. 30 luglio 1999, n. 340, che stabilisce quanto segue:

«Le operazioni, di cui ai commi da 1 a 3, si considerano in ogni caso rese all’atto del pagamento dell’intero corrispettivo e comunque non oltre la data di inizio del viaggio o del soggiorno; non rileva a tal fine l’avvenuto pagamento di acconti. Il viaggio o il soggiorno si considera iniziato all’atto in cui viene effettuata la prima prestazione di servizio a vantaggio del viaggiatore».

News 17 maggio 2021

Il ministro Franceschini anticipa il credito fiscale del 25% ai videogiochi riconosciuti di valore culturale

“Il Ministro della Cultura, Dario Franceschini, ha firmato, di concerto con il Ministro dell’Economia Daniele Franco, il decreto con le disposizioni applicative del credito d’imposta per le imprese di produzione di videogiochi. “I videogiochi sono frutto dell’ingegno creativo – ha dichiarato il Ministro Franceschini al momento della firma – ed è giusto che, analogamente a quanto avviene per il cinema e l’audiovisivo, possano ricevere un sostegno, se riconosciuti come opere di particolare valore culturale. In Italia il settore è in crescita esponenziale, con numerose start up di under 30 in grado di sviluppare prodotti di elevata qualità, attrarre le grandi produzioni internazionali e far crescere i giovani talenti. Si tratta di vere e proprie officine creative, che meritano ogni sostegno e possono contribuire a nuovi modi di conoscere e di apprendere”.

La disposizione riconosce un’aliquota del 25% del costo di produzione a favore delle imprese produttrici di videogiochi di nazionalità italiana, riconosciuti di valore culturale da un’apposita commissione esaminatrice, fino all’ammontare annuo massimo di 1.000.000 di euro. I soggetti beneficiari dovranno avere sede legale nello spazio economico europeo, essere soggetti a tassazione in Italia per effetto della residenza fiscale o in presenza di una stabile organizzazione in Italia e possedere un capitale sociale minimo e patrimonio netto non inferiori a 10.000 ciascuno. Il beneficio, inoltre, spetta a condizione che un importo non inferiore al credito d’imposta riconosciuto sia speso nello spazio economico europeo.

Il credito d’imposta e le altre misure di sostegno pubblico non possono superare, complessivamente, la misura del 50% del costo eleggibile del videogioco. Il provvedimento verrà ora trasmesso agli organi di controllo e successivamente notificato alla Commissione europea, alla cui approvazione è subordinata l’applicazione dell’aiuto fiscale. Ad avvenuta registrazione, esso sarà disponibile sul sito del MiC all’indirizzo https://cultura.gov.it/comunicati/decreti-del-ministro.

News 14 maggio 2021

Tassazione delle Criptovalute, info e aggiornamenti –

Le criptovalute, (es:Bitcoin, ethereum ) sono un tipo di moneta virtuale utilizzata per le transazioni online e sono disciplinate dall’articolo 1, comma 2, lett. qq), D.Lgs. 90/2017, che cita “la rappresentazione digitale di valore, non emessa da una banca centrale o da un’autorità pubblica, non necessariamente collegata a una valuta avente corso legale, utilizzata come mezzo di scambio per l’acquisto di beni e servizi è trasferita, archiviata e negoziata elettronicamente”.

In dettaglio l’Agenzia delle entrate ha definito le criptovalute come una “tipologia di moneta “virtuale” utilizzata come “moneta” alternativa. I bitcoin infatti non sono fisici, ma digitali.

Su queste basi la Corte di giustizia dell’Ue, nella sentenza del 22 ottobre 2015, causa C-264/14, ha chiarito che l’attività di intermediazione di valute tradizionali con criptobalute in genere, fatta in modo professionale ed abituale, costituisce un’attività “importante” oltre agli effetti dell’Iva anche dell’Ires e dell’Irap, soggetta agli obblighi di adeguata verifica della clientela, di registrazione e di segnalazione.

Si applicano i principi generali che regolano le operazioni aventi ad oggetto valute tradizionali, esempio dollari, euro, YEN, ecc.

Nello specifico, l’Agenzia delle entrate, ha chiarito che le valute virtuali generano un reddito diverso, tassabile in base ai princìpi di cui all’articolo 67 Tuir.

Nello specifico le imposte risultano dovute sulle eventuali plusvalenze maturate nel  coso che:

  • La giacenza supera per almeno  7 giorni consecutivi
  • La detenzione di controvalore sia  o superiore pari ad euro 51.645,69

In questo caso la plusvalenza dovrà essere dichiarata, liquidando la relativa imposta sostitutiva del 26%.

News 11 maggio 2021

Obbligo anche per i dipendenti in cassa integrazione della compilazione del 730 –

A causa del Covid nell’arco del 2020 sia e’ avuta una situazione particolare, quella della cassa integrazione per moltissimi lavoratori, e si pone quindi il problema della compilazione del 730, che va comunque compilato.

Il transito di un contribuente in cassa integrazione, quando l’indennità è corrisposta direttamente dall’Inps, non è neutrale da un punto di vista fiscale.

Il beneficiario infatti si troverà nella situazione di aver due lavori in essere: e quindi dover gestire la doppia Certificazione Unica; nel caso specifico :

  1. quella dell’Inps per l’indennità di disoccupazione e
  2. quella del datore di lavoro per il lavoro dipendente prestato

La confusione è che i due soggetti coinvolti, il datore di lavoro e l’INPS, rileveranno le imposte, sotto forma di ritenute,  per conto del lavoratore, basandosi su quanto da loro erogato, e non sul reddito totale.

Quindi, per il contribuente che e’ in cassa integrazione,  la predisposizione del modello 730 e’ obbligatoria, perché necessaria per quantificare i corretti saldi di imposta.

News 10 maggio 2021

Agevolazioni   IVA per disabili, le nuove linee guida del 2021 –

Ecco le agevolazioni fiscali per persone con disabilità e rispetto all’IVA per ciò che riguarda gli acquisti di:

  • Auto
  • Ausili tecnici
  • Ausili informatici

Le categorie che ne possono usufruire sono:

  • 1.         non vedenti e sordi
  • 2.         disabili con handicap psichico o mentale titolari  di accompagnamento
  • 3.         disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione
  • 4.         disabili con ridotte o impedite capacità motorie

Rispetto all’auto l’Iva al 4%, anziché al 22%,spetta sull’acquisto di autovetture nuove o usate, aventi cilindrata fino a

  • 2.000 centimetri cubici,  a benzina o ibrido
  • 2.800 centimetri cubici,  diesel o ibrido
  • di potenza non superiore a 150 kW se con motore elettrico.

Se il veicolo è venduto prima che siano trascorsi due anni dall’acquisto, va versata la differenza fra l’imposta dovuta in assenza di agevolazioni.

News 6 maggio 2021

Il decreto sostegni supporta i comuni nella riduzione della TARI  –

Sono oltre 600 milioni di Euro l’ammontare messo a disposizione nel 2021 per permettere ai comuni di ridurre il peso della TARI per le attivita’ economiche  colpite dalla pandemia.

Con l’art 6 rubricato “Agevolazione TARI” si permette che i comuni possono concedere riduzioni della TARI in misura superiore alle risorse assegnate:

  • su risorse proprie
  • oppure su risorse assegnate nel 2020

L’articolo 6 inserisce la possibilità per i comuni di ampliare le agevolazioni con oneri a carico del proprio bilancio o utilizzando risorse assegnate nel 2020 e non utilizzate.

Le città metropolitane, le province, i comuni, le unioni di comuni e le comunità montane beneficiari delle risorse di cui:

  • all’articolo 106 del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77,
  • e all’articolo 39 del  decreto legge 14 agosto 2020, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126,

News 5 maggio 2021

Erasmus + 2021, l’europa lavora anche su questo fronte  –

Il programma Erasmus+ che e’ conosciuto ad noi principalmente per lo scambio di giovani (progetti di mobilita’). La nuova dotazione per il periodo 2021-2027 e’ di oltre 28 miliardi di Euro e andranno a toccare tipo: l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport.

Il programma Erasmus+, che punta su istruzione e formazione  apprendimento formale e non formale e informale, punta a supportare e incoraggiare la partecipazione al programma di individui di tutte le età , la comprensione interculturale e l’inclusione nel mercato del lavoro.

Tra le principali azioni di questo programma ci sono:

  • Istruzione scolastica (compresa educazione e la cura della prima infanzia)
  • Istruzione e formazione professionale
  • Istruzione superiore
  • Gioventù
  • Educazione degli adulti
  • Sport
  • Jean Monnet

Il piu’ famoso ambito e’ quello della mobilita’, nel campo dell’istruzione e della formazione abbiamo:

  • progetto di mobilità per studenti e personale dell’istruzione superiore
  • progetto di mobilità per il personale e i discenti dell’istruzione degli adulti
  • progetto di mobilità per discenti e personale IFP
  • progetto di mobilità per gli alunni e per il personale scolastico;progetti di mobilità per i giovani, “scambi di giovani”
  • progetti di mobilità per animatori socioeducativi
  • attività di partecipazione dei giovani

News 4 maggio 2021

Sostegni bis: molte novita’ tra cui agevolazioni casa per  i giovani  –

Il nuovo decreto (ancora in bozza) Sostegni bis porta molte novieta’ tra cui:

  • Due mensilita’ aggiuntive al reddito di emergenza, il cui importo varia tra i 400 e gli 840 euro.
  • Proroga dello smart Working fino a settembre
  • Nuove indennita’ per il settore sportivo e del turismo con un sostegno “spot” di 2400 euro

Un nuovo capitolo nasce per i ragazzi sotto i 25 anni che potranno godere di agevolazioni per l’acquisto della prima casa, in dettaglio:

  1.  Esenzione totale dall’imposta di registro
  2. Gli onorari notarili sono ridotti al 50%
  3. I finanziamenti erogati per l’acquisto,  sono esenti dall’imposta sostitutiva delle imposte di registro, di bollo, ipotecarie e catastali e delle tasse sulle concessioni governative

News 3 maggio 2021

Proroga nel pagamento della cartelle esattoriali, rinviate al 31 maggio  –

Il 30 aprile attraverso un comunicato stampa del ministero dell’economia, e’ giunta la comunicazione di una proroga fino al 31 maggio 2021.

Alla luce della comunicazione non si dovranno  pagare, le seguenti cartelle:

– le cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione;

– gli avvisi di accertamento esecutivi (Si intendono quelli gia’ dati all’agenzia)

-gli atti di accertamento emessi dall’Agenzia delle dogane

– le ingiunzioni di pagamento

– gli accertamenti esecutivi

Sono prorogate anche le azioni esecutive e le notifiche di pagamento, resta il teminine del 30 giugno come nuova scadenza per il pagamento come previsto dallo stesso articolo 68 del decreto legge 17 marzo 2020, n.18.

resteranno sospese fino al 31 maggio anche i controlli da parte delle pubbliche amministrazione delle posizioni dei creditori per importi superiori a 5.000 euro (art. 48-bis d.p.r. 602/73).

News 29 aprile 2021

Telelavoro e tassazione, una spiegazione al problema  –

Il problema nasce da un dipendente italiano che lavora in telelavoro dal regno unito, in questo caso l’agenzia delle entrate ha risposto al quesito.

“anche se i risultati della prestazione lavorativa sono utilizzati in Italia, la tassazione del reddito deve avvenire solo nel Regno Unito, Paese in cui il telelavoratore è fisicamente presente e fiscalmente residente quando svolge la propria attività lavorativa”

L’agenzia delle entrate specifica che:

  • in base all’ordinamento interno, l’articolo 23, comma 2, lettera c), del TUIR stabilisce che si considerano prodotti in Italia «i redditi di lavoro dipendente prestato nel territorio dello Stato».
  • in base alla disciplina convenzionale, l’articolo 15 della Convenzione contro le doppie imposizioni tra Italia e Regno Unito, sottoscritta il 21 ottobre 1988 e ratificata con legge 5 novembre 1990, n. 329 prevede, al paragrafo 1, che «i salari, gli stipendi e le altre remunerazioni analoghe che un residente di uno Stato contraente riceve in corrispettivo di un’attività dipendente sono imponibili soltanto in detto Stato, a meno che tale attività non venga svolta nell’altro Stato contraente. Se l’attività è quivi svolta, le remunerazioni percepite a tal titolo sono imponibili in questo altro Stato».

La tassazione esclusiva dei redditi da lavoro dipendente nello Stato di residenza del beneficiario.

News 26 aprile 2021

Novita’ sul PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA (PNRR)  –

Il piano presentato dal Governo si basa su 4 principali assi portanti:

  • pubblica amministrazione
  • giustizia
  • semplificazione della legislazione e promozione della concorrenza.
  • riforma fiscale

Su queste 4 sfide il recovery plan investira’ parte delle risorse, in dettaglio ogni asse portante cerchera’ di migliorare il proprio settore portando anche delle importanti novita’.

La riforma della pubblica amministrazione, strada gia’ intrapresa dal procedente governo

  • migliora la capacità amministrativa a livello centrale che locale
  • formazione e promozione dei dipendenti pubblici
  • incentiva la semplificazione e la digitalizzazione
  • Si basa su una forte espansione dei servizi digitali

L’obiettivo è ridurre il carico burocratico che oggi caratterizza molte delle procedure legate alla PA

La riforma della giustizia

La riforma della giustizia ha l’obiettivo di  rivedere l’organizzazione degli uffici giudiziari. Nel campo della giustizia civile si semplifica il rito processuale, e si migliora il processo telematico.  In materia penale, il Governo intende:

  • riformare la fase delle indagini e dell’udienza preliminare
  • rendere più selettivo l’esercizio dell’azione penale e l’accesso al dibattimento
  • migliorare i termini di durata dei processi.

La riforma fiscale è tra le azioni basilari, l’obiettivo e’ una semplificazione ed evitare una frammentazione delle norme legate al fisco.

News 23 aprile 2021

Novita’ sul Congedo Covid 2021  –

L’INPS ha presentato la circolare  INPS 63 2021 con le istruzioni aggiornate per l’utilizzo del Congedo genitori 2021 per COVID . Pocca l’argomento del congedo indennizzato, il cosiddetto Congedo 2021 per genitori che hanno figli affetti da  Covid-19, in quarantena da contatto, ecco i casi in cui si puo’ beneficiare del congedo:

  • Assistere dei figli conviventi con eta’ inferiore ai anni 14
  • Figli affetti da disabilita’ in situazione di gravità accertata legge 104 1992, in questo caso non ci sono limiti all’eta’ dei figli assistiti ,

Il contributo puo’ essere fruito nel caso i genitori non possano svolgere il lavoro in Smart Working, oppure se il figlio interessato ha una disabilita’ grave. Per questi periodi di assistenza da casa viene riconosciuta un’indennita’ che arriva al 50% della retribuzione, inoltre il periodo e’ coperto da una contribuzione figurativa.

Qualora non ci fossero le condizioni, il lavoratore e’ tutelato rispetto al posto di lavoro in caso decida di astenersi dal posto di lavoro (in questo caso senza retribuzione o indennita’) ma gli verra’ garantito la conservazione del posto di lavoro .

Operativamente Il  congedo  può essere fruito da entrambi i genitori ma in giorni differenti senza distinzione di ruolo nei seguenti contesti:

  • per il periodo di quarantena da contatto
  • per i periodi di infezione da Covid-19
  • per il periodo di sospensione dell’attività didattica in presenza del figlio

News 22 aprile 2021

Proroga per molte strutture per le assemblee a distanza –

Viene prorogato fino al 31 luglio 2021 la posibilita’ di operare le assemblee a distanza vista l’emergenza Covid.  Il Legislatore in deroga ha previsto la possibilità per enti commerciali ed enti non commerciali di operare le assemblee con modalità  a distanza, tramite  videoconferenza, con la possibilità di esercitare il voto anche per corrispondenza o con modalità elettronica.

Possono essere svolte  le assemblee per l’approvazione del bilancio, anche tutte le assemblee, sia straordinarie che ordinarie.

Si ricorda che il termine ma si possono gia’ immaginare altre proroghe,  alla luce del perdurare della situazione epidemiologica del 31 luglio 2021 non riguarda la convocazione dell’assemblea, ma il suo effettivo svolgimento.

News 21 aprile 2021

Uniemens ecco i codici contratto da Maggio e Aprile 2021  –

novità per i  codici contratto all’interno del flusso Uniemens. Nella comunicazione n. 1618 del 20 aprile 2021 INPS comunica l’aggiornamento per maggio.

“vengono istituiti, con decorrenza dal periodo di paga maggio 2021, i seguenti nuovi codici dell’elemento <CodiceContratto> della sezione <PosContributiva> del flusso di denuncia Uniemens:

  • 561, relativo al “CCNL per il personale navigante su navi minori fino a 500 tsl e su navi veloci del trasporto passeggeri in acque marittime, lagunari, lacuali e fluviali – AIATP” (codice CNEL I396);
  • 562, relativo al “CCNL lavoratori edilizia e affini – AIESIL” (codice CNEL F08T).”

Si evidenzia che nel   messaggio n. 1248  del 24.3.2021 erano stati invece istituiti, con decorrenza dal periodo di paga aprile 2021, i seguenti nuovi codici dell’elemento <CodiceContratto> della sezione <PosContributiva> del flusso di denuncia Uniemens:

  • 556, relativo al “CCNL progettazione, lavorazione e rifinitura di interni, esterni, arredi e restauro – CONFLAVORO PMI” (codice CNEL F210);
  • 557, relativo al “CCNL per il personale amministrativo e produttivo delle agenzie di assicurazione in gestione libera – UNIPOLSAI, LEGACOOP” (codice CNEL J126);
  • 558, relativo al “CCNL per i dipendenti da aziende con incarico di operatori di vendita, viaggiatori e piazzisti – UNIMPRESA, UNIAP” (codice CNEL H103);
  • 559, relativo al “CCNL per i dipendenti da enti, aziende e associazioni del settore olistico – UNIMPRESA, UNIAP” (codice CNEL V248);
  • 560, relativo al “CCNL per i dipendenti da studi professionali – UNIMPRESA, UNIAP” (codice CNEL H44F).

News 20 aprile 2021

Detrazioni in arrivo sul 730 del 2021 –

L’art 66 del DL n 18 del 2020 definisce che per le donazioni in denaro e in natura, effettuate nel  2020, da persone fisiche  in favore di determinati soggetti  allo scopo di finanziare interventi per il supporto all’emergenza epidemiologica da covid 19 spetta:

  • una detrazione dall’imposta lorda pari al 30%
  • per un importo massimo di 30.000 euro

le strutture che possono beneficare delle donazioni sono:

  • lo Stato,
  • le regioni
  • enti locali territoriali
  • enti o istituzioni pubbliche
  • di fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro
  • enti religiosi civilmente riconosciuti

la ratio che sta dietro la norma spiega: “ai fini della valorizzazione delle erogazioni in natura di cui ai commi 1 e 2, si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni di cui agli articoli 3 e 4 del decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali 28 novembre 2019, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 24 del 30 gennaio 2020“.

News 19 aprile 2021

1 giugno per il passaporto vaccinale? –

Il Green Pass o passaporto vaccinale dovrebbe essere pronto dal 1 giugno del 2021, per garantire a tutti una migliore circolazione nei paesi comunitari. Queste sono le intenzioni del Commissario Europeo Thierry Breton.

Il Green pass si dovrebbe muovere su 3 livelli:

Il certificato indicherà  che la persona:

  • è stata vaccinata
  • ha ottenuto un risultato negativo del test
  • ha gia’ avuto il Covid senza conseguenze

Il portogallo nella figura del suo premier Costa ha dichiarato “ abbiamo bisogno di soluzioni che funzionino in tutti gli Stati membri e il certificato verde digitale viene fornito per facilitare la circolazione sicura e libera”, inoltre ha affermato  “accolgo con favore questo primo passo. Ciò dimostra che siamo pronti a impegnarci in modo costruttivo con il Parlamento europeo e la Commissione per continuare a muoverci rapidamente su queste proposte, in modo che il certificato sia pienamente operativo quest’estate”.

Il certificato dovrebbe contenere:

  • nome,
  • data di nascita
  • data di rilascio
  • informazioni pertinenti su vaccino/test/ guarigione
  • identificativo unico

Viaggiare in Europa con il certificato green pass, il certificato verde digitale sarà accettato dell’UE e permetterà che le restrizioni attualmente in vigore possano essere gestite in modo univoco.

News 16 aprile 2021

I luoghi di lavoro e il protocollo Covid 19 –

Alla presenza del ministro della salute e di quello del lavoro e’ stato firmato il “Protocollo condiviso di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19 negli ambienti di lavoro”. Il protocollo detta le regole e le procedure per la gestione del Covid in ambiti lavorativi, particolare ruolo in questo processo hanno avuto le sigle sindacali.

Il protocollo recita:

“Il documento tiene conto delle misure di contrasto e di contenimento della diffusione del SARS-CoV-2/COVID-19 negli ambienti di lavoro, già contenute nei Protocolli condivisi sottoscritti successivamente alla dichiarazione dello stato di emergenza, in particolare il 14 marzo e il 24 aprile 2020, sviluppati anche con il contributo tecnico-scientifico dell’INAIL.

Le misure sono aggiornate tenendo  conto dei vari provvedimenti adottati dal Governo e, da ultimo, del dPCM 2 marzo 2021, nonché di quanto emanato dal Ministero della salute. A tal fine, contiene linee guida condivise tra le Parti per agevolare le imprese nell’adozione di protocolli di sicurezza anti-contagio, ovverosia Protocollo di regolamentazione per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV2/COVID-19 negli ambienti di lavoro. 

La prosecuzione delle attività produttive può infatti avvenire solo in presenza di condizioni che assicurino alle persone che lavorano adeguati livelli di protezione. 

La mancata attuazione del Protocollo, che non assicuri adeguati livelli di protezione determina la sospensione dell’attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza. Pertanto, le Parti convengono sul possibile ricorso agli ammortizzatori sociali, con la conseguente riduzione o sospensione dell’attività lavorativa, al fine di permettere alle imprese di tutti i settori di applicare tali misure e la conseguente messa in sicurezza del luogo di lavoro. Unitamente alla possibilità per l’azienda di ricorrere al lavoro agile o da remoto e agli ammortizzatori sociali, soluzioni organizzative straordinarie, le Parti intendono favorire il contrasto e il contenimento della diffusione del virus. 

È obiettivo prioritario coniugare la prosecuzione delle attività produttive con la garanzia di condizioni di salubrità e sicurezza degli ambienti di lavoro e delle modalità lavorative. (…)

Ferma la necessità di aggiornare il Protocollo condiviso di regolamentazione per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19 che preveda procedure e regole di condotta, va favorito il confronto preventivo con le rappresentanze sindacali presenti nei luoghi di lavoro, e per le piccole imprese le rappresentanze territoriali come previsto dagli accordi interconfederali, affinché ogni misura adottata possa essere condivisa e resa più efficace dal contributo di esperienza delle persone che lavorano, in particolare degli RLS e degli RLST, tenendo conto della specificità di ogni singola realtà produttiva e delle situazioni territoriali”.

News 15 aprile 2021

Esame avvocati, ai banchi di partenza, si inizia il 20 maggio –

Il 13 aprile la camera ha approvato il disegno di legge per lo svolgimento degli esami da avvocato nell’ambito dell’emergenza Covid con una larga maggioranza.

Marta Cartabia, ministro della giustizia ha fissato nel 20 maggio l’inizio delle prove per l’esame di stato per poter essere abilitati alla professione forense. Particolare attenzione e’ stata data agli esaminatori, che sono oltre 1500 tra docenti, avvocati, e magistrati. A causa dell’emergenza gli esami per questa occasione potranno svolgersi da remoto per la parte orale.

Sono perviste 2 prove orali, la prima di carattere preselettivo, e  viene richiesto un lavoro tecnico paratico rispetto alle seguenti materie:

  • diritto civile
  • diritto penale
  • diritto amministrativo

Nella seconda prova il candidato ha a disposizione 45/60 minuti per 5 materie oltre quelle di deontologia e ordinamento. In questa prova dovra’ scegliere tra diritto civile e pensale e una tra processuale civile e processuale penale.

In caso di impossibilita’ o in presenza di sintomi il candidato puo’ chiedere una nuova data per lo svolgimento della prova, che si dovra’ svolgere entro e non oltre 10 giorni dalla fine dell’impegimento.

News 14 aprile 2021

Nuove agevolazioni per il mondo della cooperazione, si parte il 23 aprile –

Con il decreto del 31 marzo il MISE fa partire le agevolazioni per le cooperative, si tratta di tre filoni di finanziamenti agevolati. Le richieste possono iniziare dal 23 Aprile a favore di piccole e medie strutture, in dettaglio viene agevolato:

  • della nascita delle società cooperative
  • dello sviluppo delle società cooperative
  • del consolidamento delle società cooperative

le agevolazioni concedibili devono rispettare i seguenti criteri:

  • hanno una durata non inferiore a 3 anni e non superiore a 10 anni, comprensivi di un periodo di preammortamento massimo di 3 anni;
  • sono rimborsati secondo un piano di ammortamento a rate semestrali costanti posticipate, scadenti il 31maggio e il 30 novembre di ogni anno;
  • sono regolati a un tasso di interesse pari allo zero per cento;
  • nel caso vengano concessi a fronte di nuovi investimenti, possono coprire l’intero importo del programma di investimento;
  • sono concessi per un importo non superiore a 5 volte il valore della partecipazione già detenuta dalla società finanziaria nella società cooperativa beneficiaria, e in ogni caso per un importo complessivamente non superiore ad euro 2.000.000,00.

News 13 aprile 2021

Cassa commercialisti, incentivi per i neoiscritti –

Fino a 10.000 € per i neo iscritti alla cassa dei commercialisti per supporto all’acquisto di PC, mobili e software. Sono questi gli incentivi messi in campo dal nuovo bando i nuovi commercialisti iscritti.

Il contributo messo a disposizione e’ di oltre 3.000.000 di euro ed e’ destinato  a studi associati, società tra professionisti e triti tra professionisti.

Possono partecipare al bando i neo-iscritti alla Cassa Dottori Commercialisti, dovranno rispettare i seguenti livelli reddituali  , dichiarati nell’anno 2021 (produzione reddito 2020)

numero componenti

famigliari

reddito  imponibile
1 36.300,00
2 47.150,00
3 54,400,00
4 59.750,00
5 64.250,00
6 67.350,00
7 o più 69.100,00

Il contributo per i  singoli professionisti che abbiano acquistato  sarà pari al 50% delle spese documentate per l’anno 2021, al netto dell’IVA.

Per acquisti di beni strumentali riferibili a Studi associati o STP il limite del 50% si applica al singolo richiedente. Il contributo erogato non potrà, superare il minore importo tra il 50% di quello indicato in  presentazione della domanda e 5mila euro.

News 12 aprile 2021

Apertura delle richieste per il bonus “baby sitter” 2021 –

Possono accedere alla corresponsione di uno o piu’ bonus per il bonus di baby-sitting  le seguenti categorie:

  • i medici infermieri tecnici di laboratorio,  tecnici radiologi ,operatori socio-sanitari
  • i lavoratori iscritti alla gestione separata INPS
  • i lavoratori autonomi iscritti alle casse previdenziali private
  • per i figli conviventi minori di anni 14 e figli disabili, senza limiti di età
  • il personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico

Questo e’ possibile con l’ultima legge di bilancio. La procedura e’ attiva del 9 aprile del 2021, sono indicate le procedure, le caratteristiche gli importi e le categorie che ne hanno diritto.

Il bonus viene fornito con il libretto famiglia  INPS, accessibile  alla piattaforma INPS che trovare le link sottostante 

piattaforma inps

la procedura prevede che INPS accrediti sul libretto telematico gli importi relativi ai periodi richiesti verra’ ricevuto l’accredito sul suo conto dall’INPS  entro il mese successivo

News 9 aprile 2021

Novità nei contratti a termine? Se ne sta parlando –

Il sole 24 ore si è fatto promotore di alcune riflessioni sulla flessibilta’ del rapporto di lavoro ed in particolare sui contratti a termine. Varie forze politiche chiedono al governo di ampliare e modificare l’attuale normativa, in dettaglio si vanno a toccare i seguenti punti:

  • ampliare  a 36 mesi il periodo ora fissato a 24 mesi
  • inserire incentivi  per le assunzioni di personale temporaneo
  • abolire la contribuzione  addizionali

Sono delle richieste che arrivano dal mondo delle aziende, sulla base si un modello usato in Francia.

In dettaglio il  sottosegretario al Lavoro, Tiziana Nisini della Lega cita:

«In una fase come questa vanno allargate le maglie della flessibilità concedendo ai lavoratori qualsiasi opportunità di lavoro subordinato anche se a termine. Quando termineranno le misure emergenziali occorrerà sostenere i datori a creare occupazione. Ho presentato al ministro Orlando un pacchetto di proposte per valorizzare la flessibilità buona da inserire nell’iter di conversione del decreto Sostegni. Ad esempio, come Lega abbiamo chiesto di non computare nelle durate i contratti a tempo determinato stipulati durante il periodo di pandemia, e in ogni caso di riportare la durata massima a 36 mesi almeno per i rapporti instaurati entro il 31 dicembre 2022. Sono poi favorevoli ad affidare le causali alla contrattazione collettiva. Con il prossimo scostamento di bilancio, affronteremo anche il tema dei contributi addizionali, 1,4 sui nuovi contratti, oltre 0,5 per i rinnovi, che ritengo doveroso eliminare».

Anche dal PD tramite Debora Serracchiani  si cerca di centrare l’obiettivo di valorizzare l’autonomia negoziale delle parti sociali  rispetto ai contratti a tempo determinato.

News 8 aprile 2021

Licenziamento per giustificato motivo, le ragioni della sentenza –

La Corte costituzionale nel mese di febbraio presenta, la propria decisione   sul tema dell’art. 18 della legge 300 1970,  in particolare sulla facoltà, data al giudice,  di decidere se far rientrare nel posto di lavoro  un lavoratore licenziato  per un motivo che risulti insussistente, invece dell’obbligo di reintegra nei licenziamenti per giusta causa.

Il primo aprile e’ stata pubblicata la motivazione della sentenza, il testo presentato recita:

 La Corte costituzionale, riunita oggi in camera di consiglio, ha esaminato la questione di legittimità sollevata dal Tribunale di Ravenna sull’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, come modificato dalla cosiddetta legge Fornero (n. 92 del 2012), là dove prevede la facoltà e non il dovere del giudice di reintegrare il lavoratore arbitrariamente licenziato in mancanza di giustificato motivo oggettivo. In attesa del deposito della sentenza, l’Ufficio stampa della Corte costituzionale fa sapere che la questione è stata dichiarata fondata con riferimento all’articolo 3 della Costituzione. La Corte ha ritenuto che sia irragionevole – in caso di insussistenza del fatto – la disparità di trattamento tra il licenziamento economico e quello per giusta causa: in quest’ultima ipotesi è previsto l’obbligo della reintegra mentre nell’altra è lasciata alla discrezionalità del giudice la scelta tra la stessa reintegra e la corresponsione di un’indennità.

La Consulta ha accolto   definisce  dunque  l’obbligo della tutela reintegrando il lavoratore nei i casi in cui venga accertata l’ insussistenza del fatto oggettivo, chiudendo la possibilità di decisione data al giudice.

News 7 aprile 2021

Continua il bonus cultura per i 18enni –

Buone notizie per i ragazzi che sono nati nel 2002, si tratta del bonus cultura che consente di richiedere 500€  per molti acquisti , come libri, corsi, teatro, musica, ecc., questo bonus e’ possibile richiederlo fino al 2021.

Con la pubblicazione del 17 marzo del 2021, il bonus introdotto con la legge di bilancio del 2019 resta attivo. I 500€ stanziati possono essere richiesti tramite l’APP https://www.18app.italia.it/ si ricevera’ una carta che spetta a tutti residenti in italia anche a quelli in possesso del permesso di soggiorno.

Per procedere si devono fare i seguenti passi:

  •  richiedere lo  Spid
  • con l’idendità spid entrare nei servizi della PA
  • Andare al sito www.18app.italia.it  o con l’applicazione 18app
  • Generare i buoni, se ne possono fare 2, uno per effettuare gli acquisti online oppure  presso i negozi degli esercenti convenzionati

Ecco il sito con le FAQ di cosa si puo’ fare con il bonus

https://www.18app.italia.it/static/Domande_Frequenti_Esercenti-pdf.pdf

Ecco un estratto:

  • biglietti per teatro e cinema e spettacoli dal vivo;
  • libri;
  • accesso a musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi naturali;
  • corsi di musica;
  • corsi di teatro;
  • corsi di lingua straniera.

News 6 aprile 2021

Supporto all’ordine dei giornalisti nel nuovo decreto sostegno –

Per i giornalisti partita iva che rientrano nelle specifiche del decreto sono previsti dei sostegni rispetto al fatturato del 2019. Partendo dal fine marzo e fino a fine maggio anche i giornalisti possono chiedere dei contributi a fondo perduto, la domanda va presentata all’agenzia delle entrate.

Il contributo vale per compensi entro i 100.000, a condizione che si possa dimostrare un calo del 30% rispetto al periodo precedente come fatturato mensile. IOn questo caso verrà erogato un contributo il 60’% della perdita mensile con un tetto minimo di 1000 €.

Tale contributo a fondo perduto potrà essere ricevuto su conto corrente o come credito d’imposta da compensare con il prossimoF24.

News 2 aprile 2021

Buona Pasqua da tutto lo staff dello studio Commercialisti Pistilli

News 2 aprile 2021

Concorsi pubblici si semplificano le procedure  –

Al fine di accelerare i tempi di assunzione da parte della pubblica amministrazione alcuni (non tutti) concorsi pubblici saranno “semplificati”, si tratta di una procedura che segue il nuovo decreto Draghi,  in particolare negli articoli 10 e 11. Tra le varie novita’ anche lo sblocco del concorso per magistrati.

In dettaglio ecco alcune delle novita’:

  • Una sola prova scritta e di una prova orale per i concorsi per il reclutamento di personale non dirigenziale
  • Utilizzo di strumenti informatici, in particolare, la videoconferenza per la parte orale, ovviamente sara’ garantita  l’identificazione della persona, la tracciabilita’ e la tutale dei dati personali ;
  • sara’ presente una  valutazione dei titoli e dell’esperienza professionale

Queste nuove regole saranno applicate anche a concorsi gia’ presenti e banditi dalla pubblica amministrazione, mentre per i nuovi bandi si prevede una sola prova scritta e una prova orale con le indicazioni date.

Anche per il concorso magistrati saranno previste delle attenzioni particolari vista l’attuale situazione. In particolare si fa riferimento al concorso del 29 ottobre 2019.

News 1 aprile 2021

Vaccino obbligatorio per i sanitari e farmacisti –

Il nuovo decreto Covid punta chiaramente su un rafforzamento delle misure per il contrato al virus, e lo fa indicando la via della vaccinazione obbligatoria per alcune categorie di persone che sono a contatto con un popolazione piu’ fragile, in dettaglio i sanitari e i farmacisti.

La norma prevede quindi un obbligo di vaccinazione, ma se c’e’ il rifiuto del soggetto questo viene spostato in un settore dove non ha rapporti con il pubblico e dove puo’ svolgere la sua nuova mansione, in caso non ci siano le condizioni si puo’ arrivare ad una sospensione non retribuita.

Il testo cita “in considerazione della situazione di emergenza epidemiologica da SARS-CoV-2, fino al il 31 dicembre 2021, al fine di tutelare la salute pubblica e mantenere adeguate condizioni di sicurezza nell’erogazione delle prestazioni di cura e assistenza gli esercenti le professioni sanitarie e   gli operatori di interesse sanitario che svolgono la loro attività 

  • nelle strutture sanitarie, sociosanitarie e socio-assistenziali, pubbliche e private
  •  farmacie, parafarmacie e 
  • studi professionali 

sono obbligati a sottoporsi a vaccinazione gratuita per la prevenzione dell’infezione da SARS-CoV-2.”

Essendo categorie critiche la vaccinazione diventa un elemento fondamentale e critico per lo svolgimento della propria professione. Ovviamente in caso di presenza di patologie critiche o di accertato pericolo il vaccino puo’ essere omesso o differito.

News 31 marzo 2021

Arriva l’assegno unico per i figli, la legge e’ stata “finalmente” approvata –

Era richiesta da tempo una riforma sul fronte degli assegni per i figli, e ora con un volto unanime e’ stata approvata. Sono stati stanziati i fondi nella legge di bilancio del 2021 e da luglio speriamo che si parta davvero.

La cornice dell’assegno passa dal “family act”  voluto dalla ministra Bonetti, che indica “il rafforzamento dei servizi come asili nido e il tempo pieno nelle scuole medie per favorire  soprattutto la partecipazione delle donne al mercato del lavoro»”, parte dei fondi sono stati presi dal Recovery Plan e dal supporto economico che stiamo ricevendo dall’europa.

IN dettaglio questo nuovo assegno va a toccare i seguenti punti:

l’assegno è universale interessa tutte le famiglie con figli :

  • una quota variabile modulata sulla condizione economica del nucleo familiare, sulla base dell’ISEE .
  •  L’ importo  previsto va da un minimo di 40  euro mensili in quota fissa a 250 euro, per i figli da 0 a 18 anni, aumentati del 20% per i figli successivi al primo.

La durata dell’assegno puo’ arrivare fino a 21 anni, se il figlio sarà ancora a carico della famiglia; particolare la possibilita’ che l’importo vada al figlio, se maggiorenne, se e’ fuori sede per motivi di studio

Per i minorenni, l’assegno è riconosciuto per ciascun figlio fino al compimento del diciottesimo anno di età, si ha un’incremento dell’assegno per ogni figlio oltre il secondo.

Un’attenzione particolare  ai figli con disabilità, l’assegno viene incrementato dal 30% al 50% per cento, con maggiorazione secondo le classificazioni della disabilità del figlio.

News 30 marzo 2021

Il bilancio 2020 una breve guida –

Obbligo degli amministratori e’ quello di preparare il bilancio dell’anno seguendo alcune regole:

  • Progetto di bilancio, strutturato in stato patrimoniale, conto economico, rendiconto finanziario e nota integrativa  e dal Rendiconto finanziario. Il D.lgs. 139/2015, ha previsto l’obbligo di redazione del Rendiconto finanziario per tutte le imprese di grandi dimensioni, per migliorare l’informativa sulla situazione finanziaria della società.
  • Consultazione del bilancio – per dar modo ai soci o chi ne abbia titolo di visionare il bilancio, questo deve essere depositato presso la sede della societa’ nei 15 giorni precedenti all’assemblea, oltre il bilancio deve essere disponibile anche la relazione sulla gestione.
  • Il bilancio deve essere approvato entro:
    • entro 120 giorni dalla chiusura d’esercizio (termine ordinario);  il termine scade il 30.04.2021
    • entro 180 giorni dalla chiusura d’esercizio (termine straordinario);  il termine scade il 29.06.2021
    • Le modalita’ di convocazione cambiano in base che si tratti di Srl o di SpA, in questo caso si deve prestare attenzione se siano quotate o meno, avendo regole diverse.

Ecco una tabelle con le scadenze :

Deposito presso la sede sociale  14.06.2021

Convocazione soci (società non quotate) 21.06.2021

Approvazione bilancio 29.06.2021

Deposito bilancio 29.07.2021

News 29 marzo 2021

Nuove pagine di spiegazione da parte delle agenzie dell’entrate con un Vademecum rispetto al tema della riscossione, e cartelle di pagamenti  –

Attraverso un comunicato stampa del 26 marzo l’agenzia delle entrate ha pubblicato una serie di FAQ sulle indicazioni sulle notifiche e le cartelle esattoriali.

  • Le notifiche degli atti sono stati prorogati al 30 aprile. n precedenza era 28 febbraio 2021 il periodo di sospensione per la notifica di nuove cartelle, avvisi e di tutti gli altri atti dell’Agenzia delle entrate. Mentre le attivita’ di notifica dei vari atti in capo all’agenzia delle entrate e’ stata sospesa fino al 20 marzo.
  • Cancellazione dei debiti fino ad un importo massimo di 5.000 € .  Grazie al Decreto Sostegni prevede la cancellazione dei debiti di importo , fino a 5 mila euro, comprensivi di interessi. Rientrano su questi benefici dello stralcio dei debiti le persone fisiche che nell’anno di imposta 2019 o nel periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2019, hanno conseguito redditi imponibili di massimo  30 mila euro.
  • Sospese la procedure di riscossione per i pignoramenti.  Sospesi fino al 30 aprile 2021 gli obblighi derivanti dai pignoramenti di terzi effettuati prima della data di entrata in vigore del decreto Rilancio, circa stipendi, salari, altre indennità relative al rapporto di lavoro o impiego.
  • Spostato il termine dal 28 febbraio 2021 al 30 aprile 2021 di sospensione dei versamenti delle entrate tributarie  collegate a cartelle di pagamento. Tutti i versamenti degli atti sospesi devono essere effettuati entro il 31 maggio 2021.
  • Cambio di scadenze per la rottamazione/ter e il saldo e stralcio. Con il decreto Sostegni, per garantire una maggiore flessibilità nei pagamenti, si e’ posticipato il termine delle rate della “rottamazione-ter”  e del “saldo e stralcio”. Il pagamento previsto nel 2021,  dovrà avvenire entro il 30 novembre 2021.

News 25 marzo 2021

L’agenzia delle entrate chiarisce  l’imposta sui servizi digitali –

Il 23 aprile 2021, l’agenzia delle entrate ha presentato un documento che indica i dettagli della legge del 2019 sulle grandi aziende nel settore dei servizi digitali. IN dettaglio  è dovuta da aziende, anche non residenti, con ricavi di almeno 750 milioni di euro, con  almeno 5,5 milioni di euro di ricavi derivanti da determinati servizi digitali ovviamente in Italia.

Il versamento e’ stato prorogato al maggio 2021. L’imposta ammonta al 3% dei ricavi derivanti servizi digitali realizzati da imprese di grandi dimensioni.

In merito all’ambito di applicazione dell’imposta si danno approfondimenti sul contenuto di ciascuno dei servizi digitali indicati:

  • creazione di pubblicità, in particolare sulla rete internet, si potrebbe pensare a Google.
  • software che mettono in contatto gli utenti  promuovendo la fornitura diretta di beni o servizi, Ebay e Amazon
  • gestione di dati raccolti da utenti e generati dall’utilizzo di software, esempio Facebook

Tutti i giganti del web sono quindi coinvolti in questa nuova tassa che permette di superare il problema della sede in italia.

News 24 marzo 2021

Pagamento della retribuzione solo   con mezzi tracciabili –

Dal 1 luglio del 2018 si ha l’obbligo per il datore di lavoro di procedere al pagamento solo con mezzi tracciabili e altresì di tenere la documentazione collegata.  L’ispettorato nazionale del lavoro (INL) in una nota fa notare che se anche il lavoratore firma la ricevuta sulla busta paga che il pagamento e’ avvenuto norma con l’ausilio di mezzi tracciabili, questo non costituisce prova dell’adempimento del datore di lavoro (nota del 2021 n. 473 dell’INL).

Si rammenta che dal 2018 sono valide solo le seguenti modalita’ di pagamento tracciabili:

  1. pagamento in contanti presso lo sportello bancario dove ci sia un conto dedicato
  2. emissione di assegno consegnato direttamente al lavoratore
  3. bonifico sul conto dal lavoratore
  4. pagamento elettronico, in tutte le sue forme

Viene fato notare che la violazione e’ valida anche se il pagamento viene effettuato con i mezzi descritti dalla norma, ma poi revocato o annullato, tale indicazione viene indicata dalla nota del 22 maggio del 2018.

La sanzione amministrativa per le inadempienze sopra indicate vanno da 1.000 a 5.000 per ogni lavoratore per cui non si sono rispettate le relative norme.

News 23 marzo 2021

Cambia il mondo del fitness, e degli enti sportivi, sia a livello professionale che dilettantistico  –

Il nuovo testo pubblicato in Gazzetta Ufficiale porta molti cambiamenti nel settore degli enti sportivi. I principali punti del decreto puntano ai seguenti obiettivi:

  1. aumentare il valore culturale, sociale dell’attività sportiva, come strumento per i migliori stili di vita
  2. Incrementare l’attività motoria, l’esercizio fisico strutturato sia nelle persone sane che in quelle affette da particolari patologie
  3. MIgliorare gli ambienti sportivi e di praticare sport in un ambiente sicuro e sano;
  4. Aumentare la pari opportunità delle donne nelle prestazioni di lavoro sportivo, in tutti gli ambiti e gli sport
  5. Permettere la pratica sportiva dei cittadini con disabilita’, e quindi migliorare gli impianti sia per l’accesso che per la fruizione
  6. migliorare la  disciplina organica del rapporto di lavoro sportivo, per tutti gli addetti dello sport
  7. valorizzare la formazione dei lavoratori sportivi,  non solo sportiva, ma anche culturale ed educativa,
  8. promuovere e tutelare il volontariato sportivo;
  9. valorizzare la figura del laureato in scienze motorie

nasce il lavoratore sportivo, senza distinzione fra settore professionistico  dilettantistico, e punta a garantire le tutele lavoristiche e previdenziali per tutti i lavoratori sportivi.

News 22 marzo 2021

Nuove misure per il mondo del lavoro, dal blocco dei licenziamenti, alla cassa integrazione e molto altro  –

Con il decreto sostegni, si e’ messo mano anche al mondo del lavoro, in particolare sono state attivate le seguenti misure in termini di ammortizzatori sociali e di azioni a contrasto della poverta’:

  1. blocco dei licenziamenti fino al 30 giugno 2021;
  2. la proroga della Cassa integrazione
  3. il rinnovo  per 90 giorni  del Reddito di emergenza
  4. aumento del Fondo per il sostegno degli enti del terzo settore
  5. il rifinanziamento, del Fondo sociale per occupazione e formazione;
  6. una indennità per i lavoratori stagionali
  7. il riattivazione del fondo per il Reddito di Cittadinanza

Una buona notizia arriva dal ministro Orlando che ha imposto una semplificazione nella gestione delle richieste, queste infatti saranno gestite con la stessa procedura per la richiesta della Cassa Integrazione.

News 22 marzo 2021

Contributo a fondo perduto, aumentano i contributi.  –

Con il decreto dei ministri approvato il 19 marzo si sono definiti i margini di contributo a fondo perduto, superando il grave problema dei codici ATECO.

I primi a beneficiarne sono le partite IVA alle seguenti condizioni:

  • avere attività d’impresa
  • lavorare nel settore dell’arte o professione
  • essere imprese agricole

I contributi possono essere erogati se i richiedenti hanno avuto una calo di almeno il 30% rispetto al fatturato dell’anno precedente, in particolare del 2019.

Il calcolo contributivo segue il seguente schema:

  1. 60%  con ricavi  non superiori a 100.000;
  1. 50%  con ricavi  non superiori a 100.000 e fino a 400.000
  2. 40%  con ricavi  non superiori a 400.000 e fino a 1.000.000
  3. 30%  con ricavi  non superiori a 1.000.00. e fino a 5.000.000
  4. 20%  con ricavi  non superiori a 5.000.000 e fino a 10.000.000

News 18 marzo 2021

Il passaporto vaccinale, una speranza concreta.  –

Al vaglio della Commissione UE, c’e’ tra le varie azioni quello del certificato vaccinale, una soluzione che introduce 2 elementi importanti. Dare un’orizzonte di normalita’ al periodo estivo e rivalorizzare la circolazione delle persone dellìUE.

 “Vogliamo aiutare i paesi membri a ristabilire la libertà di circolazione in modo sicuro, responsabile e affidabile” ha dichiarato  Ursula von der Leyen in una conferenza stampa.

Per raggiungere tale obiettivo si punta su su 3 elementi per garantire la libera circolazione:

  • Se la persona è guarita dalla COVID-19.
  • Se è stata vaccinata contro la COVID-19
  • Se ha ottenuto un risultato negativo al test di controllo.

Il certificato verde o passaporto vaccinale o il nome che avra’ in futuro, sembra essere ben accolto da tutti i paesi membri, e dalle persone che avranno uno stimolo in piu’ a vaccinarsi e a superare questa fase.

L’idea e’ che nei  viaggi, tutti i cittadini dell’UE in possesso di un certificato verde digitale saranno dalle restrizioni sulla libera circolazione come per i cittadini dello Stato membro visitato.

News 17 marzo 2021

Lo SPID a portata di tutti, davvero.  –

Lo SPID è ad oggi uno strumento necessario per interagire con la Pubblica Amministrazione, per moltissime operazioni, come pagare le tasse scolastiche, visualizzare e consultare il 730, ma anche per tutti i pagamenti legati al PAGOPA.

FIno ad ora la procedura per lo SPID non era complicata, ma richiedeva di passare da uno dei gestori autorizzati, esempio le poste. Da gennaio 2021, le cose cambiano e si potrà fare anche in tabaccherie, sono molte quelle che aderiscono a questa iniziativa, al costo orientativo di 9 /10 euro. L’idea e’ di agevolare le persone che non sono molto esperte di queste procedure e dargli uno strumento in piu’ per facilitare la procedura.

Potete trovare su questo sito

https://locator.mooney.it/

le tabaccherie (sono oltre 5.000) che aderiscono all’iniziativa. dopo circa 3/4 giorni lo SPID infocert viene attivato. La procedura e’ semplice :

  1. Primo passo, registrarsi come Utente INFOCERT  sul sito  
  2. Attivare l’opzione  RICONOSCIMENTO DI PERSONA
  3. selezionare l’opzione  IN TABACCHERIA  al costo di circa 9 €
  4. Il sito Infocert abbina la richesta con la tabbaccehria  richiesta di SPID  e viene attivato un codice identificativo
  5. Andando alla tabaccheria con il codice ricevuto , il documento di identità registrato e la tessarasanitaria/codice fiscale possiamo attivare il tutto
  6. Il tabaccaio effettua il riconoscimento facciale   e genera le credenziali SPID INFOCERT

News 16 marzo 2021

Bonus “facciate” valido anche per i muri interni  –

L’agenzia delle entrate ha chiarito il tema del bonus facciate rispetto ai muri interni. Si tratta di un argomento dibattuto rispetto alla visibilita’ della facciata dal suolo pubblico. In questo caso il bonus del 90% e’ valido ed richiedibile, ecco la risposta dell’agenzia delle entrate:

 .. in considerazione di tali chiarimenti, sul presupposto essenziale che la porzione di immobile su cui sono operati gli interventi risulti visibile da suolo ad uso pubblico e sia stipulata in tale senso apposita convenzione con l’Amministrazione Comunale che ne disciplini l’uso, si ritiene che gli interventi operati sulla facciata possano fruire della detrazione cd. bonus facciate (ferma restando la sussistenza degli ulteriori requisiti, che non sono oggetto della presente risposta). 

Il bonus facciate si ricorda non pone un limite di spesa, e contribuisce fino al 90%, il periodo nato per l’anno 2020, e’ poi stato prolungato fino al 2021.

News 15 marzo 2021

Pannelli fotovoltaici e bonus del 110% buone notizie  –

Con un chiarimento del 10 marzo l’agenzia delle entrate ha chiarito che l’accesso al superbonus del 110% riferito agli impianti solari puo’ anche essere installato sul terreno se di pertinenza del beneficiario e non solo sul tetto dell’immobile. Questo chiarimento semplifica e amplia di molto quelli che possono essere i lavori svolti in zone di campagna o su edifici rurali.

La detrazione è calcolata su un complessivo massimo di euro 48.000 e, comunque, nel limite di spesa di euro 2.400 per ogni kW di potenza nominale dell’impianto solare fotovoltaico. La detrazione è valida anche in caso di installazione  successiva, alle stesse condizioni, negli stessi limiti di importo e ammontare complessivo previsti per gli interventi di installazione di impianti solari e, comunque, nel limite di spesa di euro 1.000 per ogni kWh.

L’agenzia chiarisce che  le spese relative a taluni specifici interventi finalizzati alla riqualificazione e alla adozione di misure antisismiche degli edifici (cd. interventi “trainanti”) nonché ad ulteriori interventi, realizzati congiuntamente ai primi (cd. interventi “trainati”):

  • parti comuni di edifici residenziali in “condominio” (sia trainanti, sia trainati)
  • singole unità immobiliari residenziali e relative pertinenze all’interno di edifici in condominio (solo trainati)
  • edifici residenziali unifamiliari e relative pertinenze (sia trainanti, sia trainati)
  • unità immobiliari residenziali funzionalmente indipendenti e con uno o più accessi autonomi (sia trainanti, sia trainati)

News 12 marzo 2021

Congedo parentale per il padre, ecco le nuove regole –

Con la nuova legge di bilancio, sono state introdotte anche delle nuove regole per il congedo parentale e sono state aumentate le giornate a disposizione del padre fino a 10, in dettaglio:
  1. il congedo obbligatorio per i padri lavoratori dipendenti  è aumentato a 10 giorni  mentre resta attivo il congedo ulteriore facoltativo
  2.  la tutela del congedo dei padri  si applica  anche nel caso di morte perinatale del figlio.

Per maggiori dettagli si puo’ vedere il sito INPS, nella circolare 42 dell’11.3.2021 .

Nella circolare n. 40/2013, si evidenzia che sono tenuti a presentare domanda all’INPS  il congedo obbligatorio per le nascite avvenute nel corso del 2021 i lavoratori per i quali il pagamento delle indennità è erogato direttamente dall’INPS.

Nel caso in cui le indennità siano anticipate dal datore di lavoro, e’ a carico dei lavoratoi comunicare in forma scritta al proprio datore di lavoro la fruizione del congedo, evitando di presentare domanda all’Istituto.

News 11 marzo 2021

Patto per l’innovazione del lavoro pubblico e la coesione sociale, il mondo della PA vuole cambiare –

Il neo ministro Brunetta, vuole cambiare la pubblica amministrazione e propone un piano che passa attraverso 4 punti:
  1. Accesso al reclutamento delle persone, con un cambio di rotta rispetto a quelli che erano i concorsi pubblici fatti in modo analogico, si punta quindi a bandi completamente digitali
  2. Buona amministrazione, che cerca di superare l’annoso problema della semplificazione delle procedure, da sempre uno scoglio con cui ciascuno una volta nella vita si e’ dovuto confrontare.
  3. Valorizzare la persona, il capitale umano, cosi’ lo ha chiamato il ministro, favorendo un principio meritocratico delle concorrenza sia interna che esterna, portando quindi anche il settore privato nell’ambito delle carriere e della formazione.
  4. Digitalizzazione, seguire il tracciato gia’ marcato della precedente ministra Dadone nei governi Conte.
Circa la semplificazione uno dei punti piu’ discussi e’ la riduzione deli limiti dell’abuso d’ufficio e del danno erariale dei dirigenti, responsabilita’ che spesso rallentavano o addirittura bloccavano le procedure.

News 9 marzo 2021

Esenzione IVA, le dogane si adeguano –

A fronte della pandemia che sta colpendo tutti i paesi, le dogane hanno definito e indicato le merci per cui e’ permesso l’esenzione dell’IVA. Si tratta delle merci e beni per il contenimento del COVID 19.

In dettaglio sono state indicati due chiarimenti con la circolare del 3 marzo dell’agenzia delle entrate:

  • sono soggette all’aliquota IVA del 5% le importazioni dei beni elencati nell’Allegato 1, effettuate a decorrere dal 1° gennaio 2021. Per le operazioni doganali aventi ad oggetto i suddetti beni è stato integrato in TARIC il Cadd Q102 “Riduzione aliquota IVA per le cessioni dei beni necessari per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 (Art.124 comma 1 del DL 19/05/2020, n. 34 convertito nella Legge n.77 del 17/07/2020, che ha introdotto il punto 1- ter.1, parte II-bis, Tabella A del DPR 633/72)”;
  • sono esenti dall’IVA le importazioni dei beni elencati nell’Allegato 2 ai quali è stato associato a decorrere dal 1° gennaio 2021 il Cadd Q103 “Esenzione dall’Imposta sul valore aggiunto ai sensi dell’art. 1, commi 452 e 453 della Legge di Bilancio 30/12/2020, n. 178”.

Ecco l’elenco dei prodotti indicati dalla circolare:

Prodotti con aliquota IVA al 5% Codici NC/TARIC
ventilatori polmonari per terapia intensiva e subintensiva ex 9019 2010
ex 9019 2020
ex 9019 2090
monitor multiparametrico anche da trasporto ex 8528 5291
ex 8528 5299
ex 8528 5900
ex 9018 1910
ex 9018 1990
pompe infusionali per farmaci

e pompe peristaltiche per nutrizione enterale

ex 9018 9050
sistemi di aspirazione/aspiratore elettrico ex 9019 2090
ex 8543 7090
tubi endotracheali ex 9018 9060
ex 9019 2090
caschi per ventilazione a pressione positiva continua ex 9019 2090
maschere per la ventilazione non invasiva ex 9019 20 20
umidificatori ex 8415
ex 8509 8000
ex 8479 8997
ex 9019 2090
laringoscopi ex 9018 9020
strumentazione per accesso vascolare ex 9018 9084
centrale di monitoraggio per terapia intensiva ex 9018 90
pulsossimetro ex 9018 1910
ecotomografo portatile ex 9018 1200
elettrocardiografo ex 9018 1100
tomografo computerizzato ex 9022 12
maschere FFP2 e FFP3 secondo lo standard EN149,
realizzate in TNT
6307 90 93 11
altre maschere aventi caratteristiche
simili alle FFP2 e FFP3 conformemente
ad una norma analoga alla EN 149, realizzate in TNT
6307 9093 19
maschere FFP2/FFP3 secondo la norma EN149
e le altre maschere conformi ad una norma analoga,
realizzate in tessuto
ex 6307 9093 90
maschere facciali ad uso medico secondo la norma EN14683 6307 9095 11
altre maschere ad uso medico conformi ad una norma analoga
a quella
per le maschere facciali ad uso medico, realizzate in TNT
6307 9095 19
maschere FFP2/FFP3 secondo la norma EN149
e le altre maschere conformi
ad una norma analoga con filtro sostituibile
ex 9020 00 10
guanti in lattice, in vinile e in nitrile ex 3926 2000
ex 4015 1100
ex 4015 1900
visiere/schermi facciali protettivi e occhiali protettivi ex 3926 2000
ex 3926 9060
ex 3926 9097
ex 9004 9010
ex 9004 9090
tute di protezione, camici impermeabili, camici chirurgici ex 6210 10
ex 6210 20
ex 6210 30
ex 6210 40
ex 6210 50
ex 6211 32
ex 6211 33
ex 6211 39
ex 6211 42
ex 6211 43
ex 6211 49
calzari e soprascarpe ex 3926 2000
ex 3926 9097
ex 4016 9997
ex 4818 9010
cuffie copricapo ex 6505 00 30
ex 6505 00 90
ex 6506
termometri ex 9025 1120
x 9025 1180
ex 9025 1900
detergenti disinfettanti per mani ex 3401 1100
ex 3401 1900
ex 3401 2010
ex 3401 2090
ex 3401 3000
ex 3402 1200
ex 3808 94
dispenser a muro per disinfettanti ex 8479 8997
soluzione idroalcolica in litri ex 2207 1000
ex 2207 2000
ex 2208 9091
ex 2208 9099
perossido al 3 per cento in litri ex 2847 0000
carrelli per emergenza ex 8713 9000
ex 9402 9000
estrattori RNA ex 9027 80
tamponi per analisi cliniche ex 3005 9010
ex 3005 9099
provette sterili ex 3926 9097
ex 7017 1000
ex 7017 2000 ex 7017 9000
attrezzature per la realizzazione di ospedali da campo letti ospedalieri ex 9402 9000
tende ex 63062200 ex 63062900
tende di plastica ex 3926 9097

TABELLE DI PRODOTTI CON ESENZIONE IVA (di cui all’allegato 2 della Circolare ADR)

prodotti in esenzione IVA
descrizione
Codici NC/TARIC
strumentazione per diagnostica per COVID-19 1.1) Kit diagnostici COVID19 e reattivi basati su reazioni immunologioche ex 3002 1300 10
ex 3002 1400 10
ex 3002 1500 10
ex 3002 9090
strumentazione per diagnostica per COVID-19 1.2) Kit per diagnosi COVID19 costituito da: flaconcino contenente un supporto di coltura per il mantenimento di un campione virale e un tampone con punta di cotone per raccogliere il campione ex 3821 0000
strumentazione per diagnostica per COVID-19 1.3) Kit di campionamento ex 9018 90
ex 9027 80
strumentazione per diagnostica per COVID-19 1.4)Reagenti diagnostici basati sul test dell’acido nucleico a catena della polimerasi (PCR). ex 3822 0000 10
strumentazione per diagnostica per COVID-19 1.5)Strumenti utilizzati nei laboratori clinici per la diagnosi in vitro ex 9027 8080
vaccini contro il COVID-19 Vaccini autorizzati dalla Commissione Europea o dagli Stati Membri ex 3002 20 10

News 8 marzo 2021

Buone notizie per il terzo settore, accantonamento del 5 per mille –

La direzione generale del terzo settore ha chiarito con una nota del 4 marzo 2021, alcuni punti sull’utilizzo delle somme ricevute dal terzo settore attraverso il metodo odi raccolta del 5 per mille.

Le somme potranno essere accantonate se non utilizzate alla voce “accantonamento emergenza Covid-19”. Dovranno però essere utilizzavate nell’arco dei 24 mesi successivi.

Ecco una breve lista degli obblighi degli enti beneficiari:

Gli enti che beneficiano  del contributo 5 per mille devono redigere, entro 12 mesi dalla data di percezione delle somme (ai sensi dell’art. 12 del D.P.C.M. 23 aprile 2010, come modificato dal D.P.C.M. 7 luglio 2016):

  • un rendiconto delle somme ricevute a titolo di cinque per mille,
  • una relazione, dal quale risulti, in modo chiaro, trasparente e dettagliato, la destinazione  di tali fondi.

Il rendiconto, deve contenere:

  • i dati identificativi del beneficiario
  • l’anno finanziario cui si riferisce l’erogazione
  • le spese sostenute per beneficiare di tale contributo
  • gli accantonamenti delle somme percepite per la realizzazione di progetti

News 5 marzo 2021

Il canone di locazione non pagato risulta un adempimento lieve –

Il tribunale di La Spezia ha confermato che essendo il periodo di quarantena un periodo critico il mancato pagamento dei canoni di locazione non abitativi non risulta un grave inadempimento.

L’articolo 1455 del CC la risoluzione contrattuale non può avvenire “se l’inadempimento di una delle parti ha scarsa importanza”; in altre parole un contratto può essere sciolto se l’inadempienza di una delle due parti  risulta grave.

Con la sentenza numero 617 del 14 dicembre 2020 del tribunale di La Spezia indica che  non interessa solo il mancato pagamento del canone ma anche altre circostanze, “va considerato che l’inadempimento si è verificato durante il periodo di emergenza sanitaria causata dal c.d. Covid19 che ha sicuramente inciso, seppure in via riflessa, anche sulle attività professionali che hanno continuato ad essere esercitate come quella del convenuto”.

News 4 marzo 2021

Il Next Generation come strumento contro il COVID 19 –

L’unione Europea ha messo in campo oltre 750 miliardi nel piano Next Generation, come si evince dal nome punta al supporto dell’economia rispetto alla crisi economica innestata dal Covid 19.

Questo piano ha un portafoglio  di 750 miliardi di euro è composta da 360 miliardi in prestiti e 390 miliardi a fondo perduto.

Una parte serve a sostenere le singole azioni fatte dai paesi per resistenza e la ripresa dei danni causati dal Covid, puntando alle sfide del digitale e della green economy che sono i punti cardine dell’uso di questi fondi.

Altri fondi andranno sul programma Orizzonte Europa,  per la ricerca e l’innovazione, con un fondo di 5 miliardi di euro.

Il fondo InvestEU, garanzia di bilancio dell’Unione a copertura di prodotti finanziari, con 5,6 miliardi di euro.

Il fondo per lo Sviluppo rurale, dedicato alla PAC (Politica Agricola Comune) che sostiene le strategie e i progetti di sviluppo rurale, con 7,5 miliardi di euro.

Il fondo per una transizione giusta (JTF), per  la connettività digitale, le tecnologie della green economy, la riduzione delle emissioni, il recupero dei siti industriali,  con 10  miliardi di euro.

News 3 marzo 2021

Dal 1 marzo, attivo lo sportello per le StartUP e gli incentivi fiscali –

INVITALIA, apre dalle 14 del 1/3/2021 la piattaforma per chi investe nelle PMI  o StartUP innovative.  si puo’ accedere dal seguente link o andando nella sezione “Incentivi fiscali in regime «de minimis» per investimenti in start-up e PMI innovative” del sito internet del Ministero.

Il sito del MISE recita ” L’investimento deve essere mantenuto per almeno tre anni e può essere effettuato direttamente, o per il tramite di organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR) che investano prevalentemente in startup innovative o PMI innovative.

Per investimenti effettuati in startup innovative, l’investimento agevolabile ammonta ad un massimo di 100mila euro per ciascun periodo di imposta. Per investimenti effettuati in PMI innovative, l’investimento agevolabile ammonta ad un massimo di 300mila euro per ciascun periodo di imposta (oltre tale limite, sulla parte eccedente l’investitore può detrarre il 30% in ciascun periodo d’imposta).

Ai sensi del Regolamento “de minimis”, la startup innovativa o la PMI innovativa destinataria dell’investimento non può ottenere aiuti in “de minimis” per più di 200mila euro nell’arco di tre esercizi finanziari.”

Si possono trovare qui i relativi moduli:

News 2 marzo 2021

Superbonus del 110% per i non residenti in Italia? SI –

Si era gia’ posto il problema nei mesi passati se il “superbonus” per le ristrutturazioni fosse accessibile anche a chi non e’ residente nel “bel paese”, con la risposta del 28 gennaio 2021, la n. 60 si conferma che e’ accessibile, purchè sussistano alcune condizioni:

  • Possesso  di un immobile ad uso abitativo sul territorio italiano
  • Attivazione dei lavori fra quelli elencati dall’art. 119, DL 34/2020

Le opzioni per il non residente a questo punto sono tra le seguenti:

  • Approfittare della detrazione del 110% in dichiarazione dei redditi in 5 anni
  • Cedere la detrazione ad un terzo soggetto (art. 121, DL 34/2020)
  • Avere lo sconto in fattura al fornitore delle opere da superbonus (art. 121, DL 34/2020)

News 1 marzo 2021

Vecchie  agevolazioni per assunzioni ancora valide –

Gli sgravi fiscali introdotti nel decreto di Agosto 2020 sono ancora validi e possono essere usati. L’INPS ha dettato  le istruzioni operative con la circolare INPS n. 133 del 24.11.2020 e con il nuovo messaggio del 26 febbraio che spiega e chiarisce ulteriormente che

“ai fini della fruizione dell’esonero mediante conguaglio, le modalità operative fornite nella circolare prevedevano l’esposizione dell’importo corrente del beneficio spettante a partire dal flusso Uniemens di competenza novembre 2020 e l’esposizionedell’importo arretrato dell’esonero, riferito alle tre mensilità pregresse comprese tra agosto 2020 e ottobre 2020, esclusivamente nei flussi Uniemens di competenza novembre e dicembre 2020, nonché gennaio 2021.

In considerazione delle numerose richieste pervenute si comunica che è stata ulteriormente ampliata la validità del codice causale “L537”, avente il significato di “Arretrati Esonero per assunzioni/trasformazioni a tempo indeterminato art. 6 d.l. 104/2020”, prevedendo la possibilità di esporre come importo arretrato dell’incentivo IREC anche l’importo dell’esonero relativo alla mensilità di novembre e dicembre 2020.”

News 1 marzo 2021

Annunciata una proroga per le rate delle cartelle legate alla rottamazione TER  –

Il MeF ha comunicato che ci sara’ uno slittamento delle cartelle legate al Rottamazione TER e del saldo e stralcio. Il provvedimento va a spostare la scadenza del 1 marzo 2021, la comunicazione è avvenuta il 27 febbraio.

Quindi, per i contribuenti che che sono a posto con le rate scadute nell’anno 2019 della “Rottamazione-ter”, “Saldo e stralcio” e della “Definizione agevolata delle risorse UE”, il mancato, o tardivo versamento alle relative  rate da versare  nell’anno 2020 e della prima rata 2021 non porta alla perdita dei benefici delle misure se il debitore effettuerà comunque l’integrale versamento delle stesse entro il termine che verrà indicato dopo il 1 marzo 2021.

News 25 febbraio 2021

Buone notizie per gli ANF (Assegno Nucleo Familiare) si mantiene il diritto  –

A causa dei ritardi portati dal COVID le domande all’INPS sono accettate automaticamente fino alla conclusione della revisione. questo chiarimento arriva direttamente dall’INPS con comunicazione del 22 febbraio 2021.

Si ricorda che l’assegno verrà corrisposto in misura differente in base al numero dei componenti della famiglia  e in base al reddito dei nuclei familiari , in dettaglio

comprendono soggetti che si trovino, a causa di infermità o difetto fisico o mentale, nell’assoluta e permanente impossibilità di dedicarsi ad un proficuo lavoro, ovvero, se minorenni, che abbiano difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età”.

Proprio per questa finalità ci deve essere la certificazione medica presentata a supporto della richiesta a supporto e per la valutazione della reale “incapacità del minore a compiere gli atti della propria età” o, nel caso di componente maggiorenne, la “inabilità assoluta e permanente a proficuo lavoro” (cfr. la circolare n. 11/1999).

News 24 febbraio 2021

Nuovo aiuto per le micro, piccole e medie imprese che operano nel settore della cultura  –

In Gazzetta Ufficiale viene pubblicato nel decreto del ministero del turismo e dei beni culturali il decreto Cultura Crea verso la nascita e la crescita di attività imprenditoriali nel settore no profit per l’ambito culturale e per la valorizzazione del territorio nelle seguenti regioni:

  • Basilicata
  • Calabria
  • Puglia
  • Sicilia

Il programma tende a creare “Istituzione del regime di aiuto per sostenere la filiera culturale e creativa e rafforzare la competitività delle micro, piccole e medie imprese, finalizzato allo sviluppo ed al consolidamento del settore produttivo collegato al patrimonio culturale italiano – Asse prioritario II del Programma operativo nazionale “Cultura e sviluppo” 2014-2020″.

Il programma Cultura Crea ha 3 pilastri operativi:

  • l’incentivo per la “Creazione di nuove imprese nell’industria culturale”
  • l’incentivo per lo “Sviluppo delle imprese dell’industria culturale”
  • l’incentivo per il “Sostegno ai soggetti del terzo settore dell’industria culturale” in questo caso finanzia imprese e soggetti del terzo settore. In particolare: ONLUS e imprese sociali

News 23 febbraio 2021

Chi deve aggiornare il registro delle imprese? Camera di Commercio o MISE? –

In questi giorni il MISE ha chiarito a chi spetta l’onere della tenuta e dell’aggiornamento del registro delle imprese. Il compito e’ di competenza della Camera di Commercio, anche se il MISE ha l’obbligo di vigilare, l’aggiornamento non e’ di sua competenza.

L’aggiornamento e la tenuta “corretta” del registro delle imprese e’ un’opera molto importante, per questo c’e’ stata un’attenzione particolare alla procedura di semplificazione per la cancellazione delle imprese rispetto all’albo degli enti cooperativi.

La nota riferita al punto delle semplificazioni recita:

“Fatto salvo quanto previsto dal primo periodo per le imprese di nuova costituzione, i soggetti di cui al comma 6, che non hanno indicato il proprio domicilio digitale entro il 1° ottobre 2020, o il cui domicilio digitale e’ stato cancellato dall’ufficio del registro delle imprese ai sensi del comma 6-ter, sono sottoposti alla sanzione prevista dall’articolo 2630 del codice civile, in misura raddoppiata. L’ufficio del registro delle imprese, contestualmente all’irrogazione della sanzione, assegna d’ufficio un nuovo e diverso domicilio digitale per il ricevimento di comunicazioni e notifiche, attestato presso il cassetto digitale dell’imprenditore, erogato dal gestore del sistema informativo nazionale delle Camere di commercio di cui all’articolo 8, comma 6, della legge 29 dicembre 1993, n. 580

News 22 febbraio 2021

Pubblicato l’elenco delle associazioni che hanno  l’esenzione IRES –

Pubblicato sulla gazzetta ufficiale il “Decreto di individuazione dei soggetti a cui si applicano, per l’anno di imposta 2020, le disposizioni recate dall’art. 1,  comma 185, della legge 27 dicembre 2006, n. 296.”

Viene quindi indicato quali associazioni hanno l’esenzione IRES:

  • Associazioni che lavorano per la realizzazione di particolare interesse storico, artistico e culturale,
  • Associazioni  che valorizzano agli usi ed alle tradizioni delle comunità locali,

Per poter avere le agevolazioni sopra indicate si deve presentare apposita domanda entro il 20 settembre partendo dalla data del 20 luglio, la domanda puo’ essere fatta solo in via telematica.

Il modello e’ un’autocerficazione ai sensi del decreto del 28 dicembre 2020 n. 445, e va firmata dal rappresentate legale che indica la presenza dei requisiti per l’esenzione IRES

News 19 febbraio 2021

Tutela della privacy per chi fa il vaccino in azienda –

Il datore di lavoro che chiede ai propri dipendenti di fare il vaccino non puo’ sapere se questi lo hanno ricevuto o meno, solo il medico delegato ha la gestione di questo tipo di dati, per la tutela della privacy.

Il garante della privacy e’ intervenuto a chiarire alcuni punti, in particolare chi ha diritto a trattare i dati in oggetto, ed ha chiarito che il datore di lavoro non ha tale competenza. Il datore di lavoro non puo’ obbligare i propri lavoratori all’uso del vaccino neppure come condizione per l’accesso ai luoghi di lavoro o in relazione allo svolgimento di particolari funzioni lavorative, es. rapporto con il pubblico.

Solo il medico competente “nella sua funzione di raccordo tra il sistema sanitario nazionale/locale e lo specifico contesto lavorativo e nel rispetto delle indicazioni fornite dalle autorità sanitarie anche in merito all’efficacia e all’affidabilità medico-scientifica del vaccino, può trattare i dati personali relativi alla vaccinazione dei dipendenti e, se del caso, tenerne conto in sede di valutazione dell’idoneità alla mansione specifica”

Si noti che il garante non entra nel merito del vaccino ma solo della tutela della privacy

News 18 febbraio 2021

Spiegazione sul licenziamento e NASPI (Nuova Assicurazione Sociale per Impiego) –

Ad agosto dell’anno passato si era inserito in un decreto la deroga ai licenziamenti in presenza di un accordo sindacale, identificando questo in un comportamento piu’ rappresentativo per i lavoratori che aderiscono all’accordo.

Si sono avuti dei casi in cui le domande di indennità riferite al NASPI, fossero state respinte perche’ stipulate solo da una sigla sindacale e non da tutte, l’ INPS interviene con chiarimenti nel messaggio 689 del 17.2.2021.

Nel messaggio 689 e’ la stessa INPS a chiarire che basta la sottoscrizione di una sola sigla sindacale, quello che e’ basilare e’ l’adesione da parte del lavoratore al presente accordo.

News 17 febbraio 2021

Dal 1 ottobre 2021 credenziali di fisconline disattivate si parte con lo SPID –

DAl prossimo 1 marzo 2021, per acceder ai servizi dell’agenzia delle entrate si dovrà usare lo SPID, il CIE e il CNS per i vari servizi telematici.

In dettaglio sono:

  • SPID – Sistema pubblico di Identità Digitale, per ottenerlo basta scegliere uno dei  gestori di identità digitale presenti sul sito https://www.spid.gov.it/richiedi-spid
  • CIE  – Carta d’identità elettronica, rilasciata dal Comune di residenza
  • CNS – Carta nazionale dei servizi

Per chi avesse attive le credenziali di Fisconline, queste resteranno attive fino a fine settembre, le credenziali non verranno migrate sullo SPID, ma dovranno essere richieste exnovo.

News 15 febbraio 2021

Dal 27 aprile si aprono le richieste per i progetti per il reinserimento delle persone con disabilità –

L’INAIL ha pubblicato l’avviso per finanziare progetti a fondo perduto per l’integrazione lavorativa di persone disabili, l’avviso ha come beneficiarie le associazioni o enti del terzo settore , che puntano a diffondere  in modo inclusivo il tema della disabilità.

Il fondo e’ dotato di un budget di 2.500.000 di €, e il bando e’ a sportello fino ad esaurimento delle risorse finanziarie disponibili. L’importo massimo di ogni progetto e’ di 120.000.

Sara’ attivo il sito per la presentazione delle domande  dal 27 aprile 2021, ore 12:00

News 15 febbraio 2021

La gestione del recovery fund e il  governo di Draghi-

Il nuovo governo ha giurato, lo aspettano molte sfide, dalla gestione del recovery fund, al piano vaccinale, alla semplificazione burocratica, e la tanto attesa riforma del fisco, ecco la lista dei ministri:

  1. Ministero della Difesa-Lorenzo Guerini
  2. Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale-Luigi Di Maio
  3. Ministero della Giustizia-Marta Cartabia
  4. Ministero dell’Economia e delle Finanze-Daniele Franco
  5. Ministero dello Sviluppo Economico-Giancarlo Giorgetti
  6. Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali-Stefano Patuanelli
  7. Ministero della Salute-Roberto Speranza
  8. Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (ministro per la transizione ecologica)-Roberto Cingolani
  9. Ministero dell’Interno-Luciana Lamorgese
  10. Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti-Enrico Giovannini
  11. Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali-Andrea Orlando
  12. Ministero dell’Istruzione-Patrizio Bianchi
  13. Ministero dell’Università e della Ricerca-Maria Cristina Messa
  14. Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo-Dario Franceschini

News 12 febbraio 2021

Al via gli incentivi per i veicoli commerciali fino a 8.000 –

Dal 10 febbraio si potranno richiedere gli incentivi per veicoli commerciali N1 e quelli speciali M1 che abbiamo le seguenti caratteristiche:

  • veicoli esclusivamente elettrici
  • veicoli elettrici
  • veicoli ibridi

Per queste categorie sono stanziati oltre 50 milioni di € se gli acquisti sono stati fatti tra il 1 gennaio 2021 e il 30 giugno 2021.

Il contributo non sarà uguale per tutti ma ci saranno delle differenze rispetto alla massa del veicolo e al tipo di alimentazione, si parte dagli 800 fino agli 8.000 in base al tipo di alimentazione e massa.

Maggiori informazioni si possono avere al seguente sito, www.ecobonus.mise.gov.it

News 11 febbraio 2021

Proroga da parte della Commissione Europea per gli aiuti di stato  –

La commissione Europea ha ampliato la finestra in cui gli stati membri possono fornire aiuti di stato per l’emergenza Covid-19.

Parallelamente, la Commissione Europea, dopo avere accolto le richieste degli Stati membri, ha aumentati i massimali di aiuto previsti per molti settori che  erano già quasi raggiunti, ha deciso di ampliare la possibilità di intervento, da 800.000 euro fino a quella di 1 milione e 800mila euro, per la maggior parte delle imprese.

L’ampliamento dei massimali, in questo caso ha aumentato  da 3 a 10 milioni di euro,  concessi agli Stati, di sostenere le imprese che hanno avuto una riduzione del fatturato di almeno il 30% rispetto al 2019 supportandola rispetto ai costi.

Si evidenzia che gli aiuti di stato sono cumulabili con gli aiuti in “regime di de minimis”, a parte di cumuli indicati nei regolamenti di questi ultimi.

News 10 febbraio 2021

Cassa dei commercialisti rinnova la polizza assicurativa in caso morte  –

Per tutto l’anno 2021 e’ stata rinnovata la polizza assicurativa gratuita per tutti i tirocinanti, iscritti, e dottori commercialisti (entro i 75 anni di eta’). La polizza in caso morte copre a favore dei famigliari un importo di 11.500 €.  La polizza collettiva e’ (TCM Polizza Collettiva Temporanea Caso Morte) stata stipulata con la Compagnia assicurativa Cattolica Assicurazione.

La convenzione include:

  • Copertura per qualsiasi causa in caso di morte
  • Erogazione in forma collettiva a tutti gli iscritti agli enti o casse

La TCM e’ stata sottoscritta da:

  • Cassa Forense,
  • CNPADC,
  • ENPACL,
  • ENPAF,
  • ENPAP

News 9 febbraio 2021

Contributi a fondo perduto per gli operatori montani  –

Da domani 10 febbraio e fino al 24 febbraio sarà possibile presentare le richieste per gli operatori montani soggetti a IVA per avere il contributo a fondo perduto. Questo si applica a chi ha il domicilio fiscale o la sede operativa nei comuni montani colpiti da eventi calamitosi. La presentazione puo’ essere fatta esclusivamente via Web.

Oltre gli importi di 150.000, si precisa nell’articolo 25 del decreto rilancio, che oltre al modello antimafia. I documenti dovranno essere firmati digitalmente e inviati in formato PDF. Gli importi richiesti verranno accreditati automaticamente.

Si rammenta che gli importi possono essere richiesti solo da attivita’ che hanno iniziato prima del 1 maggio 2020.

News 8 febbraio 2021

dettagli per capire se i  Bonus regionali sono soggetti all’imposta sul reddito  –

A fronte di alcune richieste di chiarimenti l’agenzia delle entrate ha chiarito che il bonus risulta completamente detassato per le categorie che ne hanno fruito, in dettaglio:

  • soggetti esercenti attività di impresa
  • arte o professione
  • nonché ai lavoratori autonomi.

Proprio all’articolo 10 del decreto ristori si ha definito che rientra nel contributi di qualsiasi natura erogati a certi soggetti da chiunque e in qualsiasi modalità di fruizione.

per poter aver beneficiato dei bonus regionale di deve essere soggetto alle seguenti condizioni:

  • deve possedere un reddito di lavoro autonomo, non superiore a 23.400 euro
  • deve avere un volume d’affari non superiore a 30mila euro
  • non deve essere titolare di un contratto di lavoro subordinato.

News 4 febbraio 2021

Aggiornamenti per l’impianto fotovoltaico nelle “agevolazioni del 110%”  –

A fronte di alcune richieste di chiarimenti sugli impianti fotovoltaici sono emersi alcuni chiarimenti. Gli impianti fotovoltaici sono sempre interventi trainati per i quali e’ necessario un intervento trainante, non deve pero’ essere necessariamente installato  sull’immobile di tipo residenziale dove vengono effettuati gli interventi.

Resta sempre necessario il salto di 2 classi energetiche per poter accedere alla detrazione del 110%, l’installazione di un impianto fotovoltaico può essere anche un semplice intervento trainato nel caso di rifacimento del cappotto termico dell’immobile.

News 4 febbraio 2021

Incarico a Mario draghi per la formazione di un nuovo esecutivo  –

Il presidente della repubblica ha dato mandato a Mario Draghi, ex governatore della Banca Centrale Europea (BCE) di formare un nuovo governo. Al temine del colloqui ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“Ringrazio il Presidente della Repubblica per la fiducia che mi ha voluto accordare, conferendomi l’incarico per la formazione del nuovo governo.

È un momento difficile.

Il Presidente ha ricordato la drammatica crisi sanitaria, con i suoi gravi effetti sulla vita delle persone, sull’economia, sulla società.

La consapevolezza dell’emergenza richiede risposte all’altezza della situazione.

Ed è con questa speranza e con questo impegno che rispondo positivamente all’appello del Presidente della Repubblica.

Vincere la pandemia, completare la campagna vaccinale, offrire risposte ai problemi quotidiani dei cittadini, rilanciare il Paese, sono le sfide che ci confrontano.

Abbiamo a disposizione le risorse straordinarie dell’Unione Europea, abbiamo l’opportunità di fare molto per il nostro Paese, con uno sguardo attento al futuro delle giovani generazioni e al rafforzamento della coesione sociale.

Con grande rispetto mi rivolgerò innanzitutto al Parlamento, espressione della volontà popolare. Sono fiducioso che dal confronto con i partiti e i gruppi parlamentari e dal dialogo con le forze sociali emerga unità e, con essa, la capacità di dare una risposta responsabile e positiva all’appello del Presidente della Repubblica.

Scioglierò la riserva al termine delle consultazioni.”

News 2 febbraio 2021

Informazioni per il bando dei consulenti del lavoro 2021  –

La scadenza delle domande per i consulenti del lavoro e’ a luglio 2021 e serve lo SPID per poter accedere ai servizi relativi sulla piattaforma ministeriale.

La prova orale verte sulle seguenti materie:

1) diritto del lavoro;
2) legislazione sociale;
3) diritto tributario ed elementi di ragioneria;
4) elementi di diritto privato,  diritto pubblico e diritto penale;
5) ordinamento professionale e deontologia.

Saranno presenti 2 prove ciascuna da 7 ore e sara’ permesso di consultare i testi di legge ma non commentari, comunque autorizzati dalla commissione d’esame.

News 1 febbraio 2021

Dal 1 febbraio lotteria degli scontri, vince sia il cliente che il negoziante –

Si deve attendere fino all’11 marzo per sapere chi sara’ il vincitore della lotteria degli scontrini, che mette in palio 10 premi da 100.000 e 10 premi 20.000, i primi per i clienti e i secondi per i negozianti.

Possono partecipare tutte le persone maggiorenni residenti in Italia  che usando i mezzi elettronici si sono registrati sul sito www.lotteriadegliscontrini.gov.it

Dopo la registrazione si avra’ un proprio codice che al momento dell’acquisto il negoziante dovra’ “”scansionare” a quel punto il gioco e’ fatto, acquisto elettronico e codice sono legati e si va alla lotteria.

Sono previsti premi settimanali, mensili e annuali, con un premio finale da 5.000.000 € per il cliente e 1.000.000 € per il negoziante, un buon modo di incentivare la circolazione della moneta elettronica.

News 29 gennaio 2021

Contributo a fondo perduto per i negozianti delle attivita’ nei centri commerciali –

Con un fondo di 280 milioni il governo punta ad un ristoro per i negozianti che essendo nei centri commerciali si sono trovati a dover chiudere. Sono indicate 2 tipi di attività:

  • Attivita’ con  sede nei centri commerciali
  • Attivita’ delle produzioni industriali del comparto alimentare  e delle bevande

I codici ATECO atti a riceve il contributo entro il 30% previsto dal fondo ristori sono:

CODICI ATECO DESCRIZIONE ATTIVITà PERCENTUALE
493210 Trasporto con taxi 100 %
493220 Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente 100%
493901 Gestioni di funicolari, ski-lift e seggiovie se non facenti parte dei sistemi di transito urbano o sub-urbano 200%
551000 Alberghi 150%
552010 Villaggi turistici 150%
552020 Ostelli della gioventù 150%
552030 Rifugi di montagna 150%
552040 Colonie marine e montane 150%
552051 Affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence 150%
552052 Attivita’ di alloggio connesse alle aziende agricole 150%
553000 Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte 150%
559020 Alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo alberghiero 150%
561011 Ristorazione con somministrazione 200%
561012 Attivita’ di ristorazione connesse alle aziende agricole 200%
561030 Gelaterie e pasticcerie 150%
561041 Gelaterie e pasticcerie ambulanti 150%
561042 Ristorazione ambulante 150%
561050 Ristorazione su treni e navi 200%
562100 Catering per eventi, banqueting 200%
563000 Bar e altri esercizi simili senza cucina 150%
591300 Attivita’ di distribuzione cinematografica, di video e di programmi televisivi 200%
591400 Attivita’ di proiezione cinematografica 200%
749094 Agenzie ed agenti o procuratori per lo spettacolo e lo sport 200%
773994 Noleggio di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli: impianti luce ed audio senza operatore, palchi, stand ed addobbi luminosi 200%
799011 Servizi di biglietteria per eventi teatrali, sportivi ed altri eventi ricreativi e d’intrattenimento 200%
799019 Altri servizi di prenotazione e altre attivita’ di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio nca 200%
799020 Attivita’ delle guide e degli accompagnatori turistici 200%
823000 Organizzazione di convegni e fiere 200%
855209 Altra formazione culturale 200%
900101 Attività nel campo della recitazione 200%
900109 Altre rappresentazioni artistiche 200%
900201 Noleggio con operatore di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli 200%
900209 Altre attivita’ di supporto alle rappresentazioni artistiche 200%
900309 Altre creazioni artistiche e letterarie 200%
900400 Gestione di teatri, sale da concerto e altre strutture artistiche 200%
900009 Altre attivita’ connesse con le lotterie e le scommesse comprende le sale bingo 200%
931110 Gestione di stadi 200%
931120 Gestione di piscine 200%
931130 Gestione di impianti sportivi polivalenti 200%
931190 Gestione di altri impianti sportivi nca 200%
931200 Attivita’ di club sportivi 200%
931300 Gestione di palestre 200%
931910 Enti e organizzazioni sportive, promozione di eventi sportivi 200%
931999 Altre attivita’ sportive nca 200%
932100 Parchi di divertimento e parchi tematici 200%
932910 Discoteche, sale da ballo night-club e simili 400%
932930 Sale giochi e biliardi 200%
932990 Altre attivita’ di intrattenimento e di divertimento nca 200%
949920 Attivita’ di organizzazioni che perseguono fini culturali, ricreativi e la coltivazione di hobby 200%
949990 Attivita’ di altre organizzazioni associative nca 200%
960410 Servizi di centri per il benessere fisico esclusi gli stabilimenti termali 200%
960420 Stabilimenti termali 200%
960905 Organizzazione di feste e cerimonie 200%

News 27 gennaio 2021

Spostamento del termine per l’invio dell’autocertificazione per la formazione dei commercialisti –

Con una nota informativa, l’ordine dei commercialisti ha prorogato l’invio dell’autocertificazione per la formazione obbligatoria al 28 febbraio 2021. Questa richiesta e’ stata pubblicata il 25 gennaio e recita:

“Ti informo che il sistema per la compilazione del form per l’autocertificazione dei webinar di formazione fruiti fino al 31 dicembre 2020 https://www.commercialisti.it/visualizzatorearticolo?_articleId=1413847&plid=258012 sarà disponibile fino al 28 febbraio 2021″

Questa proroga mette in condizione tutti i professionisti del settore di avere qualche girono in piu’ per il riconoscimento del CFP ottenuti attraverso i webinar.

News 26 gennaio 2021

Comunicazione dei disabili in azienda, entro il 1 febbraio –

Le aziende con oltre 15 dipendenti dovranno comunicare, come da legge 68/1999 la lista dei dipendenti con disabilità. La scadenza ufficiale era il 31 gennaio ma e’ stata spostata la 1 febbraio, essendo domenica.

Il prospetto  dei dipendenti con disabilità deve essere inviato al sito

https://www.cliclavoro.gov.it/Aziende/Adempimenti/Pagine/Accesso-al-sistema-per-invio-del-prospetto-informatico-disabili.aspx

e deve contenere i seguenti elementi:
1) il numero totale dei dipendenti
2) il numero ed i nominativi dei lavoratori nella quota di riserva
3) i posti di lavoro e le mansioni per i lavoratori disabili.

In caso di mancato invio del prospetto informativo la  sanzione amministrativa prevista è pari a  635 oltre ad una multa di oltre 30 € per ogni girono di ritardo.

News 25 gennaio 2021

Vendita di immobili sottocosto, la cassazione presume redditi occultati  –

la cassazione a novembre del 2020 ha valutato come occultabili una vendita sottocosto fatta fa una societa’ di alcuni immobili. Era stata l’agenzia delle entrate a sollevare il problema evidenziando come fosse antieconomica una vendita ad un prezzo cosi’ basso.  Con Ordinanza n 26773 depositata il 25 novembre 2020 la cassazione ha legittimato l’azione dell’agenzia delle entrate con la seguente argomentazione:

“nel giudizio tributario, una volta contestata dall’Erario l’antieconomicità di una operazione posta in essere dal contribuente che sia imprenditore commerciale, perché basata su contabilità complessivamente inattendibile in quanto contrastante con i criteri di ragionevolezza, diviene onere del contribuente stesso dimostrare la liceità fiscale della suddetta operazione ed il giudice tributario non può, al riguardo, limitarsi a constatare la regolarità della documentazione cartacea”.

Non viene attaccata la legittimità della vendita ma il fatto che risulti irragionevole una attività in perdita, questo e’ bastato per dare ragione all’agenzia delle entrate.

News 21 gennaio 2021

Accertamenti pensionati all’estero, nuovo calendario  –

Malgrado il periodo funestato dal COVID, l’INPS ha informato con una comunicazione del 20 gennaio 2021, che restano attive l’ergoazione delle pensioni per i cittadini residenti all’estero. Verra’ inoltre attivato un nuovo calendario per gli accertamenti.

Circa i pensionati residenti nel Continente americano, Paesi scandinavi, Stati dell’est Europa e Paesi limitrofi, Asia, Medio ed Estremo Oriente, nonché ai pensionati residenti in Europa, Africa, relativamente al 2019,  si differisce di tre mesi il termine finale per la restituzione delle attestazioni, previsto in origine a febbraio 2021. Si ha quindi un differimento di 3 mesi.

Circa i pensionati residenti in Europa, Africa e Oceania, ad esclusione dei Paesi Scandinavi e dei Paesi dell’est Europa la verifica degli anni 2020 e 2021, si differisce di quattro mesi l’avvio della campagna di verifica, programmato a gennaio 2021.

News 19 gennaio 2021

Aumento dei costi per il deposito dei bilanci nel 2021  –

Con il nuovo decreto del 4 gennaio del 2021 si definisce un aumento, anche se limitato, per il deposito di bilancio da parte della aziende, si prende atto che per cooperative quindi strutture senza fine di lucro, non sia stata prevista nessuna riduzione. Il deposito di bilancio si compone in genere di 2 elementi, l’imposta di bollo e i diritti di segreteria.
Ecco una tabella riassuntiva dei nuovi costi per l’anno 2021:

Deposito per cooperative su supporto digitale:

  • imposta di bollo: 65,00 euro;
  • diritti di segreteria: 47,70 euro.

Deposito per imprese in modalità telematica:

  • imposta di bollo: 65,00 euro;
  • diritti di segreteria: 62,70 euro.

Deposito per  cooperative in modalità telematica:

  • imposta di bollo: 65,00 euro;
  • diritti di segreteria: 32,70 euro.

Deposito per imprese su supporto digitale:

  • imposta di bollo: 65,00 euro;
  • diritti di segreteria: 92,70 euro.

News 18 gennaio 2021

32 miliardi  per finanziare il nuovo Decreto Ristori 5  –

Ulteriori 32 miliardi sono previsti per il nuovo decreto Ristori 5, nel consiglio dei ministri del 14 gennaio si sono stanziati, per indennità e CIG. Il decreto si spera si possa approvare malgrado l’attuale situazione politica di crisi, i punti del decreto sembrano essere:
  1. Oltre 1.2 miliardi servira’ per rifinanziare il reddito di cittadinanza
  2. La proroga della Cassa integrazione ordinaria in deroga e assegno ordinario per 18 settimane limitata ai settori piu’ colpiti dalla crisi COVID come ad esempio il turismo.
  3. Ancora sul settore del turismo si potrebbero avere indennità di circa 1000€ per i lavoratori a termine
  4. Una parte per supportare i professionisti degli ordini professionali

Il problema e’ la mancanza in questi giorni di una maggioranza che possa validare questo provvediamo di emergenza.

News 15 gennaio 2021

Rinvio accertamenti dal 31 dicembre 2020 al 31 dicembre 2021, un anno in più –

Il 15 gennaio un comunicato del consiglio dei ministri annuncia un decreto legge per in materia di accertamenti, questi slittano di un anno da fine 2020 al 31 dicembre del 2021, il testo amplia anche alla riscossione e agli accertamenti tributari.
Vengono anche spostati al 31 dicembre 2021 il termine finale per la scadenza dai versamenti derivanti da cartelle di pagamento
Il testo appena approvato tocca i seguenti atti:
  • degli atti di accertamento,
  • di contestazione,
  • di irrogazione delle sanzioni,
  • di recupero dei crediti di imposta,
  • di liquidazione e di rettifica e liquidazione.

News 13 gennaio 2021

Buone notizie sugli interessi legali nel 2021 –

Il 2021 porta un forte riduzione dell’interesse legale che negli anni si e’ progressivamente abbassato, passando dal 2.5% del 2012 al 0.01 del 2021.

Ecco una tabella che ripercorre il calo dell’interesse.

  • nel 2020 è pari allo 0,05%
  • nel 2019 è pari allo 0,8%
  • nel 2018 era pari allo 0,3%
  • nel 2017 era pari allo 0,1%;
  • nel 2016, era lo 0,2%;
  • nel 2015, lo 0,5%;
  • nel 2014, l’1%;
  • negli anni 2013 e 2012, il 2,5 per cento

Questa notizia va a toccare tutti quelli  che dovendo delle somme all’erario dovranno conteggiare un interesse legale, esempio in caso di ravvedimento. Attenzione che il conteggio va fatto rispettando i vari periodo interessati e quindi il tasso puo’ non essere sempre lo stesso.

News 11 gennaio 2021

Supporto alle aziende agricole con la nuova legge di bilancio  –

La nuova legge di bilancio inserisce uno sgravio di imposta per le aziende agricole del 40%, tale credito di imposta viene inserito per il periodo del 2021 e fino al 2023. Sono incluse le imprese agricole anche costituite in forma cooperativa o aderenti alle “strade del vino”.

Gli interventi sono indirizzati alle seguenti azioni:

  • a promuovere la stipula di accordi con gli spedizionieri doganali
  • creare  potenzialità di e-commerce a clienti residenti fuori del territorio nazionale;
  • alla attivazione , di depositi fiscali virtuali nei Paesi esteri

per gli anni 2021, 2022 e 2023 la legge di bilancio stanzia un budget  di 5 milioni di euro.

News 8 gennaio 2021

Il decreto “milleproroghe” porta novita’ per i lavoratori sul lavoro smart  –

Il Decreto Legge 31 dicembre 2020, n. 183, chiamato “mille proroghe” ha rinnovato alcuni provvedimenti circa i lavoratori e di datori di lavoro. Si tratta in dettaglio di una serie di semplificazioni per lo Smart Working a causa del Covid-19. In dettaglio viene prorogata fino a marzo 2021 la procedura di comunicazione per lo smartworking, eliminando la firma delle sigle sindacali richiesta in precedenza. E’ disponibile sul sito dell’INPS il modello “procedura semplificata”.

Viene anche semplificata la sorveglianza sanitaria per i lavoratori “fragili” con relativo cambio di gestione nella nomina del medico.

Viene fatta slittatale la proroga per i contributi previdenziali fino a fine giugno 2021.

Per le professioni abilitanti, in dettaglio: professioni di odontoiatra,  veterinario, tecnologo alimentare, farmacista, dottore commercialista ed esperto contabile,  agrotecnico geometra perito agrario  perito industriale,  viene prorogata la formazione obbligatoria.

News 7 gennaio 2021

Errore materiale corretto sul cuneo fiscale del lavoro dipendente –

Un errore nella legge di bilancio del 2021 non aveva rinnovato la riduzione del cuneo fiscale per i dipendenti con una reddito tra i 28.000 e i 40.000 euro. Si e’ trattato di un mero errore materiale che e’ stato rapidamente corretto nel decreto legge appena uscito. Questa detrazione resta comunque temporanea, in attesa di una completa revisione prevista per il 2022.

News 5 gennaio 2021

Possibili truffe sul bonus vacanze, l’agenzia delle entrate informa i cittadini –

L’agenzia comunica che sono presenti dei siti in particolare sui social network che presentano delle offerte false di convertire il bonus vacanze in denaro. L’unico scopo di questi siti illegali e’ avere il codice fiscale della persona e il codice univoco che permette di chiedere il bonus.

La persona incauta rischia di trovarsi senza il bonus vacanze che viene preso da questi siti ingannevoli, ecco quindi la comunicazione dell’agenzia.

E’ importante che il bonus vacanze e i dati devono essere dati al fornitore del servizio turistico solo al momento dell’effettivo pagamento dell’importo dovuto per la vacanza e non prima.

Il beneficiario che vuole  fruire del bonus deve dare al fornitore il codice univoco (o esibire il QR-code),  codice fiscale, che sarà riportato sulla fattura o documento commerciale emesso al momento del pagamento.

Solo a questo punto, il fornitore verifica la validità del bonus inserendo:

  • il codice univoco,
  • il codice fiscale del cliente
  • l’importo del corrispettivo dovuto nell’apposita procedura web disponibile nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate

Attenzione quindi ai siti illegali e truffaldini che vi promettono subito la conversione in denaro del vostro bonus vacanze.

News 4 gennaio 2021

Confermato nella  legge di bilancio il contributo a fondo perduto per la riduzione degli affitti –

La pubblicazione della legge di bilancio del 2021 ha portato tra le varie novita’ anche un fondo di 50 milioni per la riduzione degli affitti.  Si tratta di un contributo a fondo perduto per i locatari che  riducano il canone di affitto, il fondo interviene in misura del 50%, se l’immobile e’ collocato in un comune ad alta densita’ abitativa.

Questa azione ricalca quella del decreto ristori di ottobre 2020, ma la rinnova nella nuova legge di bilancio. Operativamente sara’ affidata all’agenzia delle entrate la gestione. Il locataria in via telematica comunica all’agenzia delle entrate la rinegoziazione del canone e le varie informazioni necessarie per l’accesso al contributo.

News 1 gennaio 2021

Ritardo nell’entrata della “plastic tax” doveva entrare il 1 gennaio 2021, viene ritardata al 1 luglio 2021 –

La nuova legge di bilancio ha portato molte novita’, in questo caso uno spostamento della Plastic Tax. Tutti gli oggetti in plastica atti a contenere o porteggere le merci o altri prodotti di genere alimentare avranno una tassazione particolare. Per favorire le aziende del settore plastico si è attivato un credito di imposta del 10% delle spese che le aziende del settore hanno avuto dal primo gennaio 2020 al 31 dicembre dello stesso anno per adeguare le apparecchiature tecnologiche per la produzione dei manufatti in plastica.

News 28 dicembre 2020

Aumenta l’imposta sulle sigarette elettroniche dal 1 gennaio 2021, ma non per tutti –

La nuova legge di bilancio in discussione in questi giorni porta tra le varie novità anche un aumento dell’imposta sulle sigarette elettroniche. Le nuove tasse entreranno in azione scaglionate rispetto alla quantità di nicotina presente secondo il seguente schema:

  • al 15 per cento (con nicotina) e al 10 per cento (senza nicotina) dal 1 gennaio 2021
  • al 20 per cento (con nicotina) e al 15 per cento (senza nicotina) dal 1 gennaio 2022
  • al 25 per cento (con nicotina) e al 20 per cento (senza nicotina) dal 1 gennaio 2023

E’ inoltre prevista una cauzione del 10% del valore del prodotto in carico al venditore.

News 22 dicembre 2020

Con un risposta del 16 dicembre 2020  l’agenzia delle entrate apre al 110% per il cambio degli infissi –

Gli interventi effettuati su immobili tutelati dal “Codice dei beni culturali e del paesaggio” potranno godere del bonus del 110% anche sul cambio degli infissi, anche senza lavori trainanti, sono queste le novita’ del 16 dicembre 2020.

Nell’ambito del  bonus del 110% non era certo che gli infissi rientrassero in tale detrazione. In questi gironi e’ stato chiarito che per le abitazioni che sono sotto la tutela del paesaggio e dei beni culturali tale beneficio e’ ammesso. Questa apertura dell’agenzia delle entrate e’ indirizzata solo al cambio degli infissi che era uno dei metodi per raggiungere lo scatto delle 2 classi energetiche richieste dal superbonus.

News 21 dicembre 2020

Finalmente arriva la conversione in DL ristori con riferimento alla CIG esonero contributivo totale nelle aziende in crisi –

Ci sara’ un esonero contributivo totale, questo non sara’ come soluzione alternativa alla CIG, attenzione questo sara’ attuato solo ad alcuni lavoratori.

Venerdi’ scorso si e’ approvata la conversione in legge del decreto ristori, ora manca solo la pubblicazione in gazzetta ufficiale.

Attenzione che sono interessati  dallo sgravio dei versamenti a loro carico i datori di lavoro privato, che non chiedono il rinnovo dei trattamenti di cassa integrazione già fruiti a maggio, a  giugno e a  luglio per un periodo massimo di 4  mesi,  nei limiti 2 volte le ore di integrazione salariale già godute dai propri dipendenti.

News 18 dicembre 2020

Nuova proroga  di assistenza agli iscritti FAST delle aziende alberghiere turistiche fino al 31 dicembre 2020

Per gli iscritti al FAST ci sono buone notizie, e’ infatti stata indicata la proroga per le misure straordinarie ai propri iscritti, in dettaglio c’e’ tempo fino al 31 dicembre 2020 per l’isolamento domiciliare a causa del contagio Covid, si rammenta che il termine prima di questa proroga era stato definito fino al 30 giugno 2020.

In termino operativi sono stati predisposti delle azioni che premettono un diritto di indennita’ nelle strutture autorizzate di 40 € al gi0rno in caso di ricovero. Il termine su base annuale e’ di 50 giorni.

News 16 dicembre 2020

Contributo a fondo perduto per i proprietari che scontano i canoni di affitto –

Il nuovo decreto Ristori IV potrebbe introdurre una norma per favorire i proprietari di immobili a fine residenziali che riducano il canone di affitto. Si parla di un contributo del 50% rispetto alla riduzione del canone.

Le agevolazioni previste per l’anno 2021 hanno delle condizioni qui elencate:

  • deve essere un immobile di tipo abitativo
  • Il limite massimo del rimborso e’ di 1.200 € su base annua
  • Che ci sia una effettiva riduzione del canone, comunicata all’agenzia delle entrate
  • che l’immobile si in un comun e ad alta densita’ abitativa e  che costituisca l’abitazione del locatario

Si prevede un fondo di 50 milioni di euro per questo contributo nel 2021.

News 14 dicembre 2020

Aggiornamento sulla  circolare di INPS sulla sospensione dei contributi previdenziali del 16 dicembre –

Si sta parlando dei contributi del mese di novembre da versare in quello di dicembre, in dettaglio entro il 16/12. Il nuovo decreto Ristori IV, ha sancito la sospensione dei contributi per il mese di ottobre e novembre dell’anno 2020.

Rientrano in questa sospensione tutte le PMI che hanno avuto un calo di un terzo rispetto al mese di novembre del 2019, oltre queste sono indicate delle attivitaà che hanno risentito maggiormente della crisi dovuta al Covid, in dettaglio:

  •  le attività economiche che vengono chiuse a seguito del Dpcm del 3 novembre,
  • per quelle oggetto di misure restrittive con sede nelle zone rosse,
  • le strutture legate alla ristorazione, nelle  zone arancioni e rosse,
  • agenzie di viaggio e alberghi, tour operator, delle sole  zone rosse.

News 11 dicembre 2020

Il garante della Privacy chiarisce alcuni elementi sulla gestione della sorveglianza sul posto di lavoro  –

Usando una serie di risposte (FAQ) il garante della privacy riassume le regole di base per l’utilizzo di sistemi di videosorveglianza, dando  indicazioni pratiche sulla gestione.

E’ possibile trovare a questo link le indicazioni, vi comunque diamo gli argomenti trattati dal garante:

  1. autorizzazione
  2. modalità di videosorveglianza
  3. informazione agli interessati
  4. Valutazione di impatto preventiva

e molti altri spunti sulla tutela dei lavoratori.

News 9 dicembre 2020

Buone notizie dal catasto, dal 7 dicembre sarà possibile avere le informazioni sulle transazioni avvenute dal 1 gennaio 2019 –

La consultazione a titolo gratuita puo’ avvenire attraverso lo SPID rispetto alle compravendite a titolo oneroso delle unità immobiliari presenti nel catasto. Questo e’ possibile grazie all’incrocio degli obblighi con l’Adempimento unico di trascrizione. Attenzione saranno presenti solo gli atti avvenuti dal 1/1/2019.

Questo servizio e’ indirizzato a tutti i cittadini e alle categorie professionali coinvolte, si potra’ quindi sapere il prezzo, eventuali vulture e conoscere i diritti delle unita’ immobiliari presenti nel catasto.

News 7 dicembre 2020

Finalmente al via il piano del governo per gli acuisti con rimborso extra cashback con carte di credito, carte  debito, Bancomat e Satispay ma solo nel mese di dicembre, attenzione poi le regole cambieranno. –

Fino al 31/12 ci saranno regole speciali per incentivare i consumi natalizi, ma per attivare anche il piano cashback. Dall’8/12 basteranno 10 acquisti fatti da privati (non aziende) con carte di credito di vario genere, per avere il 10% indietro della spesa effettuata, uno sconto secco del 10% fatto dal governo per incentivare l’uso della moneta digitale. Il tetto massimo del rimbroso e’ di 150 € su una spesa di 1.500 € . Il rimborso per le spese fatto sarà fornito nel mese di febbraio del nuovo anno, 2021.

News 4 dicembre 2020

Modalita’ di trasmissione delle informazioni per le locazioni brevi, cambi nella nuova legge di bilancio 2021  –

Il ministero delle entrate sta cambiando la norma sulla comunicazione all’agenzia delle entrate per le seguenti locazioni brevi:

  • locazioni brevi
  • l’imposta di soggiorno
  • contributo di soggiorno per  Roma Capitale

La comunicazione servita’ all’agenzia per 2 scopi principali Attivita’ di Accertamento e Attivita’ di monitoraggio. L’agenzia delle entrate invece li forniranno ai comuni che hanno attivato l’imposta di soggiorno.

News 2 dicembre 2020

Da oggi 1 dicembre  sul portale delle Dogane e’ possibile avere il codice per partecipare alla “Lotteria degli scontrini”  –

Si avvia dopo molti rinvii la lotteria degli scontrini, per iniziare si deve attivare il codice dall’agenzia delle Dogane e dei monipoli, usando questo link

https://servizi.lotteriadegliscontrini.gov.it/codicelotteria

Verra’ generato il codice lotteria, che permetterà di partecipare alla famosa lotteria. Il codice dovrà essere usato al momento dell’acquisto per beni superiori ad 1 euro e lo scontrino stesso diventera’ il biglietto per la lotteria, si possono accumulare massimo 1000 “biglietti virtuali della lotteria”.

Non sono ammessi gli acquisti che non soddisfano i seguenti requisiti:

  • gli acquisti di valore di meno di un euro;
  • gli acquisti online;
  • gli acquisti fatti per l’esercizio di attività di impresa;
  • gli acquisti legati al sistema Sanitario e quelli per cui e’ stata richiesta l’esenzione.

Buona fortuna a tutti.

News 30 novembre 2020

Posticipati i contributi INPS in scadenza il 16 dicembre  –

Nella notte del 29 novembre il governo ha approvato il nuovo stanziamento per il Ristori Quater, vero i lavoratori in difficoltà a causa del COVID 19. Nella stessa sede e’ stato stabilito anche la proroga della scadenza del 30 novembre. Si avra’ quindi una sospensione dei contributi dell’IVA e dei contributi.

La sospensione si applica anche alle seguenti attivià:

  • tour operator, agenzie di viaggio e alberghi nelle zone “rosse”
  •  tutte le attività economiche che vengono chiuse a seguito del Dpcm del 3 novembre in tutto il territorio nazionale
  • i ristoranti in zone arancioni e rosse

Come per i  ristori TER  i versamenti andranno  effettuati,  entro il 16 marzo 2021 o mediante rateizzazione.

News 28 novembre 2020

Campagna di phishing a danno dei cittadini usando il Superbonus, le mail sembrano arrivare dall’agenzia delle entrate. –

Attraverso un comunicato stampa del 25 novembre l’Agenzia delle entrate, pone l’attenzione dei cittadini su una campagna di phishing   il logo e il nome dell’Agenzia delle Entrate.

Durante questo periodo sono tutti  attenti alle comunicazioni da parte dell’agenzia delle entrate, sfruttando questa sensibilità stanno giungendo delle mail come invitano le persone ad aprire gli allegati. Sono dei virus non vanno aperte e subito cestinate le mail incriminate sono firmate da “Ufficio Comunicazioni della Direzione nazionale Agenzia delle Entrate”.

News 27 novembre 2020

Con la dichiarazione del ministro Gualtieri dettagli sugli  aiuti agli autonomi, commercianti, artigiani e professionisti  –

Attraverso un comunicato stampa del 25 novembre il Ministro Gualtieri elenca le azioni del governo verso le categorie che godranno dei fondi:

  • professionisti
  • lavoratori autonomi
  • commercianti
  • artigiani

Ecco un estratto della dichiarazione

“Il Governo è impegnato a sostenere chi è stato maggiormente colpito dalle nuove misure di contenimento sanitario e a questo scopo abbiamo già varato, nel quadro delle risorse disponibili, tre decreti cosiddetti ‘ristori’ che in parte hanno replicato il meccanismo del ‘fondo perduto’ già sperimentato con successo nella primavera scorsa e hanno prorogato le scadenze fiscali e contributive per i settori interessati dalle misure restrittive. Siamo consapevoli che questi interventi devono essere ulteriormente rafforzati, ed è per questo che abbiamo chiesto alle Camere un nuovo scostamento di 8 miliardi per il 2020 attraverso cui finanziare un quarto decreto ristori. 

Inoltre, il Governo sta definendo un ulteriore scostamento nei primi mesi del nuovo anno.

Nel quadro di tali risorse, le proposte avanzate da alcune forze di opposizione, in particolare da Forza Italia, per incrementare il sostegno a lavoratori autonomi, commercianti, artigiani, professionisti, sono da considerare favorevolmente, perché incrociano esigenze reali del Paese e riflettono anche la volontà politica espressa dalle forze della maggioranza e dal governo. 

Per questo riteniamo percorribile, entro un quadro di sostenibilità economica, un ampliamento della moratoria fiscale, con il rinvio delle scadenze di fine anno che vada oltre i settori dei codici ATECO direttamente interessati dalle misure restrittive, e lo estenda a tutte le attività economiche che hanno subito cali rilevanti del fatturato.

Inoltre, siamo pronti a confrontarci per mettere a punto un meccanismo organico di natura perequativa per i ristori che vada oltre le limitazioni per aree di rischio pandemico e quelle derivanti dai codici ATECO e si basi sul rimborso di parte dei costi fissi. In questo quadro condividiamo la necessità di ristorare, sulla base dei dati del 2020, anche i liberi professionisti iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatori o alla Gestione separata”.

News 25 novembre 2020

Acquisti di case antisismiche, il superbonus del 110% solo se il contratto stipulato entro il 31/12/2021  –

L’agenzia delle entrate con alcune indicazioni puntuali specifica che il superbonus del 110% viene applicato se il contratto e’ stipulato entro il 2021. queste indicazioni si aggiungono a quelle gia’ in atto indicate da sismabonus (70-75-80-85%, sulla base della tipologia di salto di classe sismica dell’immobile acquistato). Il limite massimo di questo tipo di detrazione e’ di massimo 96.000 € con le modifiche indicate e’ stato aumentato al 110%.

News 24 novembre 2020

Cambio caldaia, le varie agevolazioni fiscali per la sostituzione delle caldaie cosa serve per poterne usufruire –

Il cambio della caldaia o altri interventi “importanti” hanno in genere una detrazione dall’imposta lorda di un ammontare pari al 65% ripartita 10 quote annuali uguali.

Da  luglio 2020 per alcuni tipi di interventi permettono una detrazione dall’imposta lorda di un ammontare pari al 110% spendibile in 5 anni. Oppure  per avere beneficio “rapido” ci si può avvalere dello sconto in fattura o della cessione del credito.

Con la Circolare 19/E del 2020 si possono trovare degli esempi che possono essere da spunto per godere di questi vantaggi in termini di detrazioni.

News 20 novembre 2020

Sicurezza sul lavoro, il datore inadempiente condannato anche in assenza di infortuni –

In una recente sentenza del 2020 la corte di cassazione, dichiara che anche in assenza di infortunio  nel luogo di lavoro il datore di lavoro deve  essere considerato responsabile del reato (rimozione od omissione dolosa di cautele contro infortuni sul lavoro) .  Viene quindi enfatizzato il concetto che non ci deve essere l’infortunio ma basta la mancanza delle regole relative alla normativa sulla sicuirezza.

La norma infatti prevede  che costituisce reato anche  l’astratta possibilità che le omissioni in tema di sicurezza provochino danno ai lavoratori, anche in mancanza di un reale incidente

Il caso giunto all’attenzione della corte di Cassazione riguardava il titolare piemontese per una serie di inadempienze.

News 17 novembre 2020

Legge di bilancio del 2021, oltre 38 miliardi , molti di questi per gestire l’emergenza COVID 19.

La nuova legge di bilancio viene presentata oggi in bozza al consiglio dei ministri. Vista l’emergenza COVID, molte elle risorse inserite saranno proprio per coprire i costi derivanti dalla Cassa integrazione, dagli incentivi alle assunzioni, e per il blocco dei licenziamenti.

Sono anche previste le proroghe per le pensioni anticipate per le donne e Ape sociale; tra le varie misure sono confermate il congedo di paternita’ di 7 giorni, pare che venga anche riconfermata il reddito di cittadinanza. Confermato anche l’assegno di natalità.

News 16 novembre 2020

DAl 1 gennaio si gioca alla lotteria con gli scontrini, ma sono cambiate le regole in questi mesi.

Nell’ultimo Provvedimento dell’11 novembre l’Agenzia delle Entrate ha apportato modifiche al Provvedimento  del 31 ottobre 2019 già modificato da due precedenti  e in dettaglio si stabilisce che anche gli scontrini da trasmettere al sistema Tessera Sanitaria ai fini della elaborazione della dichiarazione precompilata possono partecipare alla lotteria, purché il cliente consumatore finale chieda all’esercente di “accettare” il codice lotteria al posto del codice fiscale.

News 15 novembre 2020

Con il decreto del 6 novembre Italia divisa in base al rischio covid 19. La mappa delle Regioni  dal 15 novembre,  le misure restrittive previste  –

DAl 6/11 fino al 3/12 avremo l’italia divisa per colore, Rosso, arancione, giallo. Queste fasce indicano il rischio di contagio dal covid nelle varie regioni. Sono delle norme che le singole regioni possono inasprire ulteriormente in base alle necessita’ e alla sensibilta’ della singola regione. Tale provvedimento e’ stato attuato il 6/11.

Ecco uno schema per identificare meglio le tre aree di rischio.

  • AREA ROSSA – fascia riservata alle Regioni a rischio di massima gravità, con scenario 4 (cosiddetta area rossa) sono concentrate le misure più restrittive.
  • AREA ARANCIONE – fascia per le Regioni a rischio alto ma compatibili con lo scenario 3 (cosiddetta area arancione), sono previste misure lievemente meno restrittive.
  • AREA GIALLA – quella per tutto il territorio nazionale, rientrano le restanti Regioni (cosiddetta area gialla).

Chiaramente in base al cambio della situazione dei contagi, le regioni potranno entrare e uscire dalle varie fasce.

News 12 novembre 2020

Al via il bando PRIN 2020, oltre 700 milioni per progetti di ricerca anche per gli anni 2021 e 2022 –

Al via il bando PRIN 2020 con oltre 700 milioni destinati al finanziamento di Progetti di Ricerca di Rilevante Interesse Nazionale.  Obiettivo è promuovere il sistema nazionale della ricerca, rafforzare le interazioni tra università ed enti di ricerca e favorire la partecipazione italiana alle iniziative nell’ambito del Programma Quadro di ricerca e innovazione dell’Unione Europea.

Il programma PRIN finanzia progetti triennali che, per complessità e natura, richiedono la collaborazione di unità di ricerca appartenenti ad università e enti di ricerca.
Il bando prevede, nello specifico, l’attivazione di un’unica procedura di finanziamento con apertura di finestre annuali per la presentazione di progetti di ricerca anche per gli anni 2021 e 2022.

Collegamento al Bando

News 10 novembre 2020

Dal 9 novembre fino al 9 dicembre 2020 e’ attiva la pre-registrare per la lista per il bonus di mobilità:

Questo click day e’  attivo per quanti abbiano gia’ concretizzato gli acquisti di beni e servizi incentivati dal Programma Sperimentale Buono mobilità tra il 4 maggio 2020 e il 2 novembre 2020 e siano in abbiano la fattura o scontrino attestante il bene o servizio acquistato, e non abbiano avuto accesso al beneficio.

Sulla pagina  del sito del ministero si informa che:

  • le richieste  per il buono mobilità NON sono gestite dall’URP del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare.
  • per le problematiche tecniche  si potrà fare riferimento alle FAQ tramite il modulo di assistenza.
  • Per le richieste di informazioni e sullo SPID si potrà, invece, avere assistenza dedicata tramite il sito:  https://helpdesk.spid.gov.it/

News 8 novembre 2020

Attraverso un  comunicato stampa  l’agenzia delle entrate avvia la procedura di accredito  del contributo a fondo perduto stabiliti dal Decreto Ristori

Oltre 1.000.000.000 (un miliardo) saranno divisi tra oltre 200.000 aziende, questo e’ il senso del comunicato stampa del 7 novembre da parte dell’agenzia delle entrate.

I beneficiari saranno:

  • Bar
  • Pasticcerie
  • Gelaterie
  • Ristoranti

Questi ne beneficeranno in se hanno gia’ attivato la procedura nel precedente Decreto Rilancio. Gli importi verranno distribuiti in tutte le regioni d’italia.

News 2 novembre 2020

Grazie ad un’interpellanza, l’agenzia delle entrate chiarisce alcuni punti del superbonus 110% in particolare gli interventi trainati e trainanti 

Con la risposta del 4 / 11/ 2020 abbiamo avuto dall’agenzia delle entrate delle indicazioni sul superbonus 110%, riferita alla possibilità di abbattere un immobile e da zero ricostruirne una o due unita’ immobiliari. Viene data una risposta a 2 aspetti in particolare, il calcolo dei limiti massimi di spesa sostenibili e viene data chiarezza al ruolo dell’impianto di riscaldamento alla partenza dei lavori.

News 16 ottobre 2020

Decreto Ristori: il testo pubblicato in Gazzetta Ufficiale

Il Decreto Ristori – Dl del 28 ottobre 2020 n. 137, e’ stato pubblicato in gazzette ufficiale, contiene misure per a sostegno delle categorie colpite della nuove restrizioni imposte nell’ultimo DPCM del 24 ottobre. Il testo entra in vigore il 29 ottobre e contiene misure per un totale di 5,4 miliardi come indebitamento netto.

I contributi andranno alle categorie descritte e ai lavoratori delle attività colpite. In particolare si avranno:

1. Contributi a fondo perduto 
2. Proroga della cassa integrazione
3. Esonero dal versamento dei contributi previdenziali
4. Credito d’imposta sugli affitti
5. Cancellazione della seconda rata IMU
6. Misure per i lavoratori dello spettacolo e del turismo

News 7 ottobre 2020

E-Commerce, procedura semplificata per importare merci di valore sotto i 22 € 

L’Agenzia delle Dogane  con la Circolare n. 40/2020 del 23 ottobre 2020 ha eliminato alcuni dubbi sui i principali aspetti relativi alle attivit’ per l’autorizzazione di iscrizione nell’elenco “e-commerce P4I-B2C” (Platform For Import – Business to Consumer), si tratta di soggetti privati con una destinazione di Business 2 Consumers (B2C).

Gli attori che intendono essere ammessi alla procedura  dovranno presentare istanza utilizzando il formulario di cui all’allegato 1 della Circolare e presentarlo all’Ufficio delle Dogane competente sul luogo in cui è tenuta o è accessibile la contabilità principale ai fini doganali.

News 30 settembre 2020

Contributi per servizi digitali per l’editoria il DPCM con le modalità attuative 

Il DPCM del 4 agosto 2020, pubblicato il  28 settembre sulla Gazzetta Ufficiale n. 240 fissa le modalità, per  richiesta e i termini e per la presentazione della domanda di accesso al bonus per l’editoria previsto dall’art 190 del Decreto Rilancio.

Sono presenti varie azioni che possono essere fatte in conseguenza al LockDown, la principale e’ un credito di imposta a favore di imprese nel settore dei quotidiani e periodici online. iscritto al registro delle imprese di comunicazione. Il contributo e’ pari al 30% delle spese sostenute per alcuni servizi, quali:

  • servizi di server
  • hosting e manutenzione evolutiva per le testate edite in formato digitale
    e per information technology di gestione della connettività

Il contributo mette a disposizione oltre 8 milioni di euro per le aziende del settore.

Le richieste possono essere fatte tra il 20 settembre e il 20 novembre, presso il sito impresainungiorno.gov.it

News 23 settembre 2020

Fatturazione elettronica, i nuovi codici  dal 1° ottobre 2020 

Dal 1  ottobre  il contribuente è chiamato a fornire informazioni dettagliate nel del tracciato xml della fatturazione elettronica per permettere all’Amministrazione finanziaria di predisporre una bozza di dichiarazione IVA precompilata.

Le nuove specifiche, che ricordiamo entreranno in vigore dal 1 gennaio 2021 in modo obbligatorio, non entrano in vigore con effetto immediato ma  dal 1° ottobre al 31 dicembre 2020 per ora e’ su  base volontaria, ossia conviverà con il precedente , mentre dal 1° gennaio 2021 diventerà obbligatorio per tutti i soggetti passivi IVA tenuti all’emissione delle fatture elettroniche.

News 16 settembre 2020

Novita’ dall’agenzia delle entrate, dal 15 settembre cambiano i modo di accesso –

Dal 15 settembre ci si presentera’ all’agenzia delle entrate solo su appuntamento, con prenotazioni possibili 24 ore su 24 si puntera’ ovviamente sui servizi online.

Saranno attivi 3 cani principali per comunicare con l’agenzia delle entrate e avere un appuntamento:

  1. Dal sito internet si dovra’ entrare nel canale contatti e assistenza e selezionare, assistenza fiscale, elimina code, e prenota ticket
  2. UN applicazione mobile, Agenzia Entrate e’attiva e permetter’ di aprire un contatto con l’agenzia verso il loro call center
  3. Via telefono, i contribuenti, i professionisti firmatari dei protocolli di intesa con l’Agenzia, possono utilizzare l’agenda CUP (Centro unico di prenotazione) chiamando il numero verde 800.90.96.96 oppure, da telefono cellulare, lo 0696668907. Selezionando l’opzione 3. I numeri sono attivi 24 ore su 24 e e permettono di avere accesso a tutti i servizi dell’agenzia.

News 11 settembre 2020

Bonus Facciate interne: va bene ma solo se sono visibili dalla strada –

Possono beneficiare del bonus della Legge 160/2019 per le spese di ripulitura le facciate interne anche solo parzialmente sono visibile dalla strada

L’Agenzia delle Entrate parla ancora di bonus facciate e lo fa con la risposta all’interpellanza dell11 settembre 2020, su lavori di restauro e ripristino di intonaco, L’agenzia definisce  che il bonus spetta anche per la facciata interna dell’edificio, a condizione che questa sia anche  solo parzialmente visibile dalla strada pubblica.

News 24 agosto 2020

Indennità COVID maggio: chiarimenti da parte dell’agenzia delle entrate sui redditi delle partite IVA  –

L’ Agenzia delle entrate puntualizza che il requisito reddituale per il diritto alle indennità 1000 euro che tocca i lavoratori danneggiati dal COVID 19 prescinde dal regime contabile adottato.

Il nuovo Decreto Rilancio  ha introdotto, con l’articolo 84, delle indennità per i lavoratori danneggiati dall’emergenza da COVID-19, tra cui una indennità per il mese di maggio 2020 pari a 1000 € a favore di liberi professionisti titolari di partita IVA, purché questi ultimi:
− siano iscritti esclusivamente alla Gestione separata
− non siano titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie,
− abbiano subito una comprovata riduzione di almeno il 33 per cento del reddito del secondo bimestre 2020, rispetto al reddito del secondo bimestre 2019.

La risposta dell ‘Agenzia  e ribadisce che  la misurazione dello scostamento del reddito e l’attribuzione della nuova indennità non e’ influenzato dal regime  adottato dall’interessato, si adatta quindi  al regime ordinario o regime forfetario.

News 14 agosto 2020

Il testo del decreto Agosto pubblicato in Gazzetta Ufficiale  –

Sulla Gazzetta n. 203 Suppl. Ordinario n. 30 è stato pubblicato il D.L. 104 del 14 agosto Misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell’economia. In vigore dal giorno 15/8/2020.

Sono 115 articoli per sostenere l’economia con un decreto legge in vigore dal 15/8/2020.  In allegato il testo del “Decreto Agosto ” pubblicato in Gazzetta Ufficiale oggi.

Tante le misure per far fronte alla crisi in cui versano le imprese, soprattutto quelle legate al turismo.

Le misure spaziano dalla proroga degli ammortizzatori sociali, alle agevolazioni per le aree svantaggiate alla proroga dei bonus per certe categorie di lavoratori .

News 10 agosto 2020

Che tipi di lavori rientrano nel superbonus 110%?  –

Le agevolazioni previste dal governo, toccano 2 principali punti interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti o riducono il rischio sismico degli stessi.

Si tratta di un ecobonus e sismabonus maggiorato per determinati lavori che dovranno essere eseguiti dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021.

I principali lavori previsti sono:

  1. isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano l’involucro degli edifici, compresi quelli unifamiliari, con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo o dell’unità immobiliare sita all’interno di edifici plurifamiliari che sia funzionalmente indipendente e disponga di uno o più accessi autonomi dall’esterno;
  2. sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, e/o il raffrescamento e/o la fornitura di acqua calda sanitaria sulle parti comuni degli edifici, o con impianti per il riscaldamento, e/o il raffrescamento e/o la fornitura di acqua calda sanitaria sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari site all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno;
  3. interventi antisismici di cui ai commi da 1-bis a 1-septies dell’articolo 16 del decreto-legge n. 63 del 2013 (cd. sismabonus).

News 5 agosto 2020

Istruzioni dell’INPS per il recupero degli sgravi circa i contratti di solidarieta’ –

E’ stato pubblicato l’elenco Sgravio contributivo per i contratti di solidarietà  degli sgravi per gli anni 2014-2015 2016 e le istruzioni UNIEMENS.

Con la circolare 93 del 4 agosto 2020 l’INPS ha fornito  le istruzioni sullo Sgravio contributivo per i contratti di solidarietà stipulati ai sensi dell’articolo 1 del decreto-legge 30 ottobre 1984, n. 726, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1984, n. 863 per gli anni dal 2014 al 2016.

1)   le aziende di cui all’Allegato n. 1 sono state autorizzate alla fruizione dello sgravio sui residui dei fondi dell’anno 2014;

2)   l’azienda di cui all’Allegato n. 2 è stata autorizzata alla fruizione dello sgravio sui residui dei fondi dell’anno 2015;

3)   le aziende di cui all’Allegato n. 3 sono state autorizzate alla fruizione dello sgravio sui residui dei fondi dell’anno 2016.

News 11 luglio 2020

Fine cassa integrazione COVID: news dall’INPS  –

L’INPS illustra e da spiegazione per la cassa integrazione  per l’emergenza epidemiologica da COVID-19 – cassa integrazione guadagni ordinaria (CIGO), assegno ordinario (ASO), cassa integrazione salariale operai agricoli (CISOA) e cassa integrazione guadagni in deroga (CIGD). Tutte le domande devono essere inviate entro la fine del mese successivo rispetto a quello in cui ha avuto inizio il periodo di sospensione, pena la decadenza del contributo.

News 01 luglio 2020

Congedo COVID, quando si puo’ usare? –

Il decreto Cura italia di marzo ha attivato i 15 gg di congedo retribuito al 50%  per i genitori lavoratori (dipendenti, parasubordinati e autonomi)  per la cura dei figli durante il periodo di interruzione  delle attività scolastiche. Il decreto Rilancio lo ha raddoppiato a 30 giorni .

Inoltre il periodo di utilizzo è stato prorogato fino a fine agosto.  A partire dal 19 luglio è possibile anche l’utilizzo parziale ma la modalita’ di richiesta sarà predisposta a breve dall’Istituto .(vedi messaggio INPS 2902 del 22 .7.2020).

News 22 giugno 2020

Dal 22 giugno si inizia alle 12:00 e fino alle 20:00 del 28 giugno parte la seconda  sessione per la richiesta di finanziamenti a fondo perduto delle associazioni sportive dilettantistiche  –

Per la presentazione delle domande ci si deve collegare  attraverso una piattaforma web raggiungibile all’indirizzo www.sport.governo.it.

Non tutti possono richiedere questi finanziamenti, i criteri per l’accesso sono definiti nell’allegato 1 del decreto pubblicato l’11 giugno.

News 15 giugno 2020

Non solo aziende e professionisti i contributi a fondo perduto anche per ASD (Associazioni Sportive Dilettantistiche) e delle  e SSD (Società Sportive Dilettantistiche)  –

Per assicurare un sostegno all’attività sportiva di base, l’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri amplia anche alle  Associazioni Sportive Dilettantistiche e delle Società Sportive Dilettantistiche dei finanziamenti a fondo perduto, disponibili le domande da oggi 15 giungo.

La presentazione  di accesso al finanziamento è possibile attraverso la piattaforma web raggiungibile all’indirizzo www.sport.governo.it.

News 3 giugno 2020

Dal 15/06 e sino al 24/08 si potrà richiedere, per chi ne ricorrano i presupposti, il fondo perduto all’agenzia delle entrate. –

Con provvedimento del 10/6, l’Agenzia delle Entrate, ha chiarito tutti i passi da compiere per richiedereil contributo a fondo perduto a favore delle imprese e delle partite Iva  nonchè, approvato e pubblicato il modello “Istanza per il riconoscimento del contributo a fondo perduto”.

Il documento potrà essere inviato a partire dal 15 giugno 2020 e non fino al  13 agosto 2020 tramite il canale telematico Entratel www.agenziaentrate.gov.it.

Documento di riferimento

News 22 maggio 2020

Bonus bici e monopattini del Decreto Rilancio ecco la mobilità eco-sostenibile,  –

Il decreto rilancio non andra’ a toccare solo le biciclette o i monopattini ma sono molte le iniziative per sviluppare un nuovo concetto di mobilità.

Alcune di queste sono:

  • il buono mobilità attivo  dal 4 maggio al 31 dicembre 2020 per l’acquisto di monopattini, biciclette, veicoli  elettrici e servizi di mobilità condivisa.
  • Oltre 50 milioni  per il 2020 sul fondo Programma sperimentale buono mobilità per finanziare il bonus mobilità riducendo le emissioni climatici
  • modifiche al codice della strada per la circolazione delle biciclette e non solo, anche con l’inserimento  della definizione di corsia ciclabile

News 14 maggio 2020

Dal 14 maggio 730 precompilato dall’Agenzia , operativo per più di un milione di persone. –

Seguendo quanto dichiarato dal comunicato stampa  dell’Agenzia delle Entrate, più di un milione di contribuenti potrà usare attraverso pc, tablet o smartphone il servizio online per il modello 730 precompilato.

La data ultima per l’invio del 730 è prevista per  il 30 settembre 2020.

I contribuenti possono accedere e accettare, integrare o il proprio 730, già compilato dall’Agenzia delle Entrate, e poi sottoporlo direttamente all’Agenzia attraverso i computer e cellulari.

News 13 maggio 2020

Anche l’INAIL inserisce contributi a fondo perduto  nel “Decreto Rilancio” –

Il “decreto Rilancio” dello scorso 13 maggio ,   tra le vaie misure di supporto alle imprese prevede anche all’art. 102 importante norma che  riguarda i  fondi già disponibili per il Bando ISI 2019 .
Una dotazione finanziaria di oltre 403 milioni di euro che saranno destinati  a finanziare a fondo perduto le spese della sicurezza anticontagio da covid-19 sostenute dalle imprese , di tutte le grandezze, per rispettare gli impegni previsti dalle linee guida dell’INAIL /ISS e nel Protocollo  aziende sindacati del 24 aprile 2020.

News 24 aprile 2020

Chiarimenti ABI sui prestiti entro i 25 mila euro garantiti dallo Stato  –

L’ABI informa che le somme ricevute in seguito alla erogazione di prestiti garantiti dalla Stato presi  in conformità della recente normativa del Decreto Liquidità emanata d’urgenza in ragione dell’emergenza economico-sanitaria da Covid 19, NON possono essere usate per coprire altri finanziamenti preesistenti di cui l’impresa già beneficiava.

News 16 aprile 2020

Rinvio udienze e sospensione termini processuali: i chiarimenti dell’Agenzia  –

Sono arrivate informazioni dell’Agenzia delle Entrate,  sul differimento delle udienze e la sospensione dei termini nei procedimenti civili, penali, tributari e militari.

Circa  la sospensione dei termini, il comunicato premette che dal combinato disposto dell’articolo 83, comma 2 del Cura Italia, e dell’articolo 36, comma 1 del Decreto Liquidità, deriva che, dal 9 marzo 2020 all’11 maggio 2020 è interrotto il decorso dei termini per il compimento di qualsiasi atto dei procedimenti civili e penali.

News 6 aprile 2020

Decreto cura Italia: registrazione atti sospesa. Slittano i pagamenti delle imposte  –

Il ministero ha chiarito che gli adempimenti tributari sospesi può rientrare anche l’assolvimento dell’obbligo di registrazione in termine fisso,  che la sospensione rileva a indipendentemente dalla circostanza che la registrazione degli atti pubblici, delle scritture private autenticate e di quelle prive dell’autentica avvenga in forma cartacea o secondo modalità digitale.

News 30 marzo 2020

Indennità per i professionisti con Cassa o albi e ordini professionali, al via le domande dal 1 aprile  –

Indennità di 600 euro per i professionisti iscritti alle Casse degli Albi e Ordini professionali.

Dal 1 aprile con il  Decreto Cura Italia, pubblicato solo il 17 marzo scorso). Il decreto, punta a rendere disponibili 200 milioni per i professionisti appartenenti a varie casse di previdenza: commercialisti, ingegneri, architetti, ecc.

L’importo previsto e’ di 600 € per tutti i professionisti che hanno un reddito fino a 50.000 € nel 2018. Il ministro del lavoro parla di un primo intervento, con la speranza che ne possano giungere altri.

News 26 marzo 2020

Solidarietà digitale, tutti i servizi gratuiti per gli italiani  –

Il mondo informatico si sta muovendo verso i cittadini delle zone rosse e non con iniziative di soliedarieta’. Agid e il Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione hanno avviato una iniziativa di  solidarietà digitale.

Chi sono i donatori, tanti troppi ci sono tutti da Microsoft a Google, ad aziende piu’ piccole con ottimi prodotti, si puo’ donare e ricevere, ecco dei link utili per questa iniziativa:

https://www.agid.gov.it/it/solidarieta-digitale

https://solidarietadigitale.agid.gov.it/#/

News 16 marzo 2020

Infrazioni decreto Coronavirus: conseguenze penali –

La infrazioni alle misure adottate dal Governo per contenere l’emergenza da COVID-19, può portare la configurazione di illeciti penali.

Il mancato adempimento di provvedimenti legalmente dati dall’Autorità risulta perseguibile ai sensi dell’art. 650 c.p.

si può affermare che:

  • è sufficiente che il soggetto agisca soltanto in maniera colposa;
  • la condotta illecita consiste nell’ inosservanza di ogni ordine o provvedimento dato dall’Autorità sulla base di norme giuridiche che lo consentono;
  • le ragioni per cui viene presentato il provvedimento sono “giustizia, sicurezza pubblica, ordine pubblico o igiene” quindi, la condotta punibile è quella che viola questi specifici interessi;
  • la condotta è punita alternativamente con l’arresto fino a tre mesi ovvero con l’ammenda fino a 206 euro;

Si ricorda inoltre che, per tale fattispecie, è possibile applicare l’oblazione, che comporta l’estinzione dell’illecito con il pagamento, di una somma corrispondente alla metà del massimo dell’ammenda stabilita dalla norma violata e quindi pari ad euro 103.

News 6 marzo 2020

ONLUS: stop alla pubblicità onerosa per conto di terzi –

Il Ministero dell’Interno, con Circolare del 03 febbraio 2020, n. 300/A/884/20/105/41 chiarisce un quesito circa l’apposizione di messaggi pubblicitari su veicoli concessi in comodato d’uso gratuito alle Onlus.

Viene chiarito che l’attuale assetto normativo NON consente di presentare messaggi pubblicitari per conto di terzi a titolo oneroso sui veicoli acquisiti in comodato gratuito da parte di Onlus per i trasporti di persone diversamente abili.

News 4 marzo 2020

Coronavirus: Decreto del 4 marzo 2020 in Gazzetta Ufficiale –

Nuovo Dpcm firmato e pubblicato in GU il 4 marzo, per contrastare la diffusione del Coronavirus sull’intero territorio nazionale. Il decreto riguarda scuola, manifestazioni ed eventi.

Sospensione delle attività didattiche da oggi 5 al 15 marzo sull’intero territorio nazionale, il decreto prevede misure di contenimento che
vanno dallo sport alle carceri agli ambienti di lavoro, dettando le norme igieniche a cui attenersi e le regole della quarantena.

News 25 febbraio 2020

Smart Working per coronavirus, come fare, indicazioni dal ministero –

Il Governo è al lavoro per un nuovo decreto con le misure di sostegno alle imprese che dovrebbe arriva re a breve si stima per sabato 29 febbraio, in questi giorni le imprese di alcune regioni quali: Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte, Liguria, Veneto e Friuli Venezia Giulia possono strutturarsi per minimizzare ulteriori contagi chiedendo, ai propri dipendenti di svolgere il lavoro da casa, si tratta del famoso Smart Working.

Dal punto di vista normativo, Il DPCM del 25 febbraio prevede la possibilità di attivare una modalità detta di lavoro agile o smart working con procedura semplificata rispetto alla normativa istitutiva ( Legge n. 81 2017).

News 18 febbraio 2020

Banco Innovazione digitale di Lazio Innova –

Gli obiettivi del bando sono, rafforzare la competitività del sistema produttivo del territorio promuovendo Progetti di innovazione digitale riguardanti l’introduzione di tecnologie digitali e di soluzioni ICT che, in coerenza con l’“Agenda Digitale Europea”, con la “Strategia Nazionale per la Crescita Digitale”, con l’“Agenda Digitale Lazio” e con le priorità della “Smart Specialization Strategy (S3)”, sostengano la trasformazione aziendale di processo e di prodotto.

L’Avviso ha una dotazione finanziaria di 5 milioni di euro, di cui 3 mil. a valere sull’azione 3.5.2 (digitalizzazione) del POR FESR 2014-2020.

È prevista una riserva di Euro 2.000.000,00 per i Progetti presentati in Aggregazione Temporanea per un periodo massimo di 30 giorni dalla data di pubblicazione dell’Avviso sul BURL.

È prevista inoltre una quota pari al 20% della dotazione per le MPMI ubicate in uno dei Comuni ricadenti nelle Aree di Crisi Complessa della Regione Lazio.

Presentazione delle domande

Le richieste di contributo devono essere presentate esclusivamente via PEC, dalle ore 12:00 del 04 marzo 2020 e fino alle ore 18:00 del 21 aprile 2020 successivamente alla finalizzazione del Formulario GeCoWEB, utilizzando la modulistica in parte prodotta automaticamente da GeCoWEB stesso dalle ore 12:00 del 05 febbraio 2020 e fino alle ore 12:00 del 21 aprile 2020.

Per informazioni LazioInnova

News 10 febbraio 2020

Cliclavoro e non solo un accesso solo con SPID –

Tra circa 2 mesi, (marzo 2020) si potra’ accedere (anche per i professionisti) ai servizi online del ministero tra cui Cliclavoro solo con l’identità SPID.

SPID è il “nuovo” sistema che permette ad aziende e cittadini di accedere a tutti i servizi della PA, come per Cliclavoro sarà sempre più presente la necessità di questo nuovo sistema di autenticazione.

Ecco come avere il proprio SPID

  • Aruba; Riconoscimento di persona: pagamento
  • Infocert ; Riconoscimento di persona: pagamento
  • Intesa ; Riconoscimento di persona: pagamento
  • Lepida ; Riconoscimento di persona: Si (Gratis – attivazione graduale di sportelli)
  • Namirial ; Riconoscimento di persona: Si
  • Poste Italiane; riconoscimento di persona in Ufficio Postale (gratis) A domicilio (a pagamento)
  • Sielte Riconoscimento di persona: Si Riconoscimento via Webcam: Si
  • Register , Riconoscimento di persona (gratuitamente durante eventi pubblici)
  • TIM ; Riconoscimento di persona: pagamento

News 4 febbraio 2020

Le nuove agevolazioni per le assunzioni 2020 –

Il nuovo regime forfettario 2020. La partecipazione in società di persone, indennità di maternità. Grande delusione sulle risposte dell’Agenzia delle Entrate.

Purtroppo l’Agenzia delle Entrate non ha portato chiarezza nell’evento Telefisco 2020 sull’avvio della stretta al regime forfettario introdotta dalla Legge di bilancio 2020 (L. 160/2019). Si sperava in una totale spiegazione da le parti invitate all’evento: l’Agenzia delle Entrate, Guardia di Finanza e la stampa specializzata.

News 27 gennaio 2020

Artigiani: stabilita la riduzione per il 2019 dell’INAIL –

La riduzione INAIL per le imprese che hanno fatto richiesta nel 2019.

Il decreto stabilisce l’aliquota di riduzione al 7,38% per le aziende che non hanno avuto Incidenti negli anni 2017 e 2018, e che abbiano inserito piani pluriennali di prevenzione e per migliorare le condizioni di sicurezza.

News 20 gennaio 2020

Startup Innovative (Smart&Start Italia), domande per agevolazioni da oggi, 20 gennaio 2020 –

Parte il nuovo Smart&Start Italia che sostiene la nascita e lo sviluppo delle startup innovative su tutto il territorio italiano. Dal dal 20 gennaio 2020, si potranno presentare le domande di agevolazione all’Invitalia.

Ecco le novità per la misura Smart&Start Italia : semplificazione dei criteri di valutazione; l’introduzione di nuove parametri per la premialita’, l’incremento del finanziamento agevolato che arriva anche al 90%; fondo perduto fino al 30% per le imprese del Sud. Smart&Start Italia pone a disposizione oltre 90 milioni per finanziare progetti d’impresa, di importo compreso tra 100 mila euro e 1,5 milioni di euro, per la produzione di beni e servizi ad alto contenuto tecnologico e innovativo.

News 13 gennaio 2020

Esterometro 2020 –

Modificata con la legge di bilancio la cadenza dell’esterometro che diventa trimestrale. Com’è noto, dal 1° gennaio 2019 è stata introdotta la comunicazione delle operazioni transfrontaliere (cd. “esterometro”). Consiste nell’obbligo di comunicare in via telematica le operazioni attive e passive tra soggetti residenti in paesi UE o extraUE, con una modalità analoga a quanto previsto in dallo spesometro.

News 10 gennaio 2020

Nuove modalità per la detrazione fiscale (mod.UNICO) delle spese ed oneri detraibili per il 2020

Detrazione spese mediche e degli altri oneri detraibili solo con pagamenti tracciabili: vietato l’uso del contante per poter usufruire del risparmio fiscale

Detrazione spese mediche e altri oneri solo con pagamenti tracciabili: vietato il contante per poter usufruire del risparmio fiscale degli oneri detraibili.

Detrazione spese mediche e degli altri oneri detraibili di cui all’art. 15 del TUIR, e anche previste da altre disposizioni normative che prevedono la detrazione del 19%, solo con pagamenti tracciabili: vietato l’uso del contante per poter usufruire del risparmio fiscale.

La Legge di bilancio 2020 cambia le regole previste per il recupero delle spese detraibili (dal pagamento di quanto dovuto ai fini IRPEF), quali ad esempio le spese mediche ma non solo queste.

Dettaglio da scaricare

News 7 gennaio 2020

Assunzioni stabili Agevolazioni 2020 – La legge di bilancio chiarisce l’applicazione dello sgravio contributivo per 3 anni per le assunzioni a tempo indeterminato di giovani

Le misure approvate nella Legge di bilancio 2020 circa agricoltura – Misure a sostegno dell’agricoltura dalla concessione di mutui a tasso zero fino all’iper ammortamento per i nuovi impianti

Il contratto di apprendistato nel 2020 – Dettagli sui contratti di apprendistato: età, sgravi contributivi, durata, sanzioni